NU SHU - Un Documentario
Condividi questo articolo



NU SHU - A HIDDEN LANGUAGE OF WOMEN IN CHINA - NU SHU - UN LINGUAGGIO SEGRETO DELLE DONNE IN CINA
di
Yue-Qing Yang, Cina/Canada, 1999, 58', col., Video Beta
v.o. con sottotitoli in inglese




Nella Cina feudale, le donne, sottoposte all'usanza della fasciatura forzata dei piedi ed alle quali era negato l'accesso all'istruzione, erano condannate all'isolamento sociale. Ma nella contea di Jian-Yong, provincia di Hunan, le donne delle zone agricole inventarono un proprio linguaggio scritto: il Nu Shu, ovvero "scrittura femminile". I suoi caratteri segreti venivano inseriti tra i preziosi ricami su fazzoletti, scritti sui ventagli, fungendo quasi da decorazioni o riportati ordinatamente su appositi libretti di carta rossa. Per molti secoli, data la condizione di inferiorità delle donne in Cina, nessuno ha dato importanza a questa forma di comunicazione; ma verso la fine degli anni '60, il Nu Shu ha destato l'attenzione delle autorità cinesi, che credendo si trattasse di un codice di spionaggio segreto, saccheggiarono molti villaggi e distrussero quasi ogni traccia di questa scrittura. Nella sua difficile ricerca, la regista è riuscita ad incontrare Huan-yi Yang, 86 anni, unica depositaria vivente di questa conoscenza e cultura. Attraverso i suoi ricordi e quelli di altre donne intervistate, emerge la condizione femminile di un'epoca apparentemente lontana ma ancora, purtroppo, molto attuale. Con la descrizione delle usanze della lingua Nu Shu e del ruolo da essa svolto nella vita delle donne, affiora una cultura femminile simbolo di resistenza alla dominazione maschile. A queste testimonianze si aggiungono quelle delle donne delle minoranze Yao, nel sud della Cina, tra le quali l'utilizzo del Nu Shu simboleggiava anche l'opposizione alla cultura Han confuciana dominante. In questa regione, però, i rapporti tra i due sessi sono più paritari, più democratici, più impregnati di "amore". Da questo ritratto molto accurato e delicato, emerge come il Nu Shu "…portasse con sé l'anima della libertà e dell'uguaglianza e testimoniasse il contributo delle donne al progresso della civiltà.


 


NU SHU



Sceneggiatura
Yue-Qing Yang



Fotografia
Yue-Qing Yang, Du-Yan Li, Jing Yang


Scenografia
Yue-Qing Yang


Montaggio
Paul Lievesley


Suono
Tony Randall


Narrazione
Aedon Young


Produzione
East-West Film Enterprise Ltd. (Vancouver - Canada)


Distribuzione
Inter Cine TV (Parigi - Francia)


http://www.festivalcinemadelledonne.com/2001/dnu.htm



Condividi questo articolo

in La mediazione femminile: La lingua segreta delle donne cinese - Si parla in un villaggio cinese, ha 2.500 anni e rischia di morire<b>Un femminismo dalle molte identità </b>- TURCHIA - La riforma del codice penale è l'ultima occasione di scontro sui diritti delle donne<b>Se l'amore entra nel lessico politico</b><br>Pratica politica come fare un passo indietro per fare posto all'altro<IMG 
src=http://benchicou.unblog.fr/files/2007/07/khalidatoumi1.jpg border=0><br> <b>Il mio Islam libero dal terrore </b>Intervista di Barbara Spinelli a Khalida Toumi MessaoudiA Malalai Joya e alle donne afghane che combattono per i loro diritti fondamentali il premio internazionale ''La donna dell'anno''<b>San Suu Kyi, rompiamo il silenzio - </b>Dove finiscono tutti i grandi uomini di stato e i visionari del nostro tempo quando si parla della lotta non violentaFATEMA MERNISSI - scrittrice e sociologa, docente all’Università Mohamed V di Rabat, una delle più importanti scrittrici arabe contemporanee.COMUNICARE E CAPIRSI - L' ARTE DEL NU SHU, il linguaggio segreto delle donneScomparsa Yang Huanyi, l'ultima voce parlante del Nu ShuLe donne forti di Shirin EbadiUn periodico femminile legato a Al-Qaeda: le donne devono partecipare alla JihadLo stesso nome, lo stesso bisogno primario<b>DONNA NELLE RELAZIONI</b> La finalizzazione delle differenzeLa formazione femminile e l’emancipazione delle identità <b>DIFFERENZE DI GENERE E PERCORSI CULTURALI - EDUCARE NELLA DIFFERENZA</b>In Cina la lingua segreta delle donneLe donne della SacchettiA proposito del velo e della libertà femminileIntervista ad Hauwa Ibrahim, l’avvocata di Amina e Safiya: le due ragazze salvate dalla lapidazione in NigeriaIl marchio del genocidio. Voci di donne dal Ruanda insanguinato.<b>DONNA NELLE DIVERSITA’ </b>Il bisogno di una rinascitaCONTRIBUTO DELLE DONNE AL PROGRESSO DELLA CULTURAL’”ERRANZA” DEL PENSIERO NEI LUOGHI DELLE DIVERSITA’ INTERETNICHE ED INTERGENERAZIONALIMarjane Satrapi<b>DIFFERENZE DI GENERE </b>I percorsi di costruzione dell’identità di genere<b>DONNA E UTOPIA</b> Il “non  luogo” come critica dell’esistente. Mettere “al mondo” il mondoL’IRRIDUCIBILITA’ DELLE DIFFERENZEAspetti psicologici dei processi migratori al femminile e al maschile – progetto di ricerca per uno studio comparativo di genere.Shhhh, China’s secret female language(en)NU SHU - Un Documentario<b>IL VOCABOLARIO DEL VELO</b>BAMBINE, ISTRUZIONE E SVILUPPODonne e migrazioniRaccontar(si)- Laboratorio di mediazione interculturaleDemocrazia della terra: è la vera rivoluzione  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati