Testo da utilizzare in ambito scolastico sul tema dell'integrazione culturare fra italiani ed albanesi
Condividi questo articolo


Buona sera,


sono la dott.ssa Rosalba Romaniello mi occupo di comunicazione ed integrazione culturale,


vorrei sottoporre alla vostra attenzione un progetto molto interessante di un giovane scrittore che ha affrontato il tema dell'integrazione culturare fra italiani ed albanesi.


Il progetto consiste nella promozione di un libro che tratta tale tematica la storia è semplice ma di sicuro impatto ossia tratta il tema dell'incontro tra due ragazzi adolescenti ma anche tra due culture diverse.


Un giovane italiano frequenta le scuole superiori ma si trascina mal volentieri nella routine quotidiana, scrive sul giornalino della scuola per fare due soldi. Non ha amici se non due inventati per far tacere i genitori che continuano a dirgli di farsi degli amici e non stare in casa solo con loro. Un giorno si reca in una zona per fare il suo solito articolo e scopre un centro di permanenza per stranieri. Qui conosce Ilie un giovane albanese senza documenti che sta cercando di raggiungere la francia dove vive il fratello. Nicola lo aiuterá a fuggire per raggiungere l'autobus che lo porterá in francia. Alla fine, decide di non raccontare questa storia
nel suo articolo ma parlare di una certa strada stretta e di un camion che ostacola il passaggio. Finalmente Nicola ha un amico lontano, diverso ma non immaginario.


Credo sia molto adatto come testo da utilizzare in ambito scolastico.


In attesa di un vostro riscontro vi porgo i miei piu' distinti saluti.


 


Dott.ssa Rosalba Romaniello


e-mail RosalbaRomaniello@hotmail.it   o  Romiii@hotmail.it



ROSALBA ROMANIELLO email:romiii@hotmail.it

Condividi questo articolo

in Letture Condivise: GLI INTELLETTUALI A NAPOLITANO:  Lettera aperta a Tariq RamadanFiera del Libro, cda: ''Israele, presenza culturale. E ora si lavori sul programma''Shalev non andrà a Torino se si parlerà di politicaLINGUA MADRE DUEMILASETTE - Racconti di donne straniere in ItaliaPresentazione del libro ''GENTILISSIMO'' (la Toponomastica del Sentimento) di Maurizio BenvenutiPREMIO BIENNO CONTI: Scrivere le MigrazioniSe Israele nega Israele - Elena LowenthalSalone del Libro di Parigi - Da Oz a Grossman le parole d´Israele. Anais GinoriSalone del libro di Parigi «Il boicottaggio punisce gli arabi» Massimo NavaTesto da utilizzare in ambito scolastico sul tema dell'integrazione culturare fra italiani ed albanesiMeir Shalev - La mia identità ebraica è nella lingua in cui scrivoAppello contro il boicottaggio della Fiera Internazionale del libro di TorinoSguardi dal genocidio nell'occhio del carnefice. Appena uscito per la Einaudi, «Album Auschwitz» riattualizza i quesiti interpretativi dalla rappresentazione fotografica dell'OlocaustoPer affermare le proprie ragioni il boicottaggio culturale è sterile - Ester FanoDiario dal mondo vissuto in prima persona. Alessandro Portelli ha raccolto in volume le sue ricerche di oltre trent'anni''La Fiera non è un'occasione agiografica''. Ernesto Ferrero risponde alle polemicheRitorno sul campo,i lavori in corso di uno storico militante - Storie orali. Racconto, immaginazione, dialogo di Alessandro PortelliO a Torino con dignità e libertà e senza umilianti compromessi, oppure in altre sedi libere e tra uomini liberi. Un articolo di Giorgio IsraelUn boicottaggio sbagliato. Articolo di Valentino Parlato sulla Fiera internazionale del libro di Torino 2008L'intellettuale egiziano Ramadan invita a boicottare la Fiera del Libro di TorinoAnche lo scrittore Ibrahim Nasrallah respinge l'invito alla Fiera del Libro di Torino dedicata a IsraeleSuad Amiry: Fiera del Libro di Torino 2008. Festeggiare con Israele ma che cosa?Il prezzo del velo - La guerra dell’Islam contro le donne - Giuliana  SgrenaCome si può trovare un punto di incontro tra Oriente e Occidente? I Nobel Kenzaburo Oe e Pamuk a colloquio  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati