breve di cronaca
Il pronto intervento per le supplenze brevi
Tuttoscuola - 19-06-2007
C'e' una novita' molto interessante nel nuovo regolamento per le supplenze (decreto ministeriale del 13 giugno 2007), inserita nell'art. 5, che prevede supplenti disponibili al pronto intervento per coprire supplenze brevi fino a 10 giorni nelle scuole dell'infanzia o primarie.
Uno dei maggiori dati critici della gestione delle supplenze di questi anni e' stata la cronica crisi di nomine di supplenti per brevi periodi, a causa del rifiuto quasi sistematico ad accettare proposte di nomina ritenute poco vantaggiose. Rifiuto che non comportava conseguenza alcuna per il supplente (che manteneva intatti i diritti di graduatoria), ma che aveva invece pesanti ricadute organizzative sulle segreterie e sul servizio nelle scuole primarie o dell'infanzia (con frequenti smembramenti della classe "scoperta" e affidamento degli alunni ad altra classe).
"Gli aspiranti a supplenze nelle scuole dell'infanzia e primaria - dice la disposizione - possono indicare fino ad un massimo di 2 circoli didattici e 5 istituti comprensivi in cui dichiarino la propria disponibilita' ad accettare supplenze brevi fino a 10 giorni con particolari e celeri modalita' di interpello e presa di servizio.
In occasione del verificarsi di tali supplenze brevi sino a 10 giorni, nelle scuole interessate si dara' luogo a scorrimento prioritario assoluto della graduatoria nei riguardi dei soli aspiranti di prima, seconda e terza fascia che hanno fornito tale disponibilita'".
Precedenza di nomina, dunque, per questi volontari della task force di pronto intervento, anche con chiamata su cellulare o via e-mail, ma depennamento da questa graduatoria speciale di circolo/istituto in caso di rifiuto non giustificato con mantenimento nella graduatoria ordinaria, dove, in caso di due rifiuti di proposta di nomina, si viene posti in coda alla graduatoria.

discussione chiusa  condividi pdf

 Laura Tussi    - 21-06-2007
In pratica i dirigenti scolastici, per attribuire le supplenze annuali, temporanee e brevi, dovranno utilizzare le graduatorie di prima fascia di tutta la provincia. Una disposizione questa che imporrà agli uffici di segreteria un iter lungo e costoso, senza considerare che, nei tempi necessari per trovare l’avente diritto alla supplenza, le classi resteranno inevitabilmente prive d’insegnanti con ulteriore scadimento dell’offerta formativa.

 rossana paziente    - 13-11-2007
Ho avuto in incarico di una supplenza breve. inferiore a 10 gg.
Ho dovuto fare un fax di rinuncia per assistenza temporanea per analisi preoperatorie a mia madre
è questa motivazione valida per non essere depennata dalla graduatoria delle suppl. brevi??