Illegittimi
Scuola della Repubblica - 04-02-2009
Per la Scuola della Repubblica
Comitato di Firenze


Nota informativa n. 1/09

L'iter dei provvedimenti attuativi delle leggi Gelmini e l'efficacia della CM n. 4/09

Come Ŕ stato comunicato la Conferenza Unificata ha dato un parere negativo sullo schema di regolamento per la scuola dell'infanzia e del primo ciclo di istruzione.

Il parere, come Ŕ noto, non Ŕ vincolante; Ŕ comunque un parere autorevole che pu˛ essere efficacemente utilizzato nella contestazione dei provvedimenti attuativi delle geggi Gelmini; purtroppo per˛ ancora non si conosce il testo.

Ora lo schema di regolamento dovrÓ essere esaminato dal Consiglio di Stato per il prescritto parere; dopo il Consiglio dei Ministri dovrÓ approvare il testo definitivo che dovrÓ essere emanato dal Presidente della Repubblica e pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Fino a quando il regolamento non sarÓ pubblicato nella G.U. Ŕ ovvio che lo schema predisposto dal Consiglio dei Ministri non ha alcuna efficacia giuridica; di conseguenza la CM n. 4/09 emanata dal Ministro per le iscrizioni per l'a.s. 2009/2010 , allo stato attuale, non ha alcuna efficacia perchŔ si basa su atti allo stato inesistenti.

Pertanto sono illegittimi:

a) i moduli allegati alla CM n. 4/09 che si basano su provvedimenti inesistenti;

b) eventuali modifiche al POF adottati sulla base degli schemi dei regolamenti ancora giuridicamente inesistenti.

Allo stato attuale le iscrizioni devono essere fatte sulla base del POF regolarmente approvate sulla base della normativa attualmente vigente, come stabilisce l'art. 3, ultimo comma del DPR n. 275/99.

Alleghiamo un modello di atto di diffida che si pu˛ fare prevenire ai Dirigenti scolastici nell'ipotesi che si chieda l'applicazione degli schemi di regolamento ancora non approvati.

Ci riserviamo di inviare una sollecita nota informativa in merito non appena i regolamenti dovranno essere approvati e restiamo a disposizione per ogni opportuna informazione.

p. il Comitato Corrado Mauceri


interventi dello stesso autore  discussione chiusa  condividi pdf