APPELLO per UNA MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO LA PULIZIA ETNICA, IL DECRETO SICUREZZA E LA DIRETTIVA EUROPEA DELLA VERGOGNA
Condividi questo articolo


SICUREZZA E DIRITTI
AGNOLETTO LANCIA UN APPELLO ALLA SINISTRA
E ALL’ASSOCIAZIONISMO CATTOLICO:


ORGANIZZIAMO UNA
MOBILITAZIONE NAZIONALE
CONTRO LA PULIZIA ETNICA, IL DECRETO SICUREZZA
E LA DIRETTIVA EUROPEA DELLA VERGOGNA




Milano, 16 maggio 2008 – Un appello ad una giornata di mobilitazione in
tutta Italia, promossa dalla sinistra politica e sociale e
dall’associazionismo cattolico in tutte le città, per non tacere sulla
deriva xenofoba, contro la pulizia etnica, perché «in questi giorni la
responsabilità penale individuale è stata sostituita dalla punizione
collettiva dell’intera comunità di appartenenza e questo è totalmente
inaccettabile». La proposta è stata anticipata oggi, 16 maggio, dalle pagine
de il manifesto, dall’europarlamentare Vittorio Agnoletto, che si è rivolto
a tutte le forze di sinistra in un articolo intitolato «Quel silenzio che
uccide», e rilanciata dallo stesso eurodeputato al convegno «Clandestini per
forza» organizzato oggi a Roma dall’associazione Antigone.

«Il mio invito nasce dalla consapevolezza che non possiamo tacere di fronte
a questa pulizia etnica, di fronte ai diritti che vengono negati ad una
fascia di popolazione e trasformati in una variabile dipendente dalle
opportunità politiche – spiega Agnoletto - . La sinistra deve reagire di
fronte alle misure che il governo sta preparando, di fronte alla proposta di
istituire il reato di immigrazione clandestina, che potrebbe portare in
carcere, tra l’altro, quasi 600mila immigrati che lavorano in Italia e che
da mesi aspettano di essere regolarizzati da un altro decreto flussi. Il
primo decreto infatti riguardava solo 170mila sulle oltre 700mila domande
presentate.

Né possiamo sottrarci dall’opporci alla direttiva europea sui rimpatri e i
Cpt, che sarà discussa tra un mese al Parlamento Europeo e che prevede
l’allungamento della permanenza nei Cpt fino a 18 mesi per persone – non
dimentichiamolo – che non hanno commesso alcun reato».

«A chi dice che abbiamo perso le elezioni perché abbiamo difeso gli
omosessuali e gli zingari e non i lavoratori  – ha scritto oggi Agnoletto su
il manifesto – dobbiamo rispondere la brutale verità: che non abbiamo
lottato a sufficienza né a fianco degli uni, né con gli altri».

Dunque, oggi, per l’eurodeputato occorre avviare «un percorso comune in
grado di coinvolgere il maggior numero possibile di associazioni,
organizzazioni sociali, sindacali, politiche e di solidarietà per
organizzare entro qualche settimana, prima che la direttiva europea e il
decreto sicurezza vengano definitivamente approvati, una giornata nazionale
di mobilitazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica che si realizzi
contemporaneamente in tutte le città italiane».



Condividi questo articolo

in Il popolo che danza: Vengo dall'Oriente - Laboratorio 2006/2007La memoria di nonna Milka. Una visita ai luoghi dell'ex campo di internamento per rom e sinti di Agnone, in Molise, insieme a una sopravvissuta.Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) -  Ricerca quali-quantitativa ''Italiani, Rom e Sinti a confronto''Conferenza europea della popolazione Rom.''La legalità strumento migliore per combattere stereotipi e pregiudizi'' 23.01.2008Conferenza europea sulla popolazione Rom. Riconoscere i Rom come minoranza linguistica - 22.01.2008Le storie di Stanka e Maria, la deportazione dei rom e sinti in Friuli Venezia Giulia durante la seconda guerra mondiale.Zingari, rom, sinti - Attilio Scarpellini Lettera22C’è un rom al semaforo - Pierluigi SulloComunicato finale della XVIII Sessione Plenaria del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti sul tema Viktória Mohácsi,europarlamentare MEP-ALDE, ungherese e rom, sulle dichiarazioni di Silvio Berlusconi.Roma 22 e 23 gennaio 2008 Conferenza Europea sulla popolazione RomOperazione Il Presidente UniónRomaní sulle due ragazze rom morte a napoli nell'indifferenzaEmergenza Prioritaria - Il razzismo ha trasformato gli italiani in un popolo disumano - di Roberto Malini - Gruppo EveryOneVento d'Europa: bambini, ragazzi, donne e giovani adulti Rom nelle nostre scuole. Tavolo di lavoro per una scuola che ti cammini accantoL'impronta del razzismo - Dijana PavlovicViktória Mohácsi: l'Italia e i Rom''Rom bastardo'' - Un documentario racconta il razzismo verso i romFIRMATO ACCORDO ITALIA-ROMANIA CONTRO POVERTA' CITTADINI ROMENI E ROMI Rom si appellano al Papa - di Associazione Italiana Zingari OggiIL COMMISSARIO PER I ROM È CONTRO LA DIRETTIVA EUROPEA N 43/2000Rom : la protesta di Ponticelli organizzata e tempisticamente perfettaRazzismo sui Rom : tifosi minacciano Pirlo , Ibrahimovic e MihajlovicAPPELLO per UNA MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO LA PULIZIA ETNICA, IL DECRETO SICUREZZA E LA DIRETTIVA EUROPEA DELLA VERGOGNACanto zingaro di primaveraVEDI >>> Domande al popolo zingaro - documentario a cura dell'AIZODall'Università di Pisa: un ProfessoreVEDI >>> MI SUN ROMANES - La condizione dei Rom a Milano - Testi di Carlo CuomoIo, rom italiana, non mi sento più protetta dal mio paeseANTI-ROMA VIOLENCE IN ITALY: ARE WE BACK TO 1930?Se questo è un uomo. Rom e romeni in attesa dell’allontanamento dall’Italia. prof. Lorenzo Renzi, ordinario di Romanistica presso l'Universita' di PadovaPorrajmos di Marco DonatiDalla televisone tedesca: Gewalt gegen Roma in ItalienKampi: Roma Ghettos in Rome/Italy Maps - Map: Description of each Ghetto39 Bambini Rom ad Auschwitz - Video documentoLa strada verso il “Porrajmos” (la distruzione)
Racconti e testimonianze sullo “sterminio dimenticato” del popolo dei Rom e SintiViktoria Mohacsi (Eldr) dopo la visita di due giorni negli insediamenti di Roma e Napoli. ''Ecco le mie denunce al Parlament europeo''Italia invasa dai rom? E'14esima in Europa - Rolando A. BorzettiGli zingari in Italia: cultura e musica - di Nico Staiti  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati