Precari scuola e corsi di recupero: un'assurditÓ nell'assurditÓ
Simona Enrietti - 10-06-2008
Alcuni insegnanti precari dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Aldo Moro" di Rivarolo Canavese si pongono un problema, l'ennesimo, che riguarda l'organizzazione del lavoro nella scuola.

Un'Ordinanza Ministeriale emessa a novembre impone di sospendere il giudizio sugli allievi non sufficienti a fine anno e di scrutinarli nuovamente entro il 31 agosto.

Peccato che la scuola sia in gran parte composta di precari con contratto in scadenza al 30 giugno.

Al precario giÓ in vacanza o impegnato in un altro lavoro, o semplicemente ritornato al paesello natio all'altro capo dello stivale Ŕ richiesto di ripresentarsi presso la sua ex-scuola per preparare le prove e valutarle in uno scrutinio extra.

Contratto giornaliero come per i raccoglitori stagionali di frutta e verdura (del resto raccoglie i "frutti" del lavoro estivo degli allievi). E' tenuto a presentarsi?

A leggere l'ordinanza sembrerebbe di sý; ma secondo il contratto dei lavoratori certamente no.

Come (quasi) sempre, la soluzione Ŕ affidata al buon senso dei lavoratori della scuola, che spesso riesce a compensare quello che manca ai legiferatori della Stessa.

Per ora i precari del "Moro" hanno sollevato il problema con la CUB Scuola di Torino.

Che rompiscatole! Non possono inviare semplicemente un certificato medico come i tanti che arriveranno nei giorni dell'Esame di Stato? Dove credono di essere? Non certo in Italia.




Per le colleghe ed i colleghi dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Aldo Moro" di Rivarolo Canavese

Simona Enrietti


discussione chiusa  condividi pdf

 Franco Labella    - 25-06-2008
Non Ŕ necessario inviare alcun certificato per la buona ragione che, a meno di ripensamenti in seguito ad una campagna di opinione, della quale per la veritÓ non si vede traccia, il rapporto di lavoro si interrompe.
Attenzione anche alle modalitÓ con le quali si richiede l'indennitÓ di disoccupazione perchŔ, in questo caso, al danno si aggiungerebbe anche la beffa.
Vi segnalo un link di approfondimento della questione:
http://www.flcgil.it/notizie/news/2008/giugno/docenti_precari_indennita_di_disoccupazione_ordinaria_per_i_precari_impegnati_nei_corsi_di_recupero_e_negli_scrutini_integrativi
Aggiungo che, se l'Ordinanza fosse letta in maniera diversa da come viene interpretata generalmente, la questione precari ed anche la questione "ripristino esami di riparazione" contra legem troverebbe una soluzione in grado di conciliare il principio di legalitÓ con le aspirazioni sacrosante di valorizzazione della professionalitÓ .
Scusandomi per l'autocitazione vi segnalo quanto ho scritto mesi fa:
http://www.docenti.org/Terza_pagina/terza/new_disciplina_debiti.htm
Franco Labella