Le storie di Stanka e Maria, la deportazione dei rom e sinti in Friuli Venezia Giulia durante la seconda guerra mondiale.
Condividi questo articolo


Le storie di Stanka e Maria
la deportazione dei rom e sinti in Friuli Venezia Giulia durante la seconda guerra mondiale
prodotto da Opera Nomadi e Radioparole (2005) 
ascolta i primi 10 minuti [mp3]  


campo di concentramento di Gonars


In Friuli Venezia Giulia vive una comunità Rom di origine slovena.
Le famiglie che la compongono si chiamano, per lo più, Braidich, Hudorovich e Levakovich.
In pochi però conoscono la loro storia.
Per esempio quella di Stanka.


Stanka ha 75 anni ed è nata in provincia di Lubiana. Nel 1942, dopo l'occupazione e l'annessione della Slovenia da parte dell'Italia fascista, Stanka e la sua famiglia, la madre e otto tra fratelli e sorelle, vengono deportate nel campo di concentramento di Gonars, in provincia di Udine.
In questo campo sono state recluse decine di migliaia di civili sloveni e croati e sono morte di stenti e malattie quasi 500 persone.

Nei ricordi di Stanka ci sono la terribile fame, il grande freddo e le morti, tra le quali anche quella di una piccola bambina Rom. A Gonars, infatti, furono deportate dal fascismo diverse altre famiglie Rom slovene e croate.

L'8 settembre del 1943 le guardie fasciste abbandonano il campo di Gonars, e Stanka e gli altri prigionieri sono liberi di andarsene.

Ma il racconto di Stanka non finisce qui. Con l'arrivo dei tedeschi e l'occupazione nazista si apre, infatti, un altro capito nella storia della deportazione e persecuzione dei Rom e dei Sinti in Friuli Venezia Giulia nel corso della seconda guerra mondiale. Maria è nata a Trieste nel 1929. Anche suo padre è nato e vissuto nella stessa città. La loro è una famiglia sinta italiana di musicisti e giostrai.

Quando, nel 1943, i tedeschi occupano il Friuli Venezia Giulia, Maria e la sua famiglia, per fuggire ai pericoli del conflitto si spostano nella campagna friulana.

Vivono di elemosina e, in cambio di qualche lavoro, trovano ospitalità in alcune famiglie di contadini. Più volte però vengono fermati dai soldati tedeschi.
Finché una notte le SS arrestano il giovane fratello di Maria.

Negli stessi giorni anche il fratello di Stanka e altri ragazzi Rom e Sinti vengono fermati. Saranno tutti deportati nei campi di concentramento nazisti.

Dopo qualche mese anche la madre di Stanka viene deportata dal carcere di Udine al lager di Ravensbrück.

Oltre alle testimonianze di Stanka e Maria, ascolterete, nella prima parte, la ricostruzione della storia del campo di concentramento fascista di Gonars proposta dalla voce di Alessandra Kersevan. Mentre, nella seconda parte, lo scrittore sloveno Boris Pahor, ricorderà un episodio della sua deportazione nel lager Natzweiler, lo stesso in cui passò anche il fratello di Maria. Sempre nella seconda parte, la partigiana Rosina Cantoni, deportata a Ravensbrück, racconterà del suo incontro con la madre di Stanka.


Il documentario sonoro è diviso in due parti di 30 minuti ciascuna.
Se desideri acquistare il cd con Le storie di Stanka e Maria scrivi a info@radioparole.it


http://www.radioparole.it/stankaemaria/stankaemaria.html



Condividi questo articolo

in Il popolo che danza: Vengo dall'Oriente - Laboratorio 2006/2007La memoria di nonna Milka. Una visita ai luoghi dell'ex campo di internamento per rom e sinti di Agnone, in Molise, insieme a una sopravvissuta.Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione (ISPO) -  Ricerca quali-quantitativa ''Italiani, Rom e Sinti a confronto''Conferenza europea della popolazione Rom.''La legalità strumento migliore per combattere stereotipi e pregiudizi'' 23.01.2008Conferenza europea sulla popolazione Rom. Riconoscere i Rom come minoranza linguistica - 22.01.2008Le storie di Stanka e Maria, la deportazione dei rom e sinti in Friuli Venezia Giulia durante la seconda guerra mondiale.Zingari, rom, sinti - Attilio Scarpellini Lettera22C’è un rom al semaforo - Pierluigi SulloComunicato finale della XVIII Sessione Plenaria del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti sul tema Viktória Mohácsi,europarlamentare MEP-ALDE, ungherese e rom, sulle dichiarazioni di Silvio Berlusconi.Roma 22 e 23 gennaio 2008 Conferenza Europea sulla popolazione RomOperazione Il Presidente UniónRomaní sulle due ragazze rom morte a napoli nell'indifferenzaEmergenza Prioritaria - Il razzismo ha trasformato gli italiani in un popolo disumano - di Roberto Malini - Gruppo EveryOneVento d'Europa: bambini, ragazzi, donne e giovani adulti Rom nelle nostre scuole. Tavolo di lavoro per una scuola che ti cammini accantoL'impronta del razzismo - Dijana PavlovicViktória Mohácsi: l'Italia e i Rom''Rom bastardo'' - Un documentario racconta il razzismo verso i romFIRMATO ACCORDO ITALIA-ROMANIA CONTRO POVERTA' CITTADINI ROMENI E ROMI Rom si appellano al Papa - di Associazione Italiana Zingari OggiIL COMMISSARIO PER I ROM È CONTRO LA DIRETTIVA EUROPEA N 43/2000Rom : la protesta di Ponticelli organizzata e tempisticamente perfettaRazzismo sui Rom : tifosi minacciano Pirlo , Ibrahimovic e MihajlovicAPPELLO per UNA MOBILITAZIONE NAZIONALE CONTRO LA PULIZIA ETNICA, IL DECRETO SICUREZZA E LA DIRETTIVA EUROPEA DELLA VERGOGNACanto zingaro di primaveraVEDI >>> Domande al popolo zingaro - documentario a cura dell'AIZODall'Università di Pisa: un ProfessoreVEDI >>> MI SUN ROMANES - La condizione dei Rom a Milano - Testi di Carlo CuomoIo, rom italiana, non mi sento più protetta dal mio paeseANTI-ROMA VIOLENCE IN ITALY: ARE WE BACK TO 1930?Se questo è un uomo. Rom e romeni in attesa dell’allontanamento dall’Italia. prof. Lorenzo Renzi, ordinario di Romanistica presso l'Universita' di PadovaPorrajmos di Marco DonatiDalla televisone tedesca: Gewalt gegen Roma in ItalienKampi: Roma Ghettos in Rome/Italy Maps - Map: Description of each Ghetto39 Bambini Rom ad Auschwitz - Video documentoLa strada verso il “Porrajmos” (la distruzione)
Racconti e testimonianze sullo “sterminio dimenticato” del popolo dei Rom e SintiViktoria Mohacsi (Eldr) dopo la visita di due giorni negli insediamenti di Roma e Napoli. ''Ecco le mie denunce al Parlament europeo''Italia invasa dai rom? E'14esima in Europa - Rolando A. BorzettiGli zingari in Italia: cultura e musica - di Nico Staiti  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati