GES  TORNATO SULLA TERRA

Oreste De Santis

[personaggi n.19 + corpo di ballo]
Dio
Madonna
Ges
San Pietro
4 angioletti
Diavolo
A. Gabriele
San Ciro
San Giovanni
M.Teresa di Calcutta
Padre Wojtyla
Sant Antonio
San Gennaro
Padre Pio
ladro 1 / ladro 2


la trama in breve

In paradiso Dio, Ges, la Madonna e San Pietro discutono dei guai del mondo, tutti, in un modo o nell’altro, sembrano incolpare Dio di tutte le disgrazie (terremoti, epidemie, etc) che succedono sulla terra; sono convinti che Dio  arrabbiato con gli esseri umani e perci manda loro tutti questi drammi.. La voce gira in tutto il paradiso e Dio, pur ribadendo che la colpa non  sua, ma degli uomini, che sono artefici del proprio male, sembra non riuscire a convincere nessuno, anzi la situazione peggiora, cos preso dallo sconforto e per dimostrare ancora il suo amore per gli esseri umani, decide di far tornare Ges sulla terra rolex replica.

(La scena deve dare l’idea del paradiso.)

(Musica celestiale: “In Paradiso di Oreste De Santis.
A tutte le musiche  possibile abbinare balletti a seconda delle esigenze degli insegnanti.
Le battute in napoletano sono state tradotte in italiano, in corsivo tra parentesi.
Al centro un bel mappamondo, oppure una cartina del mondo sulla parete.
Dopo la musica, Dio, Ges, la Madonna e San Pietro discutono sui guai del mondo, seduti a semicerchio con il grande mappamondo al centro.
)

Dio guardate l, guardate l, io non ci posso credere, ma non  possibile (indicando il mappamondo)
Gesù e invece  la realt
San Pietro gli uomini si stanno perdendo, non hanno paura pi di nulla, fanno guai su guai
Madonna peccati su peccati
San Pietro  la natura dell’essere umano, nun ce sta niente a fa
(non c’e niente da fare)
Dio e con questo che vorresti dire San Pietro? Che adesso la colpa  mia?
San Pietro voi ?, ma per carit non mi permetterei mai forse mi sono espresso male, per se ci pensate bene in 2000 anni su questa terra sono successi sempre tanti guai
Dio e allora insisti, insomma tu vuoi dire per forza che la colpa  mia
San Pietro va b ho capito,  meglio se non parlo pi
Madonna io invece sono preoccupata
Gesù mamm e di che cosa?
Madonna come di che cosa? questi laggi con tutte le tragedie che stanno succedendo, credono sempre di meno, non pregano, e cosa ancora peggiore, perdono sempre di pi la fede
Gesù mamma che cosa vuoi dire?
Dio e lo so io che cosa vuole dire, qua mi sembra che dite tutti quanti la stessa cosa, dico bene San Pietro?
San Pietro stavolta non ho detto niente
4 angioletti (entrano 4 angioletti, gridando, ognuno dice una battuta in sequenza nel finale tutti insieme gridano) live (pronunciato letteralmente laiv, accompagnando il grido con un passo e la mano avanti) notizie, notizie, notizie e notizie, live
San Pietro bone o malamente? (buone o cattive?)
4 angioletti notizie, fresche, brutte, purtroppo (ogni angioletto dice una parola, oppure tutti insieme)
San Pietro e ti pareva
Dio che  successo ancora ?
Gesù avanti, angioletti, parlate pure senza timore
4 angioletti Dio, Maria, Ges e San Pietro,  arrivato un terremoto devastante in Iran
San Pietro uh, mamma mia, mamma mia, ma che state dicendo?
4 angioletti proprio quello che abbiamo detto
San Pietro e ce lo venite a dire di prima mattina?
4 angioletti noi le notizie le diciamo quando succedono in tempo reale, live (tutti insieme)
Dio va bene, va bene, cari angioletti, grazie per la notizia, adesso andate pure
4 angioletti (tutti insieme) Dio, Maria, Ges e San Pietro, arrivederci
Gesù e teneteci informati  mamm ma che volevi dire prima?
Madonna ma  semplice, i terremoti i maremoti, le epidemie, gli esseri umani, c’è poco da fare, pensano che vengono tutti da quass
Gesù come sarebbe da quass?
Madonna ma s, che tutte queste tragedie ce le mandiamo noi
San Pietro noi poi
Dio ah, insomma ancora? Maria adesso ti ci metti pure tu? Anche tu vuoi dire che la colpa  mia
Madonna ma io lo so che non  colpa tua, e che invece sono gli uomini che con le loro azioni stanno distruggendo tutto quello che tu gli hai donato
Gesù ma s, inquinano i mari, distruggono le foreste e fanno morire la gente di fame, tutto ci non  pi ammissibile
Dio lo vedete che se vi sforzate lo dite anche voi? Insomma la colpa non  mia
San Pietro l’altra volta sono andato nella stanza dell’ascolto delle voci della terra, e tutti, mio signore, invocavano un vostro perdono
Gesù per se invocano il tuo perdono, pap,  perch credono che sei tu, che gli mandi tutte queste tragedie, anche se non  vero
Dio ma io non gli ho mandato niente, sono loro che stanno rovinando tutto, non si amano pi, le famiglie stanno scomparendo non c’è pi amore per niente, io vedo in giro solo guerre e tanto odio
San Pietro purtroppo 
Madonna e ogni giorno  sempre peggio
San Pietro purtroppo
Gesù pap, dobbiamo far qualcosa, li dobbiamo aiutare, gli esseri umani si sono persi nel mare dell’abbondanza, dei facili consumi, dell’odio e dell’egoismo
Madonna s, sono d’accordo con Ges, li dobbiamo aiutare
San Pietro signore, ma ditemi una cosa, ma voi perch non li volete aiutare?
Dio (arrabbiato si alza) oh, insomma basta, San Pietro, Madonna e Ges, sapete che vi dico? Io mi sono scocciato,  meglio se me ne vado, voi vi siete fissati con me stamattina, ma guardate un po (esce arrabbiato)
Madonna, Ges, San Pietro (escono dietro di lui gridando rispettivamente) tesoro, ma dove vai, pap, pap, mio signore, scusa, mio signore(San Pietro si porta via il mappamondo) non vi volevo offendere, aspettate
Diavolo (sul proscenio parla al pubblico –mentre i bambini del balletto si posizionano) Ah, ah, ah, come sono contento, come sono contento, sto vincendo io. E per natale ah, ah (risata diabolica), per natale ho una sorpresa speciale, un bel tsnumi, ah, ah che goduria, un grande maremoto, una cosa grossa che far parlare tutto il mondo, ah, ah, ah

(balletto del diavolo - canzone “Eccomi qui)

Eccomi qui
(Testo e musica di Oreste De Santis)

Eccomi qui io sono qui
Io sono quello che tu cerchi da tanti d
Molto potente intelligente
Se tu lo vuoi far di te un gran fetente

Non t’arrabbiare che ci vuoi fare
Sembra che il male va pi forte dell’amor
Se vuoi il successo e la ricchezza
L’amore e la bellezza
Vieni con me e saprai che cosa far

Lasciati andar non ascoltar
Se c’e qualcuno che ti dice non lo far
Sarai felice con tanti amici
Con me tu avrai tutto quello che mi dici

Non t’arrabbiar che ci vuoi far
Sembra che il male va pi forte dell’amor
Se vuoi il successo e la ricchezza
L’amore e la bellezza
Vieni con me e saprai che cosa far

(musica)

Molto potente intelligente
Se tu lo vuoi far di te un gran fetente

Lasciati andar non ascoltar
Se c’e qualcuno che ti dice non lo far
Se vuoi il successo e la ricchezza
L’amore e la bellezza
Vieni con me e saprai che cosa far

Se vuoi il successo e la ricchezza
L’amore e la bellezza
Vieni con me e saprai che cosa far

(finito il balletto tutti escono)
(rientrano, da lato opposto al diavolo, prima Dio poi uno dietro l’altro)

Dio ho detto di no. questo non lo voglio fare
Madonna e va bene, non c’è bisogno mica di gridare
Gesù pap, la verit  che tu stai troppo agitato e nervoso
San Pietro l’ho detto pure io. Dio, voi state troppo nervoso, che dite ve la faccio una bella camomilla?
Dio non voglio niente
4 angioletti notizie, notizie, notizie e notizie, live
San Pietro ancora?
Dio avanti, parlate che  successo questa volta?
4 angioletti siamo venuti per dirvi che il terremoto in Iran ha causato un sacco di morti, soprattutto bambini, il numero per non ve lo diciamo
Dio e si pu sapere il perch?
4 angioletti come perch? perch voi gi lo sapete  naturale, ce l’avete mandato voi il terremoto, no?
Dio e dalle (ancora?) adesso vi mettete pure voi ? Io non ho mandato niente  chiaro, la dobbiamo smettere, con questa storia.ma chi  che mette queste voci in giro?
4 angioletti (in coro indicando) San Pietro
Dio ah, ma allora tenevo ragione, San Pietro sei stato tu, e io lo sapevo disgraziato fetentone
San Pietro no, ma, non  cosi .
Gesù Pietro, non vorrai dirci le bugie in paradiso, spero
Madonna San Pietro non ti permettere.
San Pietro ma no, nessuna bugia, solo che però….
Tutti i 4 angioletti però…
San Pietro non  come pensate voi
Tutti i 4 angioletti e allora com’è?
San Pietro b in effetti io.
Tutti i 4 angioletti (in coro indicando)  stato San Pietro,  stato San Pietro
San Pietro ah, che turmiento, ma chi va mannato stammatina? (a, che tormento, ma chi vi ha mandato stamattina?)
Madonna e quando  successo, miei cari angioletti, raccontatemi, quando ve l’ha detto, ve lo ricordate?
4 angioletti (tutti) certamente, signora Madonna Immacolata
Gesù e avanti ditelo cosa aspettate
4 angioletti tutti i giorni San Pietro ce lo diceva, anche la domenica, tutti i giorni
San Pietro ma iatevenne ciucciuvettele (andate via uccellacci del malaugurio)
Dio siete sicuri ?
4 angioletti (tutti) altroch
San Pietro ma state ancora qua? Ma non avete nient’altro da fare?
Madonna ma su, Pietro, non t’arrabbiare, non  certo colpa loro
Angioletti noi diciamo solo la verit live
San Pietro mamma mia, come m’è antipatico questo …live (imitando)
Dio grazie angioletti per tutto quello che mi avete detto, adesso vi potete ritirare, andate pure
San Pietro avete sentito, ve ne potete andare, andate, andate
4 angioletti s, mio signore, arrivederci
San Pietro state ancora qua?
4 angioletti andiamo, andiamo
San Pietro e non tornate pi
Dio allora era come pensavo, Pietro te lo avevo letto negli occhi che eri stato tu
San Pietro e va bene, mio signore, sono stato io, ma l’ho detto una volta sola, poi sapete come succede in paradiso, le voci volano da nuvola a nuvola, Dio misericordioso infinitamente buono, perdonate questa mia debolezza
Madonna caro, mi sembra sincero, non l’ha fatto per cattiveria
Gesù pap lo penso anch’io
Dio e va bene, va bene ti perdono
San Pietro sempre umilmente devoto, per .
Gesù però… che c’è San Pietro, parla…non temere
Dio ma stai attento a quel che dici
San Pietro volevo solo dire che se anche non siete stato voi, mio signore,  anche vero che voi siete il pi grande, e se voi volete. Tutte queste tragedie le potete fermare, o sbaglio?
Gesù ma certo che le pu fermare, non temere mio padre ha un cuore grande
Madonna ma anche tu Ges sei tanto buono

(marcetta trionfale “Gabriele annuncia l’arrivo dell’Arcangelo Gabriele che accompagna l’entrata con un goffo e breve balletto)

Arc.Gabriele (entra) annunciazione, annunciazione, scusate se interrompo questa amorevole riunione di famiglia, ma ho una comunicazione importante da fare al mio illustrissimo, misericordioso, imparagonabile, grandisssimo, ma che dico, magnifico e infinitamente, nonch tanto...
Dio (interrompendo) va bene, va bene, Gabriele lascia perdere i convenevoli, fai l’inchino e poi dimmi la notizia
San Pietro  sicuramente coccate guaio ( sicuramente un altro guaio)
Madonna San Pietro e per favore non date subito le sentenze ascoltiamo Gabriele
Gabriele grazie, signora Madonna
Gesù Gabriele, vuoi parlare ?
Gabriele s subito, dunque qui fuori ci sono, San Ciro, San Giovanni, Madre Teresa di Calcutta, Padre Karol Wojtyla, Sant Antonio, e San Gennaro ,
San Pietro nisciune chi? (nessuno pi?)
Gabriele sono capitanati da Padre Pio e vogliono parlare subito con voi
Dio e non potevano aspettare? Lo sanno bene che  domani il giorno delle udienze
Arc. Gabriele dicono che  troppo importante, e che se non li fate entrare, sospendono le preghiere
Dio u, e questo  un ricatto
San Pietro sembra proprio di s
Gesù questo non  ammissibile
Dio ma come si permettono?
Madonna caro, non ti arrabbiare, avranno saputo degli ultimi eventi e sono preoccupati,
Gesù forse ha ragione mamm, pap facciamoli entrare, magari hanno qualche suggerimento da darci
Dio e va bene, Gabriele, falli entrare
Arc. Gabriele subito, mio grande, misericordioso, illuminato…e
Dio Gabriele, lascia perdere .. Fai l’inchino e falli entrare
Arc.Gabriele subito (fa l’inchino ed esce)
Padre Pio  permesso?
(entrano tutti)
Dio entra pure, Pio, e dimmi perch avete tutta questa urgenza di parlarmi
Padre Pio ecco, mio signore, scusa la nostra urgenza, ma la cosa  di estrema importanza
Gesù va bene, siamo qui per ascoltarvi, adesso parlate pure
Padre Pio se permettete, per farci perdonare di questa urgenza, caro Dio, abbiamo voluto omaggiarti con una balletto.entrino pure gli angeli
(Entrano gli angeli del paradiso)

Canzone degli angioletti
(Testo e musica di Oreste De Santis)

Sembra non ci sia pi nulla
Che vada bene
L sulla terra la vita peggiora ogni giorno
Ma l’amore dov’è?
Sembrano un po tutti matti
Nessuno sa cosa fare
Ma la ricetta  la stessa
Donare l’amore ecco cosa si fa

(Rit.): noi siano gli angeli del paradiso
Voliamo alti su nel cielo
Ma se occorre noi veniamo presto gi
Noi siamo gli angeli del paradiso
Voliamo alti su nel cielo
Ma vediamo tutto e tutti da quass
Noi siamo gli angeli del paradiso
E se tu fai una preghiera
Su nel celo un bel sorriso apparir

Noi siamo fatti cos
(coro) siamo fatti cos
Ci piace cantar
(coro) ci piace cantar
Tutti i giorni  cos
(coro) tutti i giorni  cos
Ci piace cantar
(coro) ci piace cantar

Noi siamo gli angeli del paradiso
E se tu fai una preghiera
Su nel cielo un bel sorriso apparir

(musica)

(Rit.:) noi siano gli angeli del paradiso
Voliamo alti su nel cielo
Ma se occorre noi veniamo presto gi
Noi siamo gli angeli del paradiso
E se tu fai una preghiera
Su nel cielo un bel sorriso apparir

(se si vuole qui pu finire la prima parte oppure si continua)

Dio miei cari Santi, vi ringrazio per il balletto che ho molto apprezzato, adesso per dite quello che avete da dirmi
Padre Pio subito, signore tu lo sai, noi ti amiamo, ma negli ultimi anni, non riusciamo pi a contenere le proteste degli essere umani
Dio le proteste, ma quali proteste?
San Gennaro Dio, tu mi conosci, io sono sbrigativo quando parlo, e quindi te lo dico chiaro, chiaro, a Napoli e in tutto il sud c’è troppa povert, la gente non ce la fa pi e poi
Sant Antonio ah San Gennaro, per favore non incominciamo, diciamo tutta l’Italia per non dire il mondo, se incominciamo a parlare ognuno per la propria citt non la finiamo pi, tu questa Napoli la metti sempre in mezzo
Karol W. (parlando con voce grossa) giusto ha ragione Sant Antonio, e se non lo dire lui a te, lo dicevo io a te, dobbiamo rispettare gli accordi che abbiamo preso, tu hai capito a me?
San Gennaro (imitandolo ironicamente) s, io ho capito a te
San Pietro basta che lo dice qualcuno
San Ciro e va bene basta, con le polemiche adesso andiamo avanti e lasciamo parlare Padre Pio
San Pietro fortuna che eravate d’accordo
Dio insomma parlate s o no?
Madre Teresa di Calcutta avanti, Pio, di pure quello che devi dire
Padre Pio s subito, dunque io vi volevo chiedere se potevate essere pi clemente con gli esseri umani, noi abbiamo ascoltato le voci che giungono dalla terra, e loro vi chiedono umilmente perdono, e secondo me sono sinceri
Madre Teresa e quindi mio signore se potevate evitare in futuro di mandare sulla terra tutti questi terremoti, maremoti ed epidemie, vi saremmo umilmente grati
Dio ah, ma io mi sono scocciato, ma qua vi siete tutti impazziti?, ma come ve lo devo dire io non ho mandato niente sulla terra, la colpa  degli essere umani, come ve lo devo far capire?
Madre Teresa lo sapevo, (agli altri Santi) ve l’avevo detto che non era possibile che Dio facesse una cosa del genere
Karol W. sulla terra tutti pensare cos, che voi stare molto arrabbiato e perci mandare sempre catastrofi in tutto il mondo
San Giovanni confermo, ormai sulla terra la pensano tutti cos
Sant Antonio io a qualcuno l’ho detto che la colpa non era vostra, ma nessuno mi crede
San Ciro  la verit mio signore, pure io ci ho provato, ma nessuno ci crede che non siete arrabbiato
Dio ma io sono arrabbiato,
San Ciro ah ma allora state arrabbiato?
Dio ma certamente, sono molto arrabbiato perch gli uomini mi offendono tutti i giorni, ma nonostante ci, non ho fatto quello di cui mi si accusa
Madre Teresa avete visto che era come dicevo io, sta arrabbiato ma non  stato lui
Sant Antonio Teresa, ma tu dici sempre la stessa cosa?
Padre Pio e come facciamo adesso a far cambiare idea a tutto il mondo che non siete voi a causare tutti questi sfracelli?
Karol W. sono tutti convinti che essere voi l’artefice di tutti questi guai
Dio uffa,
Gesù pap, dobbiamo far qualcosa
Madonna tesoro, fatti venire un’idea
Dio io? Ma piuttosto San Pietro,
San Pietro io? E io che posso fare?
Karol W. giusto, lui non buono, lui essere bravo solo ad aprire porte e cancelli
Dio e invece tocca a lui, San Pietro fatti venire un’idea che la colpa di tutto questo putiferio  solo tua
San Pietro e va bene, io ci ho pensato e un’idea ce l’ho
Gesù ah davvero ?
Madonna e sentiamo
San Pietro s subito (breve pausa silenziosa)
Tutti i Santi stiamo aspettando
San Pietro e un momento.dunque l’unico sistema, mio signore secondo me,  di dimostrare il vostro amore con un grande gesto
Dio e che cosa posso fare?
San Pietro semplice, fate ritornare Ges sulla terra, date un altra possibilit agli essere umani, e vedete se questa volta lo accolgono bene, e se lo accolgono come si deve, voi vi impegnate a far terminare tutti questi brutti eventi, questa  la mia idea
San Gennaro (ironico) e che bella idea.
San Ciro (ironico)  proprio una grande idea
Karol e questa essere idea?
Madre Teresa ma che idea  questa?
San Giovanni era meglio se non dicevi niente
San Pietro ma voi la tenete un’idea?
Tutti i Santi no
San Pietro e allora che parlate a fare? State zitti. Ma guardate un po
Dio Ges allora hai sentito che hanno detto
Gesù ma certo che ho sentito, non sono ancora diventato sordo
San Giovanni Ges, tu sei la nostra unica speranza per far cambiare idea a tutti
Padre Pio e allora che dici? Ges, tu ci vuoi tornare sulla terra?
Gesù ma nemmeno per sogno, l’ultima volta mi hanno crocifisso
Tutti i Santi lo sappiamo
Gesù ah lo sapete, benissimo, e allora se lo sapete lasciate perdere, perch io (commosso) sento ancora il dolore dei chiodi nei piedi e nelle mani
Madonna (commossa) povero figlio mio, comprendetelo, ha sofferto molto
San Giovanni effettivamente i chiodi nella carne fanno molto male
San Ciro e tu che ne sai? Mica l’hai provato?
San Giovanni non lo so, ma me lo immagino
Gesù ( commosso) invece io non me li immagino, io il dolore me lo ricordo bene
Madonna povero figlio mio(accarezzandolo)
Tutti i Santi e allora che facciamo?
San Giovanni se Ges non vuole, cari colleghi, ci tocca trovare un’altra idea
Gesù va bene, va bene, se mio padre vuole, nonostante i chiodi ...io sono disposto ancora al sacrificio
Madonna bravo Ges e non ti preoccupare stavolta sono sicura che non andr cos, non sarai crocifisso, perch gli essere umani la lezione ormai l’hanno capita
Karol Wojtyla speriamo, speriamo
Padre Pio chissà…
San Pietro a me non mi pare proprio
Madre Teresa, San Gennaro, Sant Antonio dobbiamo avere fiducia negli esseri umani
San Ciro sono d’accordo anch’io, bisogna dargli un’altra possibilit
San Giovanni sar difficile ma  giusto tentare d’altronde i chiodi
Gesù i chiodi me li becco io giusto?
San Giovanni per carit io non volevo dire questo
Dio e va bene, basta, ho deciso, che Ges ritorni sulla terra, Ges vatti a preparare la valigia che tra un po devi partire
Gesù e va bene torniamo sulla terra mi vado a preparare la valigia (esce)
San Pietro la valigia? Ma quale valigia, quello deve nascere in una grotta senza niente
Dio no questa volta cambiamo
Santi come sarebbe cambiamo?
Dio questa volta mio figlio non sar un bambino e non nascer in una grotta
Madonna e come hai pensato di farlo arrivare sulla terra?
Dio questa volta il figlio di Dio sar un barbone con la valigia di cartone
Tutti un barbone?
Dio s, un barbone in cerca di pane, alloggio e affetto, arriver sulla terra la vigilia di natale, stanco, affamato e con tanto bisogno di calore umano
Tutti e che far?
Madonnabusser la porta di tutte le case per chiedere un po di pane, un letto caldo e un po d’affetto, e se per la vigilia di natale nessuno lo accoglier in casa e lo lasceranno morire affamato e al freddo
Tutti che succede?
Dio succede che mi dispiace, ma la terra non si salver dalle mille tragedie che ancora per molti anni gli piomberanno addosso,
Tutti ma perch?
Dio perch vorr dire che gli essere umani hanno lasciato che trionfasse il male e hanno smarrito l’amore
Madonna quell’amore verso il prossimo, la natura gli animali, la terra, la vita
Dio tutto quell’amore che gli ho donato tanto tempo fa
Sant Antonio questa volta andr bene sono sicuro
San Giovanni ma s, se arriva a Firenze lo accoglieranno tutti a braccia aperte
Madre Teresa Dio, se Ges arriva in India qualcuno l’ospiter sicuramente
Wojtyla se lui arrivare in Polonia, tutti dare a lui pezzo di pane con patate e cipolle
San Gennaro (ironico) Ges cambia itinerario, ascolta un amico
Sant Antonio da noi troverebbe sicuramente qualcuno che gli offrir un pezzo di polenta calda
Padre Pio Ges, vieni a Pietralcina che un bel piatto di orecchiette pugliesi fatte in casa, nessuno te lo negher
San Ciro Ges se vieni a Portici ti prometto che per natale ti facciamo mangiare il capitone
Tutti i Santi (tranne San Ciro e San Gennaro) (un po invidiosi) e se il capitone non gli piace che si mangi?
San Gennaro e ve lo dico io, se il capitone non gli piace si mangia una bella pizza napoletana, piena di mozzarella di vera bufala, pomodoro San Marzano, e basilico di Sorrento e vi faccio vedere che dopo mangiato la pizza, da Napoli non se ne va pi
Dio basta, basta adesso andate ad avvisare il mondo della sua venuta e sperate che vi crederanno
I Santi s, andiamo subito (escono tutti )
San Gennaro (esce per ultimo cantando una canzone napoletana) baste ca ce sta o sole ca c’è rimasto o mare 
Dio questo canta sempre
Madonna (affettuosa) caro, sei veramente un Dio misericordioso
Dio lo so, adesso per andiamo a vedere anche noi come lo accolgono (escono)

canzone dei diavoletti
Ah che occasione
(Testo e musica di Oreste De Santis)

I pi forti siamo noi
Diavoletti sulla terra
Noi sappiamo cosa fare
Per convincerti
A venire insieme a noi

Il potere noi ti diamo
La bellezza e la ricchezza
Prendi a volo l’occasione
E veloce impara presto la lezione

Ah che occasione
Tu con noi ti farai una posizione
Ah che occasione
Cosa aspetti a provare l’emozione

Come fanno gi in tanti
Che non Sanno pi il bene e l’amore cos’è
Con noi si dimentica tutto
Si vive una nuova realt

Cose brutte da fare
Mille le anime da conquistare
Offrendo la luna e le stelle
Ma se occorre di pi

Diavolo (parla uscendo all’opposto da dove sono usciti Dio e Madonna) Bravi, bravi, miei fedelissimi adesso andate e convincete gli uomini a venire insieme a noi ah, ah, ho vinto, ho vinto, Ges ritorna sulla terra come un barbone e per la notte di natale chieder ospitalit, ma nessuno lo aiuter, figuriamoci, gi mi immagino la scena, lo derideranno, lo prenderanno a calci e lo cacceranno via, figuriamoci se qualcuno lo far entrare in casa proprio alla vigilia di natale, non trover nessuno disposto a fare un tale gesto d’amore ah,ah,ah, ho la vittoria in pugno e finalmente il male trionfer sul bene, miei fidi servitori preparatevi, questo sar un natale che nessuno mai scorder ah, ah , ah (esce)

Gesù (con la valigia di cartone vestito da straccione che porta in braccio uscendo sul lato opposto a quello del diavolo) ma dico io, tu vuoi cambiare e va bene, “come un extracomunitario devi arrivare (imitando la voce grossa di Dio) e va bene, io non dico niente, ma almeno la valigia me la vuoi fare pi leggera? Questa pesa un accidente, non ce la faccio pi (si ferma un attimo ad asciugarsi il sudore e poggia la valigia a terra)

(due ladri arrivano di spalle e tentano di rubargli la valigia,)

Ladro 1 stai fermo (gli punta una pistola) e non ti succeder niente, fermo
Gesù (con le mani in alto) lasciatemi, non vi ho fatto niente
Ladro 2 tu no, ma se non stai zitto e non la smetti di gridare, ti succeder sicuramente qualcosa
Gesù ma che volete da me?
Ladro 1 solo la tua valigia
Gesù la valigia? E che ci dovete fare? Siete in partenza?
Ladro 2 ah ma sei spiritoso e tiene pure a capa tosta, ti ho detto che devi star zitto
Gesù ma io.
Ladro 1 zitto
Ladro 2 e basta. Ci siamo intesi? (pausa) ah finalmente l’hai capito, e che ci vuole a stare zitti?
Ladro 1 presto, prendi la valigia e incomincia ad andare, mentre io lo trattengo
Ladro 2 s, s prendo la valigia e. Incomincio... ad andare (non ce la fa ad alzarla)
Ladro 1 dai sbrigati fai presto, ma cosa stai aspettando?
Ladro 2 non ce la faccio,  troppo pesante,
Ladro 1 come sarebbe?
Ladro 2 quello che ho detto (sempre sforzandosi) non ce la faccio  troppo pesante
Gesù  quello che dico pure io
Ladro 1 tu stai zitto ,
Ladro 2 non ce la faccio, prova tu, (si scambiano i ruoli, uno con la pistola e l’altro con la valigia)
Ladro 1 e va bene tieni la pistola. Dannazione hai ragione  troppo pesante ma che ci tieni dentro ?
Gesù lo volete proprio sapere ?
Ladro 2 s e fai presto senn ti sparo
Gesù e va bene, ve lo dico, all’inizio non l’avevo capito, ma poi ci ho pensato e la spiegazione  stata semplice
Ladro 1 insomma non la fare tanto lunga, parla
Gesù in quella valigia ci sono tutti i peccati della terra, l’odio, l’invidia, la malvagit e tante altre cose le pi brutte, perci  cos pesante, e solo io, sudando, con fatica, però… solo io ce la faccio a portare
Ladro 1 ah davvero e perch tu ce la fai?
Gesù come perch? Perch io sono Ges il figlio di Dio
Ladro 2 gi, e io sono Napoleone
Gesù e tu invece chi sei?
Ladro 1 io? Io sono Tarzan (lancia l’urlo di Tarzan)
Gesù piacere, io sono Ges (allunga la mano)
Ladro 1 e 2 il figlio di Dio
Gesù bravi l’avete capito
Ladro 1 dai, andiamo, questo  matto (escono scappando sul lato opposto da dove sono entrati)
Gesù aspettate,  la verit io sono Ges, ma come non mi hanno conosciuto? Ah gi ma  normale, loro si aspettano un bambino, un bambino che nasce in una grotta, (un po arrabbiato parlando con Dio) una grotta talmente fredda che mi porto ancora tutta l’artrite addosso per via dell’umidit, si va be c’erano la mucca e l’asinello, ma in quella grotta ci voleva una stufa, o meglio ancora un camino, altro che mucca e asinello, ma adesso andiamo senn faccio tardi (esce con la valigia)

(musica e balletto finale: diavoli e angioletti)

(parte la musica, gli angioletti ballano soavemente, poi compare il diavolo -cambia la musica- e dietro di lui i diavoletti che tentano di abbracciare gli angioletti che resistono, la coreografia del ballo dovr far capire che alla fine vinceranno gli angeli sui diavoli.
Mentre il diavolo scapper, cacciato da tutti gli angioletti e i diavoletti trasformatisi in angeli, finito il ballo, tutti gli angeli e i diavoletti riconvertitisi - possibile significare la conversione con il tentativo degli angeli di mettere un cappello oppure un foulard azzurro al collo dei diavoletti-.
Alla fine si abbracceranno, formeranno un gran cerchio in modo da nascondere San Giuseppe, la Madonna e il barbone con la valigia di cartone, e dentro il cerchio si comporr il presepe.
Quando tutto sar pronto, il cerchio si aprir mostrando il presepe e Ges intento a mangiare una pizza con la valigia di cartone accanto -ben visibile la scatola della pizza-.
Restano tutti fermi in un quadro plastico, solo il barbone Ges si muove intento a mangiare voracemente la pizza.
)

Gesù la prima volta fu il latte, ma  normale ero un neonato, invece adesso la pizza, ma se proprio devo scegliere vi dico la verit:  meglio a. pizza (preferisco la pizza)
Tutti ca pummarola ncoppa (col pomodoro sopra)
Gesù s, pomodoro, mozzarella e basilico, quando l’assaggeranno in paradiso rimarranno tutti a bocca aperta, ve lo garantisco, adesso scusatemi ma sto indaffarato .buon natale a tutti
Tutti buon natale

(Inizia la canzone. Tutti cantano, Ges continua a mangiare)

Che bel natale
(testo e musica di Oreste De Santis)

Che bel natale che quest’anno ci sar
sar un natale ricco di umanit
con tanto amore, gioia nel cuore
questo natale buoni ci far
Che bel natale che quest’anno ci sar
saremo tutti insieme c’e anche il mio pap
che con la mamma e i cari nonni
il cane e l’uccellino
con noi una canzone canter

(Rit) e allora baci, abbracci, auguri, tanti
pacchi di regali ed un sorriso che per tutti
anche quest’anno ci sar
E ancora baci, abbracci, auguri, tanta
voglia di gridare a chi ancora non lo sa
che bella festa  questa qua

(musica +rit)

Che bel natale che quest’anno ci sar
saremo tutti insieme c’e anche il mio pap
faremo tutti una preghiera
per chi soffre e si dispera
questo natale buoni ci far
Faremo tutti una preghiera
per chi soffre e si dispera
questo natale buoni ci far

(finita la canzone si chiude il sipario)


Fine



N.B. - puoi ascoltare le canzoni inserite nel cd dello spettacolo direttamente sul sito dell’autore http://www.orestedesantis.com
Oppure scrivi a
orestedesantis@libero.it

   è una iniziativa didaweb/graffinrete