centro risorse per la didattica
Risorse per area disciplinare:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
Iscriviti alla news
Le newsletter
 
Attualità
Percorsi
Novità
Recensioni
 
Disabilità
Lavagna Interattiva
 
La tua segnalazione
Il tuo giudizio
 
Cataloghi in rete
 
DIDAweb
 

risorse@didaweb.net
 

  Cerca nel web:
Se sei un utilizzatore della toolbar di Google, puoi aggiungere anche il nostro pulsante:
Centro Risorse
  SCHEDA RISORSA

Condividi questa risorsa didattica
Informatica
Tecnologia
Transdisciplinare

Il summit mondiale di Ginevra 2004- Societa' dell'informazione - A dieci anni dall'avvento di Internet i governi mondiali si interrogano sul 'digital divide'



Lingua: Italiana
Destinatari: Alunni scuola media superiore, Formazione post diploma, Formazione permanente
Tipologia: Ipermedia

Abstract:

Il summit mondiale di Ginevra

Societa' dell'informazione, due giorni per decidere il futuro

A dieci anni dall'avvento di Internet i governi mondiali si interrogano sul 'digital divide'

Ginevra si trasforma in capitale  mondiale dell'informazione. In Svizzera si sono dati appuntamentooltre 12 mila delegati di governo di 174 paesi per il summit della societa' dell'informazione.

 

A dieci anni dall'avvento di Internet il consesso planetario sulla comunicazione e i suoi codici si interroga sull'opportunita' che le nuove tecnologie possono fornire ai popoli se distribuite in modo equo e democratico.

 

Altrimenti il 'pianeta globale' rischia di trasformarsi in una pericolosa arma di discriminazione - il digital divide. Il Vertice si prefigge di indicare la strada da percorrere con l'approvazione, venerdi' prossimo, di due documenti.

 

Una dichiarazione di principi ed un piano d'azione che mira a ''trasformare il divario digitale in un'opportunita' digitale'', a rendere sicura la 'rete' e fare delle tecnologie uno strumento di sviluppo e di 'buon governo'.

 

Tali documenti sono la Magna Carta, la Costituzione della societa' dell'informazione a livello mondiale. La strada da percorrere sara' lunga: meno del 3% degli Africani hanno infatti accesso alle telecomunicazioni.

 

Un africano su 39 dispone di un telefono fisso e solo uno su 160 utilizza Internet. Il divario digitale e' inoltre ''multiplo''ma e' presente anche ad altri livelli come quello del contenuto. Buona parte dell'informazione su Internet e' molto lontana dai bisogni della popolazione e siccome il 70% dei siti Web utilizzano l'inglese, il punto di vista delle collettivita' locali rischia di essere soffocato.

 

Ci sono ancora alcuni punti di dissidio tra i vari paesi partecipanti. I negoziati che hanno preparato il Vertice non hanno tuttavia consentito di giungere ad un'intesa concreta su due punti importanti, l'amministrazione di Internet e la creazione di un Fondo di solidarieta' digitale destinato a finanziare lo sviluppo delle tecnologie dell'informazione.

 

Per entrambi e' stato deciso di incaricare il Segretario generale dell'Onu Kofi Annan di formare appositi gruppi di lavoro e di formulare proposte in vista della seconda fase del vertice, in programma a Tunisi nel 2005. Altro punto di attrito sono stati i media. Alcuni Paesi quali la Cina hanno tentato di minimizzare lo spazio dedicato alla stampa nei documenti del vertice.

 

A trattive concluse, ai media e' dedicato un'intero capitaletto che ribadisce il loro ruolo chiave nella liberta' di espressione e nella pluralita' dell'informazione e che incoraggia lo sviluppo di legislazioni nazionali che garantiscano l'indipendenza e la pluralita' dei media .



http://www.rai.it/news/articolonews/0,9217,68323,00.html

Condividi questa risorsa didattica

I giudizi degli utenti

Assenti

Aggiungi il tuo giudizio    Precedenti risultati   


  Iscriviti alla news
Ricevi in posta elettronica le novità e una selezione di risorse utili per la didattica.

Iscriviti qui


Novità
Le ultime risorse per la didattica catalogate ed inserite nel nostro database.

ENGLISH LESSONS AND TESTS.

"Progresso e catastrofe" - In due parole tutto il Novecento Recensione al testo di Salvatore Natoli di UMBERTO GALIMBERTI

Percorsi
Proposte di selezioni e percorsi fra le risorse e i materiali in archivio.

Percorsi
Feste e calendari multiculturali.
Calendari solari e lunari, festività religiose e tradizionali delle diverse culture.

Percorsi
Steineriane
Le ''scuole nuove'' della pedagogia steineriana, contrassegnate dal paradosso di un’accettazione pratica e di un’ignoranza teorica da parte degli stessi utenti e degli operatori della scuola pubblica, tra ''fedeltà karmica'', incarnazioni di individualità che ritornano sulla terra, bambini indaco e apparente buon senso pedagogico.

  Ambiente virtuale collaborativo in evoluzione ideato e sviluppato da Maurizio Guercio è una iniziativa DIDAweb