Dalla Regione Lazio corsi di lingua italiana per stranieri
Condividi questo articolo


Dalla Regione Lazio corsi di lingua italiana per stranieri


di Valerio Refat


La conoscenza della lingua italiana è il primo passo per l’integrazione degli stranieri, che hanno scelto di vivere nel nostro Paese. Per raggiungere questo obiettivo la Giunta regionale del Lazio ha approvato uno stanziamento di trecentonovantamila euro destinati alla promozione e alla realizzazione di corsi di lingua, cultura ed educazione civica per gli extracomunitari residenti in Italia. Prendervi parte sarà facile e i costi dovrebbero essere molto contenuti. Le lezioni, infatti, saranno totalmente gratuite, mentre il costo degli esami sarà per il cinquanta per cento a carico della Regione e per il restante cinquanta a carico dello studente. Parte dei fondi per la realizzazione dell’iniziativa sono stati stanziati dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali.


Uno degli aspetti più importanti dei corsi riguarda proprio gli esami finali, al termine dei quali, ai partecipanti verrà rilasciato un apposito certificato. Alessandra Mandarelli, assessore alle Politiche Sociali della Regione Lazio, ha sottolineato come l’iniziativa sia “in linea con i criteri europei di riferimento per le lingue e anche gli standard qualitativi sono quelli previsti nella relativa Raccomandazione europea. Un extracomunitario regolarmente residente nella nostra regione avrà in questo modo la possibilità di integrarsi con maggiore facilità grazie alla lingua e all’apprendimento di nozioni di cultura italiana e di educazione civica di base”.

Per rendere i corsi operativi nel minor tempo possibile, oggi la Regione ha firmato un accordo con il Ministero del lavoro, in seguito al quale la giunta guidata da Piero Marrazzo potrà siglare convenzioni con gli enti locali, comuni, province e circoscrizioni, interessati all’iniziativa. La data di partenza dei corsi non è stata ancora comunicata, ma dal palazzo della Pisana fanno sapere che l’inizio delle lezioni non dovrebbe slittare oltre il 2006.


28 dicembre 2005



Condividi questo articolo

in Italiano Lingua Migrante: Il costruttivismo nell'insegnamento-apprendimento delle lingue straniere70mila alunni stranieri in più nelle scuole italiane - L'esperto: l'essenziale è superare l'ostacolo della linguaCertificazione di Italiano come Lingua Straniera (CILS) - Linee guidaItaliano come lingua straniera: la certificazioneChiara Zamboni - Derrida, tra lingua materna e lingua dell’altroInsegnare italiano agli stranieri: Video IntervisteInsegnare una lingua seconda: le metodologieInsegnare una lingua seconda: le competenze degli insegnanti nella riformaInsegnare una lingua seconda: la glottodidattica per la risoluzione dei problemi di insegnamento/apprendimento di una seconda lingua - uno schemaLe rapport du député Bénisti, un vrai scandale !L'anima e il profitto - di Emanuele SeverinoLa linea dura di Blair. Immigrati? Soltanto se utili all’economia e se sanno l’ingleseA Siena si parlano 50 lingue:  con gli immigrati l'italiano cambiaPER UN REALE APPRENDIMENTO LINGUISTICO NELLA SCUOLA ITALIANA. Le scelte relative all’italiano L1 e L2 - cultura, culture, interculturalità - Proposta dell’associazione lendIl Parlamento Europeo sull'integrazione degli immigrati in Europa grazie alle scuole e a un insegnamento plurilingueUN APPROCCIO COMUNICATIVO NELL'INSEGNAMENTO  DELL'ITALIANO COME LINGUA STRANIERAMINORANZE LINGUISTICHE ESCLUSE DALLA LEGISLAZIONE ITALIANA DI TUTELADalla Regione Lazio corsi di lingua italiana per stranieriIdee per un curricolo di educazione linguistica democratica oltre i provvedimenti del ministro MorattiTRE PARAGRAFI SULLA DECOLONIZZAZIONE LETTERARIA DEGLI EUROPEI<b>''Gli altri che sono venuti a trovarci, che hanno imparato la nostra lingua, ci obbligano a un incontro e a un ascolto che deve convincerci a una nuova co-scienza...</b> - di  Armando Gnisci<b>Puglia - ''Italiano lingua seconda: lingua di contatto e lingua di culture''</b>. Attività di formazione destinate a docenti per l'a.s. 2004/05<b>Campania</b> Italiano lingua seconda: lingua di contatto, lingua di cultureCaratteri essenziali del progetto nazionale ''ITALIANO L2: LINGUA DI CONTATTO E LINGUA DI CULTURE''La formazione degli insegnanti di italiano L2: una ricognizione <b>di Paolo E. Balboni </b>SPERIMENTAZIONE MINISTERIALE L2 italiano - Milano e Brescia<b>Insegnare la grammatica in modo intuitivo</b>Lo choc culturaleImparare a parlare in italiano: note pedagogicheDalla competenza comunicativa alla competenza comunicativa interculturaleLa diversa appartenenza culturale può influire sull'apprendimento di una seconda lingua?LINGUISTICA E SEMIOTICA: UNA RICOGNIZIONEAntonio Prete -<b> Stare tra le lingue<b/> Sul confine, Migrazioni, Traduzioni, SingolaritàLETTERA DAL BUNKER di O. FARFAGLIUSOCHIARA ZAMBORLIN - DISSONANZE DI ATTI LINGUISTICI: UN CONFRONTO PRAGMATICO TRANS-CULTURALE ALLA RICERCA DEI PRESUPPOSTI DELLA SCORTESIA VERBALE INVOLONTARIAItaliano addio, sconfitto in EuropaLingua morta, identità negataLe parole lasciano impronte: una campagna ed uno spazio forumAnche la Liguria finanzia corsi d'italiano per stranieri  


Copyright © 2002-2011 DIDAweb - Tutti i diritti riservati