Viceministro Castelli, si vergogni!
Forum Insegnanti - 09-01-2010
Caro viceministro, si vergogni! Lei è lì per rappresentare il popolo italiano e se un cittadino ha qualcosa da dire ha il dovere di ascoltarlo e soprattutto di non deridere e insultare i cittadini che espongono i problemi dovuti alla situazione a cui voi, classe dirigente, avete portato l'Italia.

Vogliamo consigliarle di ripetere bene la storia. Al popolo che protestava perchè non aveva pane, la regina Maria Antonietta rispose sprezzante: "Se non avete pane, mangiate brioche". Ebbene, poco dopo il popolo fece la rivoluzione e sappiamo tutti bene la fine che ha fatto la regina.

La precaria siciliana le dice che a Palermo non si trova lavoro neanche da shampista e lei, preso dalla sua retorica razzista anti-meridionale, risponde di andare a lavorare... facendo anche vergognose osservazioni sul suo essere "giovane e carina": per cosa? Per andare a prostituirsi forse? Complimenti davvero! Lei sì che capisce il Paese, i suoi problemi, le sue preoccupazioni!

Abbiamo inoltre scoperto che la scuola che il governo e la Lega hanno in mente è quella di metà '900, con 44 alunni per classe. Confortante sapere che invece di andare avanti state riportando la scuola indietro al secolo scorso.

Il Forum Insegnanti
09.01.2010


Video dell'intervento di Barbara Evola, docente precaria siciliana, ad Anno Zero

interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf

 Sergio Betti    - 10-01-2010
Ma no, via... il Viceministro Castelli voleva solo esortare la signorina ad andare avanti ("giovane e carina" era così per dire) …magari prendendo esempio dalla Carfagna e, perché no, dalla Gelmini.

 Virginia Mariani    - 10-01-2010
... che vergogna, è vero! mi son trovata pure io a assistere a questa miseria umana nell'attesa delle vignette di Vauro, l'unica cosa che ormai vedo per non fare il cosiddetto malesangue che, invece, ho dovuto fare ugualmente!
Gliele avete inviate queste poche righe, vero?
La collega, comunque, è stata bravissima a tenergli testa, a quella testa di...

 Natale Scuderi    - 10-01-2010
Innanzitutto solidarietà alla collega insultata da Castelli!
Ho avuto modo, qualche mese fa, di ascoltare la trasmissione radiofonica "Un giorno da pecora" che aveva come ospite proprio il viceministro; ebbene quale non è stata la mia meraviglia quando ho appreso dalla viva voce dell'Ing. Castelli che, lui ha partecipato alle occupazioni del '68!!
Proposta: qualcuno se lo ricorda? A qualcuno ritorna in mente questo giovane che, sempre a suo dire, ad un certo punto li ha mandati a quel paese perché aveva capito che lì c'era gente poco seria?
Nell'attesa di qualche riscontro mi preme sottolineare che le partecipazioni di costui ad "Anno zero" sono sempre a metà tra maleducazione (interrompe sempre chi parla) e la più becera propaganda leghista.