tam tam |  sociale  |
Pd. Bersani sceglie il nemico giurato del popolo Rom
www.everyone.com - 13-11-2009
Milano, 9 novembre 2009
Cari direttori, capiredazione e giornalisti: questo non è un comunicato stampa, ma una nota con cui desideriamo aggiornarvi sulle difficoltà in cui vengono ormai a trovarsi le organizzazioni che si impegnano contro razzismo e persecuzione etnica. Ci rendiamo conto che ognuno di voi cerca di fare bene il proprio lavoro, ma anche di come sia difficile orientarsi, oggi, nel campo dei Diritti Umani, dove un uomo di destra come Fini appare illuminato e in linea con le Carte dei Diritti dell'Uomo, mentre un "comunista" come Bersani si sta circondando di personaggi anti-integrazione. Questa è una email che abbiamo inviato ai politici e agli attivisti vicini al Pd e ai suoi alleati. Cerchiamo spesso di dialogare con le Istituzioni e le forze politiche, a volte ottenendo risultati importanti. Intratteniamo corrispondenza regolare via email con numerosi politici della maggioranza e dell'opposizione. Qualcuno ci chiede consiglio in momenti fondamentali per le scelte politiche italiane. Noi rispondiamo esattamente quello che ci sembra giusto e utile, senza inutili diplomazie. La politica riguarda il "bene" e il "male" e il nostroi gruppo cerca di difendere i valori universali del "bene": la vita, l'uguaglianza, il rispetto, le pari opportunità, la dignità di tutti, i diritti sanciti dalle grandi Carte. Siamo convinti che quando la politica sarà capace di rappresentare l'uguaglianza fra tutti i cittadini e non si proporrà solo di ottenere consensi vendendo "pelli umane", sarà un gran bene per noi, che stiamo facendo sacrifici e correndo rischi inauditi e per voi, che di certo fate fatica a orientarvi in un ginepraio di notizie che spesso provengono da fonti propagandistiche e non imparziali. Ogni tanto se ne avete voglia, fate una visita al nostro sito: pubblichiamo notizie che viviamo in prima persona. Qualcuno ci accusa di "esagerare", ma i nostri dossier, i nostri servizi, le nostre ricerche sono sempre state confermate da delegazioni imparziali e da osservatori obiettivi. Purtroppo, al contrario, tralasciamo spesso di riferire particolari raccapriccianti e macabri o abusi talmente gravi da parte di chi dovrebbe tutelare la vera "sicurezza" da sembrare frutto di invenzione.
Buon lavoro, Roberto Malini
...

Pd. Bersani sceglie il nemico giurato del popolo Rom come suo braccio destro. Il lupo perde il pelo...

Milano, 9 novembre 2009. Nell'anniversario della Notte dei Cristalli, con cui ebbe inizio la persecuzione nazista degli ebrei e dei nomadi", che porterà allo sterminio di milioni di innocenti, Pierluigi Bersani annuncia chi sarà il suo braccio destro: Filippo Penati ( www.clandestinoweb.com). Ma come, non parlava, Bersani, di solidarietà, amicizia fra i popoli, rispetto dei Diritti Umani, durante la campagna elettorale che lo ha portato a capo del Pd? Tutto dimenticato. Il lupo - il partito del "razzismo rosso" che Franceschini e la Serracchiani stavano cercando di rendere più umano - perde il pelo, ma non il vizio. Amici antirazzisti... lasciate ogni speranza: si ricomincia, anzi, non si vede una fine. Proprio stamattina il Gruppo EveryOne ha soccorso una famiglia messa sulla strada, al freddo, senza assistenza, a Pesaro, città amministrata dal Pd e dai suoi alleati. Per cacciarla e intimare al capofamiglia (la cui moglie è disabile psichica) il sindaco (chiamato dai Rom del posto "Il Diavolo che Ride") ha scomodato addirittura un assessore, che ha detto al capofamiglia: "Dovete smetterla di cercare rifugio in baracche o sotto i ponti, perché mando i vigili e le ruspe. Qui non abbiamo case popolari per voi né assistenza sociale. Ve ne dovete andare senza se e senza ma". Conosciamo da tempo i "compagni" pesaresi e abbiamo constatato come provino un perverso piacere nel fare del male, nel vedere dolore, desolazione e morte (a Pesaro le Istituzioni sono responsabili di diverse morti di Rom). A chi continua a illudersi che il problema italiano sia Berlusconi, noi continuiamo a ripetere che no, non è lui. Lui è un uomo compromesso, che per evitare di veder crollare il suo impero, tiene il potere fra i denti, accettando pesanti compromessi con la propria coscienza, come quello di seguire la politica intollerante, antieuropea, antimeridionalista della Lega Nord o di "agevolare" organizzazioni non certo istituzionali cui sembra debba molti favori. Ma se cadesse ora Berlusconi e se lo sostituisse l'attuale centro-sinistra, non pare che si verificherebbero grandi progressi civili o che si modificherebbero gli effetti dell'odio razziale, che non è "di destra", ma è italiano.

Something about... Filippo Penati

Penati: "Lombardi Caccia i rom" il giorno.ilsole24ore.com

Penati: "Basta parlare di accoglienza: tolleranza zero con i rom!" www.partitodemocratico.it

Penati: "I rom portano un'impennata di reati. Non sono mica i Gypsy King!" www.partitodemocratico.it

Roberto Mailini

discussione chiusa  condividi pdf