Invalsi. Prove oggettive un corno!
Vincenzo Pascuzzi - 25-03-2015

Anche oggi al Corso< sulla "valutazione scolastica" (*) è stata riproposta la questione dell'oggettività - presunta, falsa ma millantata ed esibita - delle prove invalsi.
Bisogna pazientemente ripetere che l'unico e solo passaggio OGGETTIVO dei quiz Invalsi si concretizza nel conteggio delle crocette giuste e sbagliate. Conteggio che potrebbe essere affidato anche a un normalissimo ragazzo della seconda elementare oppure a un semplice macchinario contatore che disponga della maschera di correzione.
Tutto il resto dei quiz Invalsi è squisitamente soggettivo o arbitrario (bene o male inteso che sia!). In particolare sono attività soggettive: la scelta delle domande e la loro formulazione, la scelta delle risposte e loro formulazione, l'ordine e la successione delle domande e delle risposte proposte, il peso assegnato a ciascuna risposta giusta, il numero di domande da proporre e il tempo limite assegnato.

(*) La valutazione scolastica fra " missione educativa e protagonismo dei docenti"

--

Alcuni link

PROVE OGGETTIVE (strutturate) : tutte quelle prove che consentono di predeterminare l'esattezza delle risposte; sono strumenti di misura [affermazione gratuita], costituiti da domande prevalentemente a risposta chiusa, che implicano l'esecuzione di un compito identico per tutti gli studenti esaminati e con tecniche precise per la valutazione dei risultati. Tali prove si dicono oggettive in quanto viene eliminata una delle caratteristiche degli strumenti di misura tradizionalmente usati a scuola: l'influenza dei giudizi personali di chi valuta.

---

Test Invalsi dalla A alla ZETA

---

La valutazione "oggettiva" di Invalsi e Anvur


Tags: invalsi, prove oggettive, pascuzzi, valutazione


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf