centro risorse per la didattica
Risorse per area disciplinare:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
Iscriviti alla news
Le newsletter
 
Attualità
Percorsi
Novità
Recensioni
 
Disabilità
Lavagna Interattiva
 
La tua segnalazione
Il tuo giudizio
 
Cataloghi in rete
 
DIDAweb
 

risorse@didaweb.net
 

  Cerca nel web:
Se sei un utilizzatore della toolbar di Google, puoi aggiungere anche il nostro pulsante:
Centro Risorse
  SCHEDA RISORSA

Condividi questa risorsa didattica
Pluridisciplinare
Dai blog di sopravvivenza ai siti riconvertiti in cerca-persone
Katrina irrompe in Rete

Lingua: Inglese
Destinatari: Alunni scuola media superiore, Alunni scuola media inferiore, Formazione permanente
Tipologia: Documentazione

Abstract:
03 settembre 2005
Dai blog di sopravvivenza ai siti riconvertiti in cerca-persone
Katrina irrompe in Rete
 
Il Web resiste alle devastazioni e nell’emergenza offre un nuovo caso di citizen journalism. Oltre che di solidarietà
NEW ORLEANS - Era un sito che serviva a pubblicizzare la sua attività di Web designer. Poiché tuttavia il suo indirizzo era Katrina.com (come la proprietaria, Katrina Blanketship), in questi ultimi giorni è stato sconvolto, come il resto degli Stati Uniti, dalla furia degli elementi che si è abbattuta sul Golfo del Messico. Ora è un sito che raccoglie appelli e informazioni sulle persone scomparse, offerte di aiuto, numeri telefonici utili, commenti e resoconti sulle devastazioni prodotte da Katrina, l’uragano. La metamorfosi è stata quasi una necessità, spiega la Blanketship, dopo che il suo website aveva avuto un’impennata di visite e la gente la chiamava per avere informazioni sui dispersi o sul percorso del ciclone.
IL BLOG - Ma il suo sito è solo un esempio di come la Rete - ancora una volta - funzioni in situazioni di emergenza da paracadute per le comunicazioni e da veicolo di informazione dal basso. In una New Orleans sommersa e paralizzata, dove elettricità, linee telefoniche e servizi pubblici sono saltati, c’è chi resiste aggrappandosi a un generatore diesel e a una rete di fibra ottica sepolta sotto le strade allagate. E’ il caso della Zipa, un’azienda di web hosting alloggiata al decimo piano di un palazzo della city, che continua a operare e che tramite Internet riesce anche a telefonare via VoIP. E tra i suoi ospiti – riporta Wired c’è un blog destinato alla celebrità: Mgn.com doveva essere infatti il diario personale di un manager, Michael Barnett; ora è diventato il giornale di sopravvivenza di New Orleans, l’unico blog ad essere scritto e fisicamente ospitato nel cuore della città. E ovviamente ha cominciato a riportare resoconti drammatici, descrivendo migliaia di persone “abbandonate” per tre giorni al Convention Center senza viveri né acqua in attesa di bus fantasma che non si sono mai materializzati. Al momento l’anomalo diario online riceve una media di 3000 visitatori all’ora.
SITI CERCAPERSONE - Specifico per la ricerca dei dispersi è invece Findkatrina.com: messo su in fretta e furia da un certo Alex Kehr, raccoglie i profili delle persone scomparse con tanto di sondaggio online che domanda se le autorità stiano facendo abbastanza per le vittime dell’uragano. Ma all’elenco si possono aggiungere anche quei network, come Craiglist , che ora sono utilizzati dagli utenti per segnalare aiuto o condividere storie. Nel marasma complessivo (e nella più generale gara di solidarietà) c’è anche chi è riuscito a offrire ospitalità a donne in cambio di servigi in natura. Ma dalla Rete stessa è stato immediatamente stigmatizzato.
Carola Frediani


http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/09_Settembre/02/blog_katrina.shtml

Condividi questa risorsa didattica

I giudizi degli utenti

Assenti

Aggiungi il tuo giudizio    Precedenti risultati   


  Iscriviti alla news
Ricevi in posta elettronica le novità e una selezione di risorse utili per la didattica.

Iscriviti qui


Novità
Le ultime risorse per la didattica catalogate ed inserite nel nostro database.

ENGLISH LESSONS AND TESTS.

"Progresso e catastrofe" - In due parole tutto il Novecento Recensione al testo di Salvatore Natoli di UMBERTO GALIMBERTI

Percorsi
Proposte di selezioni e percorsi fra le risorse e i materiali in archivio.

Percorsi
Feste e calendari multiculturali.
Calendari solari e lunari, festività religiose e tradizionali delle diverse culture.

Percorsi
Steineriane
Le ''scuole nuove'' della pedagogia steineriana, contrassegnate dal paradosso di un’accettazione pratica e di un’ignoranza teorica da parte degli stessi utenti e degli operatori della scuola pubblica, tra ''fedeltà karmica'', incarnazioni di individualità che ritornano sulla terra, bambini indaco e apparente buon senso pedagogico.

  Ambiente virtuale collaborativo in evoluzione ideato e sviluppato da Maurizio Guercio è una iniziativa DIDAweb