Chissą se ora vi faranno leggere Alda Merini
Doriana Goracci - 03-11-2009
Cari studenti delle scuole italiane, leggete ancora Ada Negri, mandate gił a memoria l' Adelchi e anche qualche brano dei Promessi Sposi? La Ginestra vi hanno detto che non č solo un fiore forte e selvaggio? Oggi vi dico, pretendete che vi facciano leggere Alda Merini, che la biblioteca della scuola abbia i suoi libri di poesia, da comprare con la cassa comune, cercate come un tesoro notizie della sua vita, ne scoprirete tante di gemme.
Voi copiatela, scopiazzatela , rubate le frasi, scrivetele sui diari e nelle mani, anche su un muro, che tanto fanno schifo quelli delle cittą. Fatevi carezzare da questa matta, scomparsa oggi a qualunque sguardo non a quello di chi ancora fruga tra le sue parole, i sogni...Ogni mattina, un piccolo morso, un assaggio, un ripasso d'amore di normale follia..."Cambierą Schiena dritta contro il vento..."


Da "La carne degli angeli"

Fosse mai scesa una carezza

che attraversasse i secoli

come una lama aperta.

Oh strazio della mia mente

che ha amato un ragazzo libero

che non conosce patria

ti avrei rinchiuso in un manicomio

se le lacrime verdi del tuo sguardo

non mi avessero regalato canzoni


Alda Merini


interventi dello stesso autorediscussione chiusa  condividi pdf