breve di cronaca
Il ministro Profumo mantiene il doppio incarico a dispetto della legge
Politica 24 - 27-01-2012
Il ministro della Pubblica Istruzione e dell'Universitā, Francesco Profumo, mantiene ancora il doppio incarico e, quindi, il doppio stipendio, di ministro e di presidente del Cnr, a dispetto della legge. Il componente del Governo Monti, infatti, seppure obbligato dalla legge dello Stato 193/2004 che, all'articolo 2, intima che "il titolare di cariche di governo non puō...ricoprire altre cariche in enti di diritto pubblico", tuttavia continua a tenere il piede in due staffe. Eppure, la legge indica delle precise scadenze, quando afferma che il titolare della carica deve comunicare all'Autoritā garante la situazione incompatibile.

Il Garante della concorrenza e del mercato, nei successivi trenta giorni, nel caso non riceva nulla, deve approntare degli accertamenti circa la mancata decisione. Tempo abbondantemente scaduto in entrambi i casi ma nč Francesco Profumo, nuovo ministro dell'Istruzione, ha fatto nulla nč l'Autoritā garante ha chiarito.

I sindacati del pubblico impiego hanno incalzato il ministro Profumo, il quale ha risposto loro che "sta aspettando la risposta dall'Antitrust". Da un ministro tecnico, che conosce il suo mestiere e che, di solito, prende delle decisioni veloci, al contrario dei burocrati di Stato, ci si sarebbe aspettati un comportamento diverso. Le poltrone, evidentemente, fanno comodo a tutti.

discussione chiusa  condividi pdf