normaTTiva - guida alla normativa utile in ambito scolastico
Norme su:   
Homepage
La redazione
 
Ricerca
infoNORMA
 
Area amministrativa
spazio web   la lista
 
Modulistica
Invia un modulo
 
Iscriviti alla news
 
DIDAweb

  SCHEDA

Tipologia:Nota
Numero emissione:4531
Data emissione:23/11/2005
Ente emittente:MIUR - D.G. per i sistemi informativi
Oggetto:Cedolino stipendio elettronico
Testo:L'art. 1 comma 197 della legge finanziaria 2005 prevede l'invio dei cedolini stipendio per via telematica ai dipendenti della pubblica amministrazione, dotati di casella di posta elettronica individuale ed istituzionale. L'amministrazione, a fronte di una prima sperimentazione del servizio su un numero limitato ma significativo di nominativi degli uffici centrali e periferici, (circa 23.000), ha deciso di passare, dal mese di dicembre, alla fase a regime. Questa prevede l'invio del cedolino in formato elettronico a tutti i propri dipendenti e ai docenti, dotati di casella e-mail istituzionale nell'ambito del dominio istruzione.it. Dopo un periodo di parallelo di tre mesi, a partire dalla fase di regime, l'invio del cedolino cartaceo terminerÓ, rimanendo solo la modalitÓ di ricezione telematica. Naturalmente nulla cambia per coloro che non sono ancora dotati di casella di posta elettronica individuale, ma che potranno tuttavia fruire del servizio successivamente, anche grazie al dispiegamento della nuova infrastruttura del sistema informativo, in corso su tutto il territorio nazionale in questo periodo e nei prossimi mesi. Il personale docente che volesse aderire al servizio, non ancora in possesso di casella istituzionale, pu˛ ottenerla registrandosi al sito http://www.istruzione.it/posta_docenti/default.htm. Quanto al personale ATA sarÓ anch'esso incluso, utilizzando le caselle giÓ assegnate nell'ambito del sistema TRAMPI.

Per assicurare il successo di questa importante iniziativa, si ritiene utile raccomandare una pi¨ attenta manutenzione della propria casella e-mail, avendo cura in particolare di provvedere allo scarico periodico dei messaggi in giacenza, onde evitare la saturazione dello spazio a disposizione e quindi l'impossibilitÓ di ricevere ulteriori messaggi. Questo appare particolarmente importante per le caselle di posta docente in cui questo problema appare pi¨ rilevante. Allo stesso modo si raccomanda di non rispondere al messaggio contenente in allegato il cedolino, in quanto si tratta di comunicazione generata automaticamente. Allo scopo di azzerare o comunque ridurre gli inconvenienti, l'Amministrazione sta studiando con il Tesoro uno scambio di informazioni che consenta di gestire e correggere situazioni anomale, che potranno verificarsi nella fase di invio. E' stata inoltre attivata la casella problemi.cedolino@istruzione.it a disposizione del personale per segnalare esclusivamente eventuali discordanze tra l'intestatario del cedolino e l'intestatario della casella di posta elettronica.

Si confida nella collaborazione di tutti per dare alla presente la massima diffusione presso il personale, compreso quello docente.
Cordiali saluti

IL DIRETTORE GENERALE
Alessandro Musumeci




è una iniziativa DIDAweb