spazio forum DIDAweb spazio forum DIDAweb
25 Luglio 2021 - 07:42:07 *
Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.

Login con username, password e lunghezza della sessione
News:
Benvenuti nello spazio forum del DIDAweb.

Per segnalazioni o richiesta di informazioni, non esitare a contattarci all'indirizzo forum@didaweb.net
 
   Home   Help Ricerca Login Registrati  
Pagine: [1]
  Stampa  
Autore Topic: Open Society - 'Sicurezza all'italiana'  (Letto 1969 volte)
aemme
Sr. Member
****
Posts: 299


Guarda Profilo
« il: 15 Luglio 2008 - 06:44:05 »

NOMADI/ ONG DI SOROS ACCUSA:
ITALIA AGITA SPETTRO PERSECUZIONI ROM
Studio molto critico intitolato 'Sicurezza all'italiana'

Bruxelles, 15 lug. (Apcom) - Open Society, la ong del magnate ungherese George Soros, accusa l'Italia di "abusi" nei confronti dei rom e, in uno studio condotto con altre quattro organizzazioni non governative e intitolato 'Sicurezza all'italiana: impronte digitali, violenza estrema e molestie ai rom', lancia un allarme: "La portata della recente ondata di azioni razziste e xenofobe contro i rom in Italia riporta indietro alle persecuzioni dei rom negli anni '30 e '40".

"L'Ue dovrebbe definire uno standard europeo per l'inclusione dei rom e non lasciare il governo Berlusconi creare i suoi propri criteri di esclusione de facto dei rom", osserva Andre Wilkens, direttore dell'Open Society di Bruxelles. Per Tara Bedard, dello European Roma Rights Centre, "le autorità in Italia stanno capitalizzando le paure dei loro cittadini sull'immigrazione e la sicurezza per portare avanti una politica di odio nei confronti dei rom". Con il risultato che "le impronte digitali ai bambini, la distruzione delle case e la violenza fisica sono diventati una parte della quotidianità per molti rom in Italia".

Il rapporto è esplicito nel descrivere la genesi dell'attuale situazione. "Ad aprile 2008 Forza Italia ha vinto le elezioni, portando il livello di sentimenti anti-rom nei discorsi ufficiali a livelli senza precedenti", si legge nel rapporto, che definisce i provvedimenti approvati dal governo "chiaramente in violazione delle leggi nazionali e internazionali". Inoltre, "paragonando la sola presenza dei rom nel paese ad uno stato di emergenza, i membri del governo hanno iniziato una campagna per schedare le impronte digitali di tutti gli abitanti dei campi rom, violando le regole sulla protezione dei dati". Al tempo stesso "i campi rom sono stati attaccati da cittadini italiani, anche nel caso di Ponticelli che, dal 13 maggio scorso, è stato attaccato e raso al fuoco tre volte da orde" di cittadini italiani. (Segue)


http://notizie.alice.it/notizie/politica/2008/07_luglio/15/nomadi_ong_di_soros_accusa_italia_agita_spettro_persecuzioni_rom,15447740.html
Loggato
Pagine: [1]
  Stampa  
 
Salta a:  

Powered by SMF 1.1.20 SMF © 2006-2008, Simple Machines