''Il deserto e dopo'' - Le mille voci della letteratura africana a Torino. Convegno 18-20 gennaio 2007
Condividi questo articolo


“Il deserto e dopo”


Le mille voci della letteratura africana a Torino



Convegno
18-20 gennaio 2007, Torino


Il primo appuntamento per il 2007 del Grinzane sarà il convegno internazionale sulla letteratura africana di venerdì 19 gennaio, preceduto dalla lectio magistralis di Nadine Gordimer (Premio Nobel 1991) di giovedì 18 e seguito dalla designazione dei vincitori della XXVI edizione del Premio Grinzane Cavour (sabato 20). 


Nella speranza che possiate essere interessati a queste iniziative, inviamo il comunicato stampa e porgiamo i nostri più cordiali saluti.



Dall’Africa sub-sahariana arrivano a Torino scrittrici e scrittori per confrontarsi sulla letteratura del loro continente. Ospite d’onore Nadine Gordimer, premio Nobel alla Letteratura nel 1991. A riunirli il convegno “Il deserto e dopo. La letteratura africana dall’oralità alla parola scritta”, organizzato dal Premio Grinzane Cavour in occasione della Cerimonia di Designazione della XXVI edizione del Premio, a un anno dall’iniziativa “Scrittura svelata”, che aveva portato a Torino una ventina di scrittrici del mondo arabo, dal Maghreb all’Iran. 



Attesi dal 18 al 20 gennaio oltre venti autori, provenienti da una moltitudine di paesi africani: José Eduardo Agualusa (Angola), Germano Almeida (Capoverde), Syl Cheney-Coker (Sierra Leone), Paulina Chiziane (Mozambico), Emmanuel Dongala (Congo), Aminata Fofana (Guinea), Abdulrazak Gurnah (Zanzibar), Moses Isegawa (Uganda), Uzodinma Iweala (Nigeria), Koffi Kwahulé (Costa d’Avorio), Werewere Liking (Camerun), Henri Lopes (Repubblica Democratica del Congo), Valentina Acava Mmaka (Sudafrica), Martha Nassibou (Etiopia), Patrice Nganang (Camerun), Ondjaki (Angola), Niyi Osundare (Nigeria), Sami Tchak (Togo), Chris van Wyk (Sudafrica), Timothy Wangusa (Uganda), Musaemura Zimunya (Zimbawe).



Tre giornate ricche di appuntamenti aperti al pubblico, per scoprire la varietà linguistica e la complessità della cultura africana, per conoscere le diverse identità letterarie del continente: in apertura - giovedì 18 - la Lectio magistralis tenuta da Nadine Gordimer; venerdì 19 il convegno “Il deserto e dopo. La letteratura africana dall’oralità alla parola scritta”; sabato 20 l’incontro condotto da Catherine Spaak con alcune scrittrici sulla condizione femminile in Africa e nel pomeriggio, a Palazzo Reale, la cerimonia di designazione dei vincitori della XXVI edizione del Premio Grinzane Cavour.



Per letteratura africana si intende l’insieme delle opere di autori provenienti dai paesi sub-sahariani. Variegate e numerose le identità, dovute alle diverse etnie presenti in questa vasta area anche all’interno di ciascuna nazione. Una letteratura giovane che si è sviluppata a partire dal XIX secolo, quando con la colonizzazione si diffuse l’alfabetizzazione, e che ha vissuto il passaggio dalla cultura orale alla pagina scritta in tempi non lontani.


Romanzi, racconti e poesie, infatti, impiegano lingue e stili del periodo coloniale, utilizzando l’inglese, il francese e il portoghese. Successivamente, nel periodo post-coloniale, la letteratura si libera dalle influenze esterne per introiettare la ricchezza e la complessità della tradizione orale indigena, e per farsi portavoce dei problemi attuali delle nazioni africane, come la corruzione e le disuguaglianze economiche, la dittatura, le guerre civili e la condizione della donna. Solo negli ultimi decenni alcuni autori iniziano ad esprimersi anche con la loro lingua di origine.


Al convengo di Torino scrittrici e scrittori porteranno il loro contributo per aprire le porte su questo sfaccettato mondo letterario, indagando sulle sue origini e sui suoi sviluppi futuri; intellettuali, editori e giornalisti interverranno sulla diffusione della letteratura africane nella cultura italiana.



L’iniziativa è resa possibile grazie all’intervento di Regione Piemonte, Fondazione CRT, Città di Torino, Ministero per i Beni Culturali, Direzione Generale Beni Librari e Istituzioni Culturali, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, Ministero degli Affari Esteri e Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio del Piemonte, che ancora una volta collaborano con il Premio Grinzane Cavour per la realizzazione di eventi volti alla diffusione della conoscenza della letteratura e alla promozione della lettura, in particolare tra le nuove generazioni.


Ufficio Stampa Premio Grinzane Cavour – 011/8100146-74 – info@grinzane.it – www.grinzane.it

Condividi questo articolo

in B A C H E C A: Offro la mia cultura - Per chi vuole imparare la lingua araba, per chi vuole imparare quella italiana ...Giovani Cittadini di un Unico Mondo - Per offrire ai giovani del Nord e del Sud del mondo di conoscersi e dialogare insiemeCV Operatrice interculturaleMigration, Minorities and Refugees - Social Work under the Condition of DiversityRASSEGNA EDITORIALE ITALIANO PER STRANIERIII° Rasegna di Musiche e Danze dell’Americhe e dei CarabiConvegno “ La Medicina tradizionale e Popolare Boliviana “MEDICINA TRADIZIONALE ANDINA BOLIVIANALa traduzione come promozione della partecipazione nella comunicazione
interculturaleBando di concorso 2007. ''Premio di laurea Dino Frisullo''23 giugno 2007. Una nuova legge per l'immigrazione - MANIFESTAZIONE DEI MIGRANTI
BERGAMOMediatori Interculturali, Coordinatori, EducareSCUOLA DI FORMAZIONE PER DOCENTI DI ITALIANO A STRANIERI - SESSIONE ESTIVA 2007<b>''Diamo voce all’Africa''</b> 20 - 25 gennaio 2007 - Una settimana per l’Africa
Una settimana per noi -''Il deserto e dopo'' - Le mille voci della letteratura africana a Torino. Convegno 18-20 gennaio 2007CONVEGNO - A 50 ANNI DALLA MORTE DI ALVARODECLARATION D’ OUJDA - Conférence-meeting international ''violations des droits humains aux frontières '' <br>06 OCTOBRE 2007Spettacolo teatrale Kla-Destini  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati