il sangue e la storia 
[ Testo:  precedente  successivo  ]  [ fascicolo ]  [ autore
Massimo Silvestri
[ mose@email.it ]
 
SUL BORDO DI UN ALTRO INFINITO
 
nessuno ti vide volare
con le ali di cera
di conchiglie e piume
tra gli sciami d'istanti
tra gli increduli eventi
e su un piano infinito
in combinazione di forze
nelle forme indecise
nessuno ti vide
tra i cicli di origine e fine.
nel vuoto di un cono di luce
tra gli dei singolari che vissero lý
nella materia assenti
al dolore della tua gravitÓ
tra gli universi in fuga
ormai stanco nessuno ti vide
a ritroso nel guscio del tempo.
ombra bizzarra di Icaro!
con le tue ali di cera
di conchiglie e piume
nessuno ti vide volare
e dove pi¨ remoto Ŕ lo spazio esterno
e dove l'assoluto regna nessuno ti vide,
nessuno ti vide dove regna l'altrove.