Soldi alla scuola non alla guerra
Coordinamento Collettivi studenteschi di Milano e provincia - 12-11-2010
Facciamo appello a tutte e tutti affinché si esprimano e si mobilitino in favore della scuola pubblica.
A fronte dell'assurdo aumento della spesa militare e della cifra esorbitante che costa alle finanze pubbliche comprare aerei da guerra e bombe, ci raccontano che per tutto il resto non ci sono soldi.
Vogliamo la cancellazione dei progetti faraonici e costosi che favoriscono la cooperazione tra scuole e aziende che producono armi.
Rifiutiamo i pericolosi programmi promossi da Gelmini e La Russa (in particolare Mini-Naja e Allenati per la Vita) che introducono insegnamenti para-militari paralleli o in alternativa alla scuola pubblica che non hanno intenzione di finanziare.

1) TROVARE I SOLDI PER LA SCUOLA TAGLIANDO LA SPESA MILITARE
A fronte di 8 miliardi di euro tagliati con la finanziaria 133 del 2008 per la scuola, l'Università e la Ricerca, la spesa militare è di 29 miliardi di euro*, con una crescita di 5 miliardi di euro* nell'ultimo anno

2) SCUOLE, ASILI E ASSUNZIONE DEI PRECARI AL POSTO DI F35 E EUROFIGHTER
La spesa di 15 miliardi di euro per gli F35 basterebbe a realizzare 3000 asili nido oppure mettere in sicurezza di 1000 scuole; i 12 miliardi di euro di spesa per gli EuroFighter sarebbero sufficienti per sostenere 2 anni di stipendio di 182.000 precari della scuola.

3) ABOLIRE LA MINI-NAJA PERCHE'
a) Corsi di addestramento militare diventano validi per il riconoscimento di crediti formativi scolastici.
b) 10.772.720 euro su 20 milioni di spesa arriveranno direttamente dai soldi risparmiati nelle scuole.
c) Lo status di militare assoggetta i partecipanti alla Mini-Naja al tribunale e alla giurisdizione militare che prevede reati quali disobbedienza, insubordinazione, manifestazioni o grida sediziose.

4) ANNULLARE IL PROTOCOLLO "ALLENATI PER LA VITA"
Introduce corsi paramilitari paralleli ed equivalenti al programma scolastico.

5) INVESTIRE NEI LABORATORI, NELLE MATERIE DI INDIRIZZO, NELLA RICERCA E NON NELLA COOPERAZIONE CON L'INDUSTRIA DELLA GUERRA
Ad esempio il progetto "Cosmo Skymed", costa ai contribuenti 1 miliardo e 100 milioni di euro e vede gli studenti coinvolti in ricerche e studi per lo sviluppo delle tecniche militari e spaziali a beneficio di Finmeccanica.

COORDINAMENTO DEI COLLETTIVI STUDENTESCHI DI MILANO E PROVINCIA
Collettivi: Collettivo Itsos Stainer, Collettivo Rebelde Parini, Collettivo Roberto Franceschi Vittorio Veneto, Collettivo Rosa Luxembourg, Collettivo Cardano, Collettivo Majorana-Rho, Collettivo Iskra Manzoni Linguistico, Collettivo Erasmo da Rotterdam Sesto, Collettivo Varalli, Collettivo Gentileschi, Collettivo Primo Levi Bollate, Collettivo Carlo Porta, Collettivo Marie Curie.
Studenti di: Boccioni, Molinari, Ettore Conti, Ferraris, Severi, Besta, Giorgi, Benini Melegnano, Einstein Vimercate, Galileo Galilei, Pacle, Carducci, Dudovich, Vespucci, Capac, Falk Cinisello, Manzoni, Leonardo da Vinci.

Firme per adesione:
www.petitiononline.com
discussione chiusa  condividi pdf