centro risorse per la didattica
Risorse per area disciplinare:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
Iscriviti alla news
Le newsletter
 
Attualità
Percorsi
Novità
Recensioni
 
Disabilità
Lavagna Interattiva
 
La tua segnalazione
Il tuo giudizio
 
Cataloghi in rete
 
DIDAweb
 

risorse@didaweb.net
 

  Cerca nel web:
Se sei un utilizzatore della toolbar di Google, puoi aggiungere anche il nostro pulsante:
Centro Risorse
  Condividi questa risorsa didattica
Partigiane

Partigiane

Guerra alla guerra : le donne nella Resistenza italiana
http://bellaciao.org/it/article.php3?id_article=8502
 

Quando inizia la partecipazione delle donne italiane alla Resistenza?

A quella quotidiana - per sconfiggere la fame e per garantire la sopravvivenza dei bambini  degli anziani e degli altri familiari  affidati completamente a loro poiché gli uomini erano militari o prigionieri -  sin dall'inizio della guerra. Se vi era stato consenso femminile al fascismo, questo comincia a incrinarsi e a infrangersi con le difficoltà di provvedere ai figli e ai familiari, di fronte all'esasperazione delle privazioni imposte quotidianamente. Nascono così le manifestazioni e le proteste condotte dalle donne dal '41 in poi, con le quali si svelano, al di là della propaganda fascista, le reali condizioni della popolazione italiana.

Le donne danno vita a ribellioni violente con assalti a magazzini o a istituzioni ogni qualvolta risultino troppo scarse le razioni alimentari: in questo caso insorgono, a costo della libertà o della propria vita, mentre fino a quel momento erano rimaste remissive, nonostante le loro pesanti condizioni esistenziali. Anche quelle più timide o timorose vi prendono parte, spinte dalla necessità della sopravvivenza primaria per sé, ma soprattutto per i familiari.

http://cle.ens-lyon.fr/italien/donne-guerra-e-resistenza-in-italia-2-37690.kjsp?STNAV=&RUBNAV=&RH=CDL_ITA100302
 
L'analisi dei giornali delle donne della Resistenza permette di capire meglio la portata della partecipazione femminile alla lotta di liberazione. "Noi donne" - titolo mutuato da una rivista francese del periodo del Fronte popolare - esce per la prima volta nel maggio 44, con edizioni locali. Accanto a questa rivista un ampio panorama di fogli locali e nazionali in cui - accanto alle cronache della guerra - emergono le rivendicazioni civili per il futuro stato democratico - Bianca Guidetti Serra
http://www.alpcub.com/25a8b.html
 
Giacomina Castagnetti - dei Gruppi in difesa della donna in appoggio alla lotta partigiana - Testimonianza dai giorni dell'infanzia alla Liberazione.
http://www.resistance-archive.org/en/node/326
 
Staffette partigiane, donne nella resistenza.
https://www.youtube.com/watch?v=hvYYkDSziIw
 
Oh Bella Ciao! La Resistenza taciuta delle Donne
https://www.youtube.com/watch?v=H_inS4d9hno
 
Intervista a Francesca Rolla (1915-2010) staffetta partigiana della Brigata Garibaldi "Gino Menconi", formazione "Ulivi" e donna della rivolta di Piazza delle Erbe a Carrara, del 7 luglio 1944.
https://youtu.be/-XTpXj05kRU
 
Noi donne, durante il regime fascista: testimonianze, verso la Resistenza
https://youtu.be/DyV8B5BK5OY
 
"Donne in Aprile". Autobiografia di una partigiana.
https://youtu.be/T-y3dQvyqKc
 
Condividi questa risorsa didattica


  Iscriviti alla news
Ricevi in posta elettronica le novità e una selezione di risorse utili per la didattica.

Iscriviti qui


Novità
Le ultime risorse per la didattica catalogate ed inserite nel nostro database.

ENGLISH LESSONS AND TESTS.

"Progresso e catastrofe" - In due parole tutto il Novecento Recensione al testo di Salvatore Natoli di UMBERTO GALIMBERTI

Percorsi
Proposte di selezioni e percorsi fra le risorse e i materiali in archivio.

Percorsi
Feste e calendari multiculturali.
Calendari solari e lunari, festività religiose e tradizionali delle diverse culture.

Percorsi
Steineriane
Le ''scuole nuove'' della pedagogia steineriana, contrassegnate dal paradosso di un’accettazione pratica e di un’ignoranza teorica da parte degli stessi utenti e degli operatori della scuola pubblica, tra ''fedeltà karmica'', incarnazioni di individualità che ritornano sulla terra, bambini indaco e apparente buon senso pedagogico.

  Ambiente virtuale collaborativo in evoluzione ideato e sviluppato da Maurizio Guercio è una iniziativa DIDAweb