tam tam |  sociale  |
R-Esistere oggi in Italia
Rete dei nuovi Municipi - 03-05-2011
Il seme e l'albero.
R-Esistere oggi in Italia con Aldo Capitini e
Giorgio La Pira


Predappio (FC) - 6/7 Maggio 2011
Teatro Comunale



Di fronte alla drammatica crisi sociale e culturale che il nostro Paese sta vivendo e la cui prima vittima sembra essere il futuro dei giovani italiani, la Rete Nazionale dei Giovani Amministratori per la Pace e i Diritti Umani, in collaborazione con il Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace, propongono un incontro di riflessione e azione collettiva a giovani e meno giovani, associazioni, amministratori locali, sindacalisti, attivisti per la pace e per i diritti umani, uomini e donne, tutti coloro che vogliono R-Esistere al progressivo imbarbarimento della società ed riaffermare nella concretezza dell'agire quotidiano il valore della persona in quanto portatrice di diritti, oggi in Italia, sistematicamente violati.

Affinché le celebrazioni non finiscano per rappresentare una manifestazione di vuota retorica, i Giovani Amministratori per la Pace vogliono riscoprire, attraverso le figure di Aldo Capitini e Giorgio La Pira, le radici del movimento pacifista e nonviolento italiano per porre le basi per un'autentica resistenza civile nonviolenta e per riappropriarci del nostro futuro e dei nostri diritti.
Dalla Palestina ad Assisi, da Marzabotto a Predappio, il cammino dei GAP segue il percorso tortuoso della memoria per agire nel presente a fianco degli ultimi e dei senza voce.

Programma

Venerdì 6 maggio 2011


Ore 15.00 Apertura iscrizioni al Convegno e accoglienza dei partecipanti

Anna Maria Vallicelli, Ass. al Welfare del Comune di Predappio
Chiara Venturi, Consigliere delegato alle Politiche Giovanili
Ore 16.30 Saluti Istituzionali

Giorgio Frassineti, Sindaco di Predappio
Guglielmo Russo, Vice Presidente Provincia di Forlì-Cesena

Ore 17.00
Il seme e l'albero. R-Esistere oggi in Italia con
Aldo Capitini e Giorgio La Pira

Introduzione:
Flavio Lotti, Presidente Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani

Moderatore:
Guglielmo Russo, Vice Presidente Provincia Forlì-Cesena

Relatori:
Thomas Casadei, (Università di Modena e Reggio Emilia) Democrazia "dal basso" come potere di tutti: la prospettiva di Aldo Capitini

Giuseppe Moscati, (Associazione Nazionale Amici di Aldo Capitini) Nonviolenza: l'alternativa di Aldo Capitini, oggi

Ilaria Vietina, (Coordinatrice Scuola per la Pace della Provincia di Lucca) Il ruolo delle istituzioni scolastiche e degli enti pubblici nell'educazione alla pace

Massimo De Giuseppe, (Storico contemporaneo, Università IULM, Milano) "LA-Pira-Capitini. I cattolici di fronte al pacifismo nonviolento negli anni della guerra fredda".

Martina Pignatti Morano, docente di gestione nonviolenta dei conflitti sociali (CdL Scienze per la pace dell'Università di Pisa) e membro del Tavolo Interventi Civili Pace (Ass. "Un Ponte per ...") "Gli interventi civili di pace: storia, prospettive e possibile ruolo degli enti pubblici".

Ore 19.30 Cena

Ore 21.00 - 22.30 Laboratori sul "Potere di tutti" da Capitini agli Enti Locali condotto da Leonardo Ferrante (Tavolo Interventi Civili Pace, Ass. "Un Ponte per" )


Sabato 7 maggio 2011


Ore 9.00 Presentazione dei lavori delle scuola della Provincia di Forlì-Cesena che hanno effettuato percorsi di educazione alla pace nel corso dell'anno.

Ore 12.30 Conclusioni Barbara Mangiapane, Coordinatrice GAP Giovani Amministratori per la Pace

Ore 13.00 Pausa pranzo

Ore 16.00 "Una passeggiata per la pace": Visita guidata della città di Predappio.


Ore 21.00
Teatro Comunale Predappio

Esistenza, soffio che ha fame
Parole e musiche ispirate a Qohélet e altri testi sacri

Di Don Andrea Gallo e Carla Peirolero
Scritti da La Bibbia, Il Corano, Bhagavad-Gita, Il Sutra del Loto, Christian Bobin, Teresa D'Avila, Simon Weil, Emily Dickinson, Guido Cernetti

Con
Don Andrea Gallo
Carla Peirolero
Roberta Alloisio
Mario Arcari

Carla Peirolero regia
Edmondo Romano, Roberta Alloisio musiche
Andrea Morini scene


Fuori dagli abituali confini della celebrazione religiosa, una cerimonia tra teatro e spiritualità per riflettere insieme sulla dimensione sacra dell'esistenza. Un'attrice, una cantante, un musicista e un Pastore danno vita a un rituale, una danza di parole che muove emozioni e riunisce nello stesso cerchio artisti e spettatori. Nato da un incontro tra Carla Peirolero e Don Andrea Gallo, il "prete da marciapiede" più famoso d'Italia, lo spettacolo è un cammino tra culture e religioni e restituisce il senso di comunione tra i popoli pur nella difficoltà delle diversità. Al termine un'offerta di cibo e bevande che richiamano le tradizioni religiose. Lo spettacolo sostiene la Comunità di San Benedetto al Porto.

(Ingresso € 10,00)


Per informazioni e iscrizioni al Convegno:

Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani
info@entilocalipace.it

Chiara Venturi
venturi.chiara@yahoo.it

Barbara Mangiapane
barbaramangiapane75@gmail.com


discussione chiusa  condividi pdf