breve di cronaca
Cinque turisti minorenni devastano le scuole medie di Spotorno
IVG - 19-08-2008
Spotorno. Cinque minorenni in vacanza in Riviera sono stati identificati dai carabinieri come responsabili del danneggiamento delle scuole medie di Spotorno di via Verdi, avvenuto la notte scorsa [17 agosto u.s. -ndr].
Sono stati alcuni abitanti della zona, preoccupati dalle urla e dai rumori provenienti dal plesso scolastico, a chiedere l'intervento dei militari, che una volta giunti sul posto hanno visto alcuni giovani allontanarsi dall'edificio.

Dopo aver constatato l'infrazione e la catena di danneggiamenti, i carabinieri hanno richiesto l'intervento di una seconda pattuglia. I militari hanno deciso di perlustrare le vie della città ed hanno individuato in centro i cinque ragazzi di età compresa tra i 12 e i 15 anni, due milanesi e tre genovesi, fermandoli per un controllo. Gli uomini dell'Arma hanno potuto così identificare i cinque, riconoscendoli dalle impronte delle suole delle loro scarpe lasciate sulla polvere degli estintori.

I tre 15enni sono così stati denunciati per danneggiamento aggravato al tribunale dei minori di Genova, per i due dodicenni solo una ramanzina in quanto troppo giovani per essere incriminati.

L'edificio è stato completamente messo a soqquadro, distrutti numerose plafoniere, imbrattati i muri con insulti, bestemmie e altre frasi, danneggiati irreparabilmente computer, fotocopiatrici, impianto hi-fi e molta altra attrezzatura multimediale sulla quale sono stati svuotati degli estintori a polvere, per un totale stimato di oltre 30 mila euro di danni.

Chiamati in caserma i genitori del branco invece di prendersela con i propri figli si sono scagliati contro i militari, "accusandoli di aver sbagliato". Sconfortato il commento del capitano Orlando Pilutti, comandante della compagnia carabinieri di Savona: "Sempre più spesso in casi come questi i genitori difendono per principio i propri figli anche quando le prove sono schiaccianti e attaccano i carabinieri: trovo questo comportamento altamente diseducativo".


discussione chiusa  condividi pdf