breve di cronaca
2008/2008: tagli all'educazione fisica
C.A.P.D.I. - 08-02-2008
Pochi giorni fa, il Ministero della PI ha illustrato le linee guida del nuovo decreto interministeriale sugli organici della scuola per il prossimo anno scolastico 2008-2009 ed i contenuti della circolare esplicativa di accompagnamento (Circolare n° 19 del 1° febbraio 2008), a seguito delle disposizioni impartite con la Finanziaria 2008.

In sostanza sono previsti nuovi tagli sia per il personale docente che per il personale Ata, anche se "diluiti in un triennio" (dal 2008/09 fino al 2010/2011), per un numero che si aggirerà intorno agli 11.000 posti in meno per ciascun anno.

Nel titolo "Istruzione secondaria di II grado" della circolare, tra le varie disposizioni si richiama la seguente: "Le cattedre di Educazione fisica sono costituite in relazione al numero delle classi anziché per squadra distinta per sesso. Rimane la possibilità, previa deliberazione del Collegio dei docenti, di attivare ancora le squadre sulla base delle attitudini e le esigenze degli alunni, qualora ciò non comporti incrementi di ore o di cattedre, rispetto alla costituzione delle cattedre per classi".

Quindi tagli, ancora tagli anche all' Educazione fisica, indipendentemente dalle situazioni, dalle esperienze consolidate, dalle buone pratiche in barba alla decantata " Qualità della scuola" e all' autonomia scolastica.

Non sappiamo quante sono le realtà scolastiche che verranno toccate dalla nuova disposizione, ma certamente la sensazione è che a tutt'oggi ci siano parecchi istituti, soprattutto i licei, dove l'educazione fisica è insegnata per squadra.

E ancora nel titolo" Istruzione secondaria di I grado al punto d): " Si richiama l'attenzione sulla circostanza che lo schema di DM allegato alla presente, in attuazione dell' art 35 della legge 289/03 prevede la costituzione della cattedre con 18 ore di insegnamento con riferimento alle classi di concorso .....A030. Si darà attuazione a tale operazione dopo la formazione delle cattedre e dei posti interni e, in via residuale, quelli esterni, utilizzando gli spezzoni che dovessero residuare in ambito provinciale per la costituzione delle cattedre orario esterne.

Anche questo articolo potrebbe ridurre le ore di educazione fisica ( es. nelle cattedre di prolungato ) e conseguentemente far diminuire i posti in organico

Non sappiamo quali margini ci siano per impedire il procedere di tale miope politica, ma sicuramente già da domani ci attiveremo per capire con politici e sindacati il "da farsi" e studiare con voi, le iniziative e le lotte possibili.

Nel frattempo vi invitiamo:

1) A INVIARE LETTERE DI PROTESTA E DI DISSENSO MOTIVATE AI MINISTRI ( ISTRUZIONE E SPORT), PARTITI POLITICI E SINDACATI

2) A FAR CONOSCERE LA PROBLEMATICA E SENSIBILIZZARE GLI STUDENTI E I COLLEGHI, I GENITORI LA SOCIETA ' CIVILE, I MASS MEDIA

Inviateci copia delle iniziative che saranno pubblicate nel sito www.capdi.it

Si allega articolo tratto dalla Gazzetta dello sport del 5 febbraio 2008

Il presidente
Flavio Cucco


discussione chiusa  condividi pdf