Un impegno per la scuola all'interno del Social Forum Europeo
Condividi questo articolo


Un impegno per la scuola all'interno del Social Forum Europeo 

Dal sito di UNIMONDO

Riportiamo un'articolo di Davide Rossi di Unicobas che ha partecipato a Berlino all'assemblea europea preparatoria del Social Forum Europeo che si terrà a Parigi dal 12 al 16 novembre prossimo.
Molte le presenze e le nazioni rappresentate, vario l'articolarsi degli interventi che hanno portato ad adottare un programma su cinque assi (pace, democrazia, giustizia sociale e ambientale, cultura, solidarietà) suddivisi a loro volta in sei seminari a cui si aggiungono venti plenarie generali. Quale responsabile dei rapporti internazionali della C.I.B. Unicobas e dell'Unicobas Scuola e responsabile per la Rete Sindacale Europea dei sindacati alternativi del gruppo di lavoro sulla scuola ho posto al centro dei miei interventi i temi della democrazia sostanziale e non formale e della scuola. Ancora una volta siamo stati i soli a sollevare con forza l'importanza del mondo dell'istruzione, oggetto di un violento attacco neoliberista che in tutto il continente vuole ridurre a merce i saperi confondendoli con un servizio commerciabile. Proprio su questo abbiamo ribadito agli amici francesi la scivolosità del termine "servizio pubblico" riguardo alla scuola, perché se in Francia è elemento di garanzia democratica, pluralità, laicità, eguaglianza, in Italia come in Gran Bretagna o Spagna l'idea del servizio pagabile e acquistabile è stata la porta delle peggiori riforme di ieri e d'oggi o ancora in corso. Perplessità ha sollevato la proposta della Confederazione Cobas di ridurre d'ufficio le richieste di seminario che giungeranno sullo stesso tema ad una soltanto. La nostra preoccupazione è infatti rivolta al rischio che intervengano sempre i soliti a discapito della pluralità di voci e posizioni che necessariamente debbono trovare spazio per esprimersi. L'Ecole Emancipèe, storico gruppo intersindacale transalpino che insieme a noi sta progettando appunto un seminario per novembre, a nome della Rete Sindacale Europea, ha ribadito che il Forum non è un summit per cui per parlare si debba inventare un contro-Forum. Abbiamo quindi auspicato che la sintesi delle proposte di seminari che giungeranno sia svolta con il dovuto equilibrio e lontano da discriminazioni che potrebbero risultare immiserenti il Forum stesso. L'appuntamento è ora per luglio dal 18 al 20 a Genova per ricordare a due anni di distanza Carlo Giuliani e per una nuova assemblea preparatoria europea che porti alla definizione degli oratori dei diversi seminari. Per l'Unicobas tale date è preceduta da ben due occasioni importanti per procedere nella costruzione di una forte e significativa unità operativa tra quanti svolgono un'azione sindacale alternativa nelle scuole d'Europa. A fine maggio saremo infatti a Lione o Ginevra per un dibattito sui temi della scuola nei giorni del G8 di Evian e a metà giugno di nuovo a Parigi per procedere nel completare il quadro dei seminari che avanzeremo come Rete Sindacale Europea. Un lavoro importante quindi, necessario perché scelte determinanti vengono prese ogni giorno di più a Bruxelles, da valorizzare nelle scuole in cui siamo presenti perché si sappia che l'Unicobas è parte significativa di un dialogo che intende trasformare in azioni positive il malcontento diffuso della categoria e perché, contro ogni logica meramente concertativa al ribasso, le nostre proposte trovano un consenso e un respiro vasto ben oltre i nostri confini.

di Davide Rossi UNICOBAS

Fonte UNIMONDO


Condividi questo articolo

in Storie di mondo: OLTRE IL POPOLO DI SEATTLEUn impegno per la scuola all'interno del Social Forum EuropeoTerzo Forum Mondiale dell'Educazione - Costruire una piattaforma mondiale di lottePerché ci si occupi di diritti umani - Amnesty International Rapporto Annuale 2004La nave della speranza86 MILIONI DI LAVORATORI MIGRANTI NEL MERCATO GLOBALE
NUOVO RAPPORTO DELL'ILOINTERVISTA A RENZO SALVI (CapoProgetto di Rai Educational)<b>LA COMPLESSITA’ DELLA GLOBALIZZAZIONE</b>Sfide attuali ed emergenze sociali, ecologiche, culturaliForum sociale europeo di Londra - 2004 - Appello dell’Assemblea dei Movimenti SocialiQUALE FUTURO PER L’EUROPA?CONTEMPORANEITA’ COME IBRIDAZIONE TRA CULTURE<b>A fair globalization</b> - Rapporto della Commissione mondiale sulla dimensione sociale della globalizzazioneFSE: l'educazioneForum Sociale Mondiale 2004: l'appello finaleRiprendiamoci l´Onu. DocumentoUn topolino alla conquista del futuro - Un'intervista con Jeremy Rifkin. Il vecchio continente visto da uno studioso al di là dell'OceanoWorld Watch Institute: Report 2004COSTRUZIONE SOCIALE O APARTHEID DELLE CONOSCENZE?Dal Senegal alla Libia, il tragico business dell'immigrazioneINDIA: OBIETTIVO SCUOLA - Il Mondodomani n° 2 - febbraio 2000 - Dossier Unicef  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati