Continua il boom del mattone.Mutui in aumento del 20 per cento
Condividi questo articolo


In Campania e in Sardegna impennata del 30 per cento
Bene anche Lazio e Lombardia. In controtendenza la Liguria
Continua il boom del mattone
Mutui in aumento del 20 per cento

Nel 2004 concessi finanziamenti per 154 miliardi di euro




ROMA - Continuando l'incertezza delle borse, il mattone resta una delle certezze fondamentali su cui poter investire. Un dato che si capisce dall'aumento incessante del ricorso ai mutui, che anche a dicembre scorso hanno mostrato una crescita di oltre il 20% rispetto a dicembre 2003.

L'incremento è generalizzato in tutta Italia, ma in base a quanto emerge dai dati contenuti nel bollettino statistico della Banca d'Italia, in alcune regioni c'è stata una vera e propria impennata superiore al 30%. E' il caso di Sardegna e Campania, dove in un anno l'aumento dei finanziamenti concessi dalle banche alle famiglie per l'acquisto di immobili è stato rispettivamente del 33,9% e del 31,5%.

In totale i finanziamenti ammontano a circa 195 miliardi di euro (il 21,3% in più rispetto a dicembre 2003) di cui oltre 154 miliardi concessi alle famiglie per l'acquisto di abitazioni. Confrontando il dato con quello di dicembre dell'anno precedente l'aumento è stato anche in questo caso a due cifre, di oltre il 22,2%. Di questi 154 miliardi, la netta maggioranza rientra nel gruppo dei finanziamenti non agevolati (oltre 152 miliardi di euro).

La regione in cui più si ricorre alle banche per accendere un mutuo è la Lombardia. Il valore dei mutui accordati dagli istituti di credito alle famiglie lombarde per comprarsi casa ammonta ad oltre 36 miliardi di euro, praticamente lo stessa cifra accesa in totale da tutto il Nordest. Dopo la Lombardia si piazza il Lazio con 18,8 miliardi di mutui.

Rispetto al resto degli italiani la voglia di casa cresce però leggermente di meno a Roma che nelle altre province, cioè del 21%. Il terzo posto va all'Emilia Romagna (16,1 miliardi), mentre al quarto si piazzano i Veneti (15,1 miliardi). In controtendenza le famiglie liguri. Nel giro di un anno i finanziamenti concessi dalle banche per l'acquisto di immobili nella regione sono infatti aumentati di 'appena' l'11,3% per un totale di 4,8 miliardi di euro.

Oltre al ricorso al finanziamenti all'acquisto, aumenta d'altra parte, seppur in maniera più contenuta, anche la richiesta di prestiti per la costruzione, per chi cioè più che comprarla la casa preferisce fabbricarla mattone su mattone. Tra dicembre 2003 e dicembre 2004, i finanziamenti concessi dalle banche per gli investimenti nella costruzione di abitazioni sono infatti passati da 46,9 a 51,7 miliardi con una crescita del 10,2%.

(24 aprile 2005)


http://www.repubblica.it/interstitial/interstitial303684.html



Condividi questo articolo

in L' Italia e gli italiani: Dossier ''L'esclusione sociale'': un fenomeno articolato, sezionato nei suoi differenti aspetti da numerosi espertiMigranti in CampaniaIstat, povere l'11,7% delle famiglie. Ma al Sud si arriva oltre il 40%La povertà relativa in Italia - I dati Istat, 6 ottobre 2005Indagine Ipsos: più povera la metà degli italianiDOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2005- Franco Pittau: Le idee guida del DossierDossier Caritas: in Italia quasi 3 milioni gli immigratiLA CARITAS: TRA 10 ANNI GLI IMMIGRATI SARANNO 5 MILIONI E MEZZOLe rilevazioni dell'annuario 2005 Istat su quanto spendono gli italiani: al Sud in media la metà della cifra del NordCaro-sportello, clienti spremuti e banche sempre più riccheNell'indagine Demos-Coop le inquietudini dei cittadini italiani‘ndrangheta - Indagine EurispesCIAMPI - Tendete la mano ai giovani stranieri che vivono in mezzo a noi. Essi sono venuti per ricevere, ma anche per dare. Il testo integrale del messaggio agli studenti 2005-2006Italia già multiculturale, meticcio vuol dire ricchezza - Pioggia di critiche al discorso del presidente del SenatoQUARS 2005: come si vive in Italia. Una classifica regione per regioneIndagine sul semianalfabetismo - Il 39,2% degli italiani (22 milioni e mezzo) è privo di titolo di studio o possiede la licenza elementare.Cresce la paura dei prezzi  Gli italiani risparmiano sul cibo - Un'indagine CensisIsfol: molto lavoro è part time ma cresce quello femminileContinua il boom del mattone.Mutui in aumento del 20 per centoCARITAS ITALIANA - FONDAZIONE MIGRANTES - CARITAS DI ROMA - 35 anni di immigrazione in Italia: una politica a metà guado. Anticipazioni del <b> Come si vive in Italia?</b> QUARS - Rapporto alternativo 2005 sulla qualità dello sviluppo.13a edizione del “Rapporto annuale sulla situazione del Paese” dell’Istat, il principale strumento di analisi sugli aspetti economici, demografici e sociali, prodotto ogni anno dall'Isituto di statisticaFratelli d’Italia di GOFFREDO MAMELI - Testo e commentoSono 144.285, secondo l'Istat, i minori che lavorano in Italia. Di questi, 12.168 hanno tra i 7 e i 10 anniISTAT: L'occupazione cresce grazie alle regolarizzazioniSe il volontariato diventa un lavoroE il barbiere smise di fare la barba  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati