tam tam |  sociale  |
Italia - Iran: che accade?
Piemonte indymedia - 11-03-2009
SISMI E SISDE SPIANO CENTRI SOCIALI E SOCIETA' DEL GOVERNO IRANIANO

"Il Governo Italiano non ha mai posto in essere azioni ostili contro il Governo Iraniano".

E' il laconico comunicato di Palazzo Chigi dell'11 giugno 2008 ("Iran: Governo, illazioni false, mai azioni ostili")

Silvio Berlusconi e il Governo Italiano stanno raccontando un sacco di balle? Leggetevi come il SISMI spia in Italia le società controllate dal Governo Iraniano. Sino a oggi (e fino a quando non sarà oscurato) sarà ancora possibile farlo sul sito:

http://piemonte.indymedia.org/article/3566

E' pubblicata una lettera riservata inviata al presidente della Repubblica e ai 2 Direttori dei Servizi di intelligence (Sismi e Sisde) da uno 007 che si chiama Altana Pietro. Nella missiva si fa cenno ad incarichi (per conto del SISMI) relativi ad attività di intelligence contro i Centri Sociali e tutte le società controllate dal governo Iraniano in Italia (l'agente del Sismi fa il nome delle società NISCO, IRASCO, IRITEC, IRISA, TEEN TRANSPORT, IRAN AIR, etc etc).

In questo imbarazzante contesto il Ministro degli Esteri Franco Frattini s'è affrettato a dire che l'Italia considera l'Iran come un "interlocutore" affidabile per la questione afgana (da "Stato Canaglia" a "interlocutore affidabile"?)

OCCHIO CHE GLI IRANIANI NON SONO POI COSÌ COGLIONI COME CREDIAMO.

Related link: http://piemonte.indymedia.org/article/4294
discussione chiusa  condividi pdf

 david    - 25-05-2009
SISMI e IRANIANI - Prima si spiano poi gli si tende la mano.


Quei nicolòmachiavelli(ci) del SISMI - ora Aise - rispolverano la strategia del “bastone e la carota”



Dopo che s'è sparsa la notizia che SISMI e SISDE spiano gli iraniani il Governo Italiano tenta di correre ai ripari.



Links (*):


http://piemonte.indymedia.org/article/3566

http://piemonte.indymedia.org/article/4294


Obiettivo: uscire dall'imbarazzante spy story! Come? Con una prima teatrale performance, sotto le mentite spoglie dell'iniziativa editoriale (ma scatteranno presto altre operazioni “simpatia” e numerose altre “carinerie” mediatiche studiate a tavolino).


Si presta all'uopo il Gian Guido Folloni, presidente dell'enigmatico ISIAMED - 'Istituto Italiano per l'Asia e il Mediterraneo. Folloni è una vecchia conoscenza del SISMI. Al tempo del Rais di Baghdad, Saddam Hussein il suo nome circolò al fianco di trafficanti d'armi internazionali – del calibro di Augusto Giangrandi e Carlos Remigio Cardoen - come tra i beneficiari di generose forniture di greggio iracheno. I ben informati sostengono che grazie ai buoni uffici di Forte Braschi riuscì ad uscire indenne dall'inchiesta “Oil for Food”.


Che dice Gian Guido Folloni degli iraniani? Lo spiega lui stesso in una missiva circolarizzata presso gli ambienti giusti (che ha un oggetto che è tutto un programma):



“Leggere la rivoluzione iraniana a Roma”.



Link:



http://piemonte.indymedia.org/article/5025



Spiare e adulare. Il bastone e la carota.


Il Ministro degli Esteri Franco Frattini però (prudenzialmente) preferisce non farsi vedere dal Presidente iraniano.


A monte il meeting. Non si sa mai ...




(*) Nei links sucitati è' pubblicata una lettera riservata inviata al presidente della Repubblica e ai 2 Direttori dei Servizi di intelligence (Sismi e Sisde) da uno 007 che si chiama Altana Pietro. Nella missiva si fa cenno ad incarichi (per conto del SISMI) relativi ad attività di intelligence contro i Centri Sociali e tutte le società controllate dal governo Iraniano in Italia (l’agente del Sismi fa il nome delle società NISCO, IRASCO, IRITEC, IRISA, TEEN TRANSPORT, IRAN AIR, etc etc).

 john    - 01-11-2009
News from the Indymedia portal at the link:

http://piemonte.indymedia.org/article/6178
“U.S. investigation in Genoa "Violated the embargo on Iran"

Thursday, October 29th, 2009 in Genoa, the financial police searched the offices of an Iranian-Italian company specialized in the import-export: it was the crucial step taken on an international letter rogatory in the United States. The suspicion is that, through a system of "triangulation" of trade between countries, unrelated to any "black list" have been violated restrictions imposed after the UN Security Council resolutions on particular types of industrial supplies to Iran. Not fully understood the terms of engagement with the Iranian company based in Genoa, where, however, were acquired documents to be sent to the USA.

Site Indymedia has discovered that years ago the Italian military secret service spied many Iranian society - all controlled by the Iranian government - with operational base in Genoa. The site publishes some confidential SISMI's documents where he reveals the names of some secret agents: Altana Pietro and Renato Raso.