Doriana Goracci - anno scolastico 2007-2008
Doriana Goracci - 20-08-2008
Il libretto-fumetto leghista, strumento di cultura per la scuola media inferiore, tra le frasi pi¨ emblematiche che accompagnano le vignette, scrive: "Tutti i libri di testo insegnavano i valori del fascismo che dovevano formare gli italiani del domani, disciplinati e fieri allo stesso tempo". Avanzano 1300 copie nei depositi della casa editrice del suddetto e quindi a settembre, grembiulini e attenti alla condotta, le scolaresche potranno godere nelle scuole lombarde di questa ulteriore distribuzione di tesoretto culturale, dove fanno chicchirichý i galli che cantano "we are the padan cocks" e che beccando hanno inghiottito Garibaldi, scomparso dall' unitÓ d'Italia.
Doriana Goracci - 12-05-2008
La cronaca di Viterbo registra un ulteriore atto di "bullismo" definito di "estrema violenza" dagli investigatori locali. Si tratta di un ragazzo di 14 anni appena compiuti e, arrestato la mattina del 7 maggio dalla squadra mobile di Viterbo, per aver sottoposto un suo coetaneo a ripetute violenze come avergli bruciato i capelli o spegnergli le sigarette sulle braccia. Non era solo ma in compagnia di altri due adolescenti non imputabili in quanto non hanno ancora compiuto 14 anni. Nei confronti dell'adolescente il gip del tribunale dei minori di Roma ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Doriana Goracci - 28-04-2008
ChissÓ che conseguenze avrebbe a patire, oggi, un certo "insurrezionale" Piero Calamandrei se dicesse ai giovani, come fece nel 1955 di "andare in pellegrinaggio nel luogo dove Ŕ nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati,
nei campi dove furono impiccati
". Nei fatti, noi cittadini comuni, non possiamo liberamente incontrare il detenuto nel carcere, nel Cpt o nell'ospedale psichiatrico, senza un attestato che dichiari la nostra parentela o appartenenza ad una associazione.
Doriana Goracci - 08-02-2008
La fine la stiamo vedendo: sono cominciate le scommesse, i gratta gratta che non ti fanno vincere niente, questa Ŕ la politica italiana.
Sono tutti convinti, magari con un aiuto miracolistico di qualche santo da calendario, che vinceranno le elezioni, avranno pur tragica ragione di queste affermazioni. Ripetono o ci convincono a farlo o sono certi davvero che hanno ancora un potere occulto e forte che ci fa accettare telegiornali nazionali dove vediamo in prima serata la consorte Mastella pregare da Padre Pio prima di andare al lavoro alla regione, la moglie giusta per un marito che darebbe tutto pur di esserci sempre.
Doriana Goracci - 01-02-2008
In questi giorni di consultazioni febbrili al Palazzo, io lo ammetto, mi rifugio sempre pi¨ spesso dalle 20, 30 in un altro Palazzo, dove "Un posto al sole" non me lo toglie nessuno e godo di certe Miserie e NobiltÓ... E' una malattia televisiva che mi prese nel 1982, quando me la giustificai con la nascita del primo figlio e lo stare lontana dal lavoro all'ora di pranzo: eh giÓ allora erano i giorni di Dancing Days con Sonia Braga, invece oggi Ŕ un'accattivante fiction italiana di Rai Tre a produzione napoletana, che dal primo pomeriggio Ŕ passata alla prima serata, a catturarmi.
Doriana Goracci - 01-11-2007
Avvicinandosi la data fatidica del 2 novembre, Ŕ stato fatto il funerale definitivo all'inchiesta per il G8 del 2001 a Genova.

C'Ŕ chi si chiede se era nel programma dell'attuale governo, renderla possibile. Ritengo sia corretto anche far sapere che con 22 voti contrari e 22 voti
favorevoli la commissione non Ŕ riuscita ad affidare il mandato al relatore a riferire in aula ed erano assenti i due rappresentanti della Rosa nel pugno.
Doriana Goracci - 26-10-2007
6 anni e 4 mesi non Ŕ una condanna, Ŕ il tempo trascorso da quando andai a Genova. Arrivai che pioveva, io e altri cinque, loro avevano tutti meno di
diciotto anni. Non avevo ben chiara la ragione del mio
essere lÓ, se non che dovevo proteggere quella testa riccioluta di mia figlia, che voleva un altro mondo possibile come i suoi compagni, che divennero anche miei nel viaggio verso l'illegalitÓ, dove tutto fu davvero possibile.
Doriana Goracci - 12-10-2007
Sembra che una gran voglia ha portato a votare migliaia di lavoratori per il Welfare, lavoratori avete sentito bene. Io che non ci capisco niente, penso che molti hanno pensato di risparmiarsi una bella manciata di giornate di sciopero. Alcuni, quelli dei piani di sopra, in alto per capirci, esultano e si fregano le mani, mentre altri ricominciano a dire che che non ci stanno, non Ŕ vero, non Ŕ giusto questo voto. Siccome tanti lavoratori con il contratto fermo o che non ce l'hanno mai avuto non hanno votato, ecco che gli si fornisce un'occasione vicinissima nel tempo, meno di una settimana e si vota.

Accontenteranno questi incontenibili vogliosi. Non si fanno divieti, neanche ai minori.

Ma cosa hanno votato e chi?
Doriana Goracci - 24-09-2007
Non dotata di fede, non vorrei accendere candele votive, affidare a Ges¨ o Maria la serenitÓ di un paese che ha smarrito la testa e il cuore. Non ho fatto voto di fedeltÓ, nŔ di castitÓ. Ripenso alla chiesa della Madonna della PietÓ che f¨ eretta nel 1451 come ex voto per una cruenta battaglia tra briganti ed i signori del luogo. Ripenso a tutti quei voti, a quelli che ancora cercano e chiedono e a me arriva allora, come l'Orsola di D'Annunzio, un "invincibile fiotto di nausea dal fondo della maternitÓ le salý alla gola e le fece torcere la bocca".
Selezione interventi
Ultimi interventi
Anno scolastico 2000 - 2001
Anno scolastico 2001 - 2002
Anno scolastico 2002 - 2003
Anno scolastico 2003 - 2004
Anno scolastico 2004 - 2005
Anno scolastico 2005 - 2006
Anno scolastico 2006 - 2007
Anno scolastico 2007 - 2008
Anno scolastico 2008 - 2009
Anno scolastico 2009 - 2010
Anno scolastico 2010 - 2011
Anno scolastico 2011 - 2012
Anno scolastico 2012 - 2013
Anno scolastico 2013 - 2014
Anno scolastico 2014 - 2015
Anno scolastico 2015 - 2016
Anno scolastico 2016 - 2017
Anno scolastico 2017 - 2018
Anno scolastico 2018 - 2019
Anno scolastico 2019 - 2020
Anno scolastico 2020 - 2021