Fiera del Libro, cda: ''Israele, presenza culturale. E ora si lavori sul programma''
Condividi questo articolo




Fiera del Libro, cda:
«Israele, presenza culturale.
E ora si lavori sul programma»


Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, presieduto da Rolando Picchioni, nella riunione odierna ha esaminato la situazione venutasi a determinare alla luce degli ultimi avvenimenti in merito alla partecipazione di Israele quale paese ospite della Fiera 2008.


Il Cda ha preso atto all’unanimità del comunicato congiunto relativo all’incontro con la delegazione israeliana del 4 febbraio, approvandone in ogni sua parte i contenuti.


Ha preso altresì atto del pronunciamento pubblico dei vertici delle tre istituzioni che compongono l’Alto Comitato di Coordinamento della Fondazione (Regione Piemonte, Provincia e Città di Torino), ribadendo ancora una volta il carattere rigorosamente culturale della manifestazione e della partecipazione dei suoi ospiti.


Riaffermando la disponibilità al dialogo con tutte le parti e tutte le posizioni, il Cda ha infine invitato i vertici della Fiera con il direttore Ernesto Ferrero a lavorare sul programma per assicurare alla manifestazione come ogni anno il suo tradizionale ruolo di confronto e promozione culturale.


 


http://www.fieralibro.it/fileViewAction.do?xclass=Multimediafile&field=file&width=0&height=0&mime=application/pdf&id=101087



Condividi questo articolo

in Letture Condivise: GLI INTELLETTUALI A NAPOLITANO:  Lettera aperta a Tariq RamadanFiera del Libro, cda: ''Israele, presenza culturale. E ora si lavori sul programma''Shalev non andrà a Torino se si parlerà di politicaLINGUA MADRE DUEMILASETTE - Racconti di donne straniere in ItaliaPresentazione del libro ''GENTILISSIMO'' (la Toponomastica del Sentimento) di Maurizio BenvenutiPREMIO BIENNO CONTI: Scrivere le MigrazioniSe Israele nega Israele - Elena LowenthalSalone del Libro di Parigi - Da Oz a Grossman le parole d´Israele. Anais GinoriSalone del libro di Parigi «Il boicottaggio punisce gli arabi» Massimo NavaTesto da utilizzare in ambito scolastico sul tema dell'integrazione culturare fra italiani ed albanesiMeir Shalev - La mia identità ebraica è nella lingua in cui scrivoAppello contro il boicottaggio della Fiera Internazionale del libro di TorinoSguardi dal genocidio nell'occhio del carnefice. Appena uscito per la Einaudi, «Album Auschwitz» riattualizza i quesiti interpretativi dalla rappresentazione fotografica dell'OlocaustoPer affermare le proprie ragioni il boicottaggio culturale è sterile - Ester FanoDiario dal mondo vissuto in prima persona. Alessandro Portelli ha raccolto in volume le sue ricerche di oltre trent'anni''La Fiera non è un'occasione agiografica''. Ernesto Ferrero risponde alle polemicheRitorno sul campo,i lavori in corso di uno storico militante - Storie orali. Racconto, immaginazione, dialogo di Alessandro PortelliO a Torino con dignità e libertà e senza umilianti compromessi, oppure in altre sedi libere e tra uomini liberi. Un articolo di Giorgio IsraelUn boicottaggio sbagliato. Articolo di Valentino Parlato sulla Fiera internazionale del libro di Torino 2008L'intellettuale egiziano Ramadan invita a boicottare la Fiera del Libro di TorinoAnche lo scrittore Ibrahim Nasrallah respinge l'invito alla Fiera del Libro di Torino dedicata a IsraeleSuad Amiry: Fiera del Libro di Torino 2008. Festeggiare con Israele ma che cosa?Il prezzo del velo - La guerra dell’Islam contro le donne - Giuliana  SgrenaCome si può trovare un punto di incontro tra Oriente e Occidente? I Nobel Kenzaburo Oe e Pamuk a colloquio  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati