centro risorse per la didattica
Risorse per area disciplinare:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
Iscriviti alla news
Le newsletter
 
Attualità
Percorsi
Novità
Recensioni
 
Disabilità
Lavagna Interattiva
 
La tua segnalazione
Il tuo giudizio
 
Cataloghi in rete
 
DIDAweb
 

risorse@didaweb.net
 

  Cerca nel web:
Se sei un utilizzatore della toolbar di Google, puoi aggiungere anche il nostro pulsante:
Centro Risorse
  SCHEDA RISORSA

Condividi questa risorsa didattica
Pedagogia
Psicologia
Filosofia
IL CORPO COME SOGGETTO E OGGETTO DI UN'ERMENEUTICA DELL'EDUCAZIONE

Lingua: Italiana
Destinatari: Insegnanti, Formazione post diploma
Tipologia: Materiale per autoaggiornamento

Recensione:

LE INTRICAZIONI TRA CORPO E CONOSCENZA ATTRAVERSO TRE APPROCCI TEORICI:
bio-cognitivo, fenomenologico e antropologia dell'immaginario.
A cura di Magali Humeau.
(traduzione dal francese a cura di Orazio Maria Valastro)

Abstract: "Questa rubrica tematica di m@gm@, dedicata al corpo, è proposta dal GREPCEA (Gruppo di Ricerca sui Fenomeni Complessi dell'Insegnamento e dell'Apprendimento): un gruppo di ricercatori ci presenta alcuni studi attuali sul "posto" del corpo nei contesti educativi e formativi, accogliendo una serie di riflessioni elaborate in altri settori di ricerca. Una delle maggiori questioni poste dal GREPCEA è la seguente: "Come pensare e agire i problemi educativi e formativi rispetto a ciò che ci sfugge?" Nel contesto di questa rubrica tematica presentiamo una questione più pertinente considerando il corpo, questa nozione evidente in sé e per sé ma che nonostante tutto ci sfugge, nello studio dei contesti formativi."

APPROCCIO DEL CORPO E DELLO SPAZIO FENOMENOLOGICO
A cura di Magali Humeau.
(traduzione dal francese a cura di Fabiola Della Strada)
Abstract:
"Lo spazio è indivisibile dall'esperienza corporea, dalla motricità. Attraverso l'approccio fenomenologico, concepiamo lo spazio come appartenente alla totalità Ego-mondo, totalità che non può essere ridotta. Lo spazio risiede nell'essere, l'essere che è insieme soggetto ed oggetto, essere incarnato attraverso l'essenza dello spazio. Si tratta di un essere-nel-mondo e non di un essere-al-di-fuori-del-mondo. Lo spazio che partecipa alla costituzione di questo essere è, dunque, insieme interiore ed esteriore al soggetto. E' soggettivo ma è, anche, oggettivo poiché permette di riordinare, di definire lo spazio di tutte le cose."


IL CORPO DELLA STREGA
A cura di Georges Bertin.
(traduzione dal francese a cura di Lidia Dutto)
Abstract:
"Come già evidenziato a proposito di altre pratiche, il sabba, attività ludica profana, religiosa, conferiva a ciascuno la possibilità di giocare efficacemente con la dinamica di un mondo da cui emergeva una figura archetipica, la strega, principale attore di questa danza in tondo. Il sabba era, dunque, uno dei luoghi ove si cristallizzavano le figure del proibito, questo per il suo carattere sacro, per la violenza istituzionale che presiedeva alla formazione dei rapporti sociali, e conferiva anche, per le caratteristiche di protesta che rivela, un'immagine sempre esaltante della capacità delle società a resistere. Il problema della nostra epoca ove rifioriscono le streghe nelle più svariate forme è, forse, quello di riallacciarsi con la dimensione gruppale dei nostri svaghi, nelle loro differenti forme e, contemporaneamente, con perdita di energia, a quanto presiedeva ai sabba e alla loro risoluzione sacrificale. In contro-corrente ai modelli meccanici che assegnano dei limiti precisi e funzionali ai corpi asserviti ad un ideale di controllo, il corpo sabbatico con la sua enfasi sulle posizioni limite (ciò che si rimproverava d'altronde alle streghe), era veramente corpo mistico."


UNA TECNICA DI RILASSAMENTO DALLE TEORIE DI W. REICH
A cura di Chantal Bauduin.
(traduzione dal francese a cura di Marina Brancato)
Abstract:
"Tenendo conto degli aspetti psichici, somatici, neuro-vegetativi dei conflitti interni, l'analisi reichiana ristabilisce l'uomo nella sua globalità ed in questa ci appare ancora oggi molto pertinente. Ci autorizza ad uscire dalle separazioni corpo e spirito, oggettivo e soggettivo, realtà interiore e realtà esteriore nelle quali può intrattenerci la razionalizzazione degli affetti da una parte e/o la loro medicalizzazione dall'altra. Essa ci invita sulla strada dell'esperienza: si tratta di riconoscere la vita in noi, di "rilassarla" (nel senso di liberare un prigioniero) e di potenziare i processi d'auto-guarigione. In questo senso, essa ci invita a ritrovare una certa forma d'auto-regolazione e di responsabilità, per noi stessi, e nell'ambiente sociale e culturale nel quale agiamo."


LE STELLE IN TASCA:
del desiderio di corpi vissuti e d'immaginari nello spazio relazionale e di cura.

A cura di Orazio Maria Valastro.
Abstract:
"Rispetto ad un corpo sociale che ha respinto e dissimulato storicamente la sofferenza psichica è necessario riconsiderare i corpi individuali, un tempo esclusi, senza circoscrivere per questo lo spazio relazionale, uno spazio pensato sia come spazio di cura sia come spazio di salute mentale, alle pratiche d'inclusione sociale che sviluppano dei progetti per l' "altro" ma indifferenti ai progetti esistenziali degli individui. Non si tratta di colmare delle insufficienze, di dare risposte a delle esigenze, quanto di rendere agli individui la capacità di desiderare, di sperare con uno slancio autentico di raggiungere le stelle per riprendere in mano il loro destino, di situarsi in una possibilità, un'opportunità di ascolto di quello che essi desiderano fare e di farlo."


ACCOMPAGNAMENTO INIZIATICO E PERCORSI DI FORMAZIONE NELLA FACOLTÀ DI MEDICINA
A cura di Philippe Bagros.
(traduzione dal francese a cura di Paolo Coluccia)
Abstract:
"La formazione pratica ha un posto importante in medicina. È un confronto con la realtà, che non è artificiale, come spesso sono le metodologie. È emozionalmente forte, modifica la personalità: è una formazione iniziatica. Ma vedremo che non è un accompagnamento. Il contatto con la sofferenza, imprescindibile dall'esercizio della medicina, dovrebbe far sviluppare l'accompagnamento, tanto quello degli studenti quanto quello dei pazienti. Purtroppo ciò ha trovato resistenza, e questo ha fatto sì che, al contrario, l'accompagnamento sia stato respinto con argomentazioni forti."


STORIE DI CORPI ABITATI: DINAMICA DELLA COSTRUZIONE DEL SE'
A cura di Chantal Clercier.
(traduzione dal francese a cura di Marina Brancato)
Abstract:
"Che cosa resta del rapporto di ciascuno con il proprio corpo, la propria storia, il proprio immaginario in questa costruzione dell'identità che è in gioco? La comprensione della costruzione del sé nella sua complessa dinamica, può pensarsi e dispiegarsi nei processi formativi? Mi auguro d'interrogare questa trama tra l'esteriore e l'interiore in questi fili ingarbugliati che collegano al sé. Molti individui sono alla ricerca di un'unità che riconcili l'immagine che hanno di loro stessi e quella che gli altri hanno di loro. L'uomo desidera, soprattutto poter riunire questi suoi tre aspetti: ciò che egli è, ciò che mostra, e come vorrebbe essere percepito. Che la sua persona formi un tutto incondizionato in ogni parte di questo tutto! È a questa questione che cercherò di rispondere."


EMOZIONE E SOMATIZZAZIONE
A cura di Sabine Parmentelot.
(traduzione dal francese a cura di Orazio Maria Valastro)
Abstract:
"Consacreremo la prima parte di quest'articolo alle manifestazioni corporee dell'emozione. La psicologia sperimentale, insieme alla neuro-biologia, hanno evidenziato le differenti risposte corporee più o meno percettibili. Ma al di là di queste manifestazioni puramente oggettive le cui percentuali e oscillazioni possono essere valutate, misurate ... E' l'aspetto soggettivo e le loro ripercussioni che c'interessa. Quali significati possono avere le emozioni per la persona che le prova? Questi temi saranno l'oggetto della seconda parte. Ci situiamo in quanto ricercatori che interrogano altri soggetti, ma è evidente che non possiamo fare astrazione delle nostre passioni."




http://www.analisiqualitativa.com/magma/archivio.htm

Condividi questa risorsa didattica

I giudizi degli utenti

Assenti

Aggiungi il tuo giudizio    Precedenti risultati   


  Iscriviti alla news
Ricevi in posta elettronica le novità e una selezione di risorse utili per la didattica.

Iscriviti qui


Novità
Le ultime risorse per la didattica catalogate ed inserite nel nostro database.

ENGLISH LESSONS AND TESTS.

"Progresso e catastrofe" - In due parole tutto il Novecento Recensione al testo di Salvatore Natoli di UMBERTO GALIMBERTI

Percorsi
Proposte di selezioni e percorsi fra le risorse e i materiali in archivio.

Percorsi
Feste e calendari multiculturali.
Calendari solari e lunari, festività religiose e tradizionali delle diverse culture.

Percorsi
Steineriane
Le ''scuole nuove'' della pedagogia steineriana, contrassegnate dal paradosso di un’accettazione pratica e di un’ignoranza teorica da parte degli stessi utenti e degli operatori della scuola pubblica, tra ''fedeltà karmica'', incarnazioni di individualità che ritornano sulla terra, bambini indaco e apparente buon senso pedagogico.

  Ambiente virtuale collaborativo in evoluzione ideato e sviluppato da Maurizio Guercio è una iniziativa DIDAweb