Appartieni allo Scilipoty people?
Gianfranco Pignatelli - 22-04-2011
Mini test per confermare l'italianità, ovvero l'appartenenza al popolo delle libertà, quello domiciliato nella casa delle libertà. La prova si articola in due terne di quesiti.

Tre domande laconiche:

1. Come fa una clandestina senza fissa dimora, minorenne senza tutela, senza stabile occupazione a scorazzare indisturbata nel Paese? Proprio quel Paese che scheda, reclude ed espelle per razzismo ed egoismo legislativo?

2. Come fa una persona - marocchina, egiziana o italiana che sia - senza comprovata attività imprenditoriale, o meglio precisata iscrizione ad albo professionale e senza accertate fonti di reddito, a sostenere ed ostentare un così lussuoso tenore di vita?

3. Come può una persona - marocchina, egiziana o italiana che sia - a viaggiare in elicottero, limousine e yacht, ingioiellarsi come una regina, vestire come una diva, comprare case lussuose e disporre di grandi cifre senza essere assoggetta all'accertamento fiscale che avrebbe chiunque?

Tre domande retoriche:

1. In relazione alla marocchina, egiziana o italiana che sia, c'è stata sottovalutazione o colpevole negligenza nel rispetto delle norme che disciplinano l'ordine pubblico e l'immigrazione clandestina?

2. In assenza di accertate fonti reddituali, e pur in presenza di riscossioni di "regali", c'è stata l'omissione della procedura tesa ad accertare se la provenienza di cotanta ricchezza sia lecita o estorsiva, da quali attività o prestazioni derivi, se nel conseguirla vi sia stata elusione ed evasione fiscale?

3. Sono stati compiuti abusi nel sottrarre, in uno stato di diritto, una minore indiziata di reato agli organi preposti a garantire l'ordine pubblico e la tutela dei minori? Si è lesa l'equità dell'azione contributiva non assoggettandola ad accertamenti patrimoniali e fiscali? Chi ha suprema responsabilità di governo dello Stato ha compiuto un atto di infedeltà politica tutelando dallo Stato una persona clandestina o non - marocchina, egiziana o italiana che sia - come se le istituzioni di controllo potessero abusare di lei?

Le soluzioni sono semplici semplici, eccole:

a) Alle prime tre la risposta corretta e teorica sarebbe non si può, quella empirica (leggi italica), invece, è si può, anzi, si fa proprio così.

b) Alle altre tre, la risposta eticamente corretta è sì, empiricamente, nel Paese del nepotismo e dello scilipotismo, invece si risponde no.

Esito del test.

Chi ha risposto rispettivamente si fa proprio così e no è promosso nel popolo delle libertà, può risiedere nella casa delle libertà e vince uno scilipotino col faccino fronte-retro in bronzo.

Chi, invece, ha risposto alle prime tre non si può e sì alle altre è marchiato a fuoco come comunista ed è condannato all'espatrio verso un Paese dove non ci sia un popolo delle libertà ma uno più retto e serio.


interventi dello stesso autore  discussione chiusa  condividi pdf