il progetto   |   la lista / iscrizione  |   DIDAweb   

Donne
* - 21.02.2007



ISLAM:
COSTITUITO OSSERVATORIO
FEMMINISTE MUSULMANE IN ITALIA

(ANSAmed) -

ROMA, 30 NOV - Le donne musulmane in Italia hanno deciso di dire la loro
costituendo oggi il comitato promotore del Seminario Permanente delle
Femministe Musulmane, alla presenza di donne di tutte le estrazioni
politiche e culturali. «Matrimoni imposti, divorzi islamici che si traducono
nella mera pratica del ripudio senza nessun genere di garanzia per le donne,
allontanamento o addirittura rapimento dei figli minori, donne che vengono
costrette a lasciare gli studi, costrette a indossare il velo, donne
demonizzate e impossibilitate a trovare un lavoro perchè il velo lo
indossano. La situazione delle donne in Italia è gravissima, quella delle
donne musulmane ancora di più» spiega Fatma Chemmaoui, femminista musulmana
di Napoli. Il Comitato ha stilato il Manifesto dell'Islam delle Donne e lo
ha già inviato a tutte le associazioni di donne e femministe d'Italia, al
fine di stimolare un dibattito che le veda finalmente soggetti e
protagoniste e non più oggetti. (ANSAmed). COM-CLL 30-NOV-06 18:03 NNN

ISLAM:
FEMMINISTE ISLAMICHE INSIEME
PER CREARE OSSERVATORIO SU ISLAM E GENERE

= Roma, 30 nov. - (Aki) - Essere soggetti e protagonisti e non più
oggetti: questo l'obiettivo per il quale oggi si sono riunite decine di
donne di tutte le estrazioni politiche e culturali, insieme per dare vita al
comitato promotore dell'Osservatorio su Islam e Genere in Italia. In questa
occasione, è stato anche stilato il Manifesto dell'Islam delle Donne,
inviato a tutte le organizzazioni femministe e femminili italiane. Un primo
passo 'femminilè che s'inserisce nel più ampio dibattito sull'Islam
italiano. E secondo Dacia Valent, ex deputata europea e portavoce della
Islamic Anti-Defamation League, «l'Islam italiano, questo nascituro
problematico e poco voluto, deve nascere proprio a partire alle donne. Siamo
noi ad affrontare i grandi traumi che una cattiva interpretazione
dell?Islam, patriarcale e conservatrice, sta imponendo alle società
musulmane, ovunque nel mondo». All'incontro di oggi hanno partecipato tante
donne, molte delle quali erano a Barcellona all'inizio di novembre per il
Congresso del Femminismo Islamico. E proprio da una femminista musulmana di
Firenze, Hasnaa Malik, arriva l'invito a far sentire la propria voce. «Siamo
stanche di essere oggetti: chi ci discrimina e chi ci salva, chi ci critica
e chi ci loda, siamo sempre e comunque oggettivizzate», afferma,
sottolineando che «invece siamo donne, portatrici di bisogni e ideali che
sono rivoluzionari. Siamo stanche che sui nostri corpi di donna si
combattano battaglie, spesso cruente. Non abbiamo bisogno che qualcuno parli
per noi, siamo adulte e siamo capaci di far sentire le nostre voci».
(Csc/Aki) 30-NOV-06 18:44 NNN

ISLAM:
COSTITUITO OSSERVATORIO PERMANENTE FEMMINISTE MUSULMANE HASNAA MALIK, SIAMO ADULTE E CAPACI DI FAR SENTIRE LA NOSTRA VOCE

(Adnkronos) - «Èarrivato il momento di dare una svolta al dibattito in Italia -ribatte
Hasnaa Malik, femminista musulmana di Firenze- non siamo oggetti: chi ci
discrimina e chi ci salva, chi ci critica e chi ci loda, siamo sempre e
comunque oggettivizzate. E invece siamo donne, portatrici di bisogni e
ideali rivoluzionari. Sui nostri corpi si combattano battaglie, spesso
cruente. Non abbiamo bisogno che qualcuno parli per noi, siamo adulte e
capaci di far sentire le nostre voci». Il comitato promotore ha già inviato
il manifesto programmatico a tutte le associazioni di donne e femministe
d'Italia, per stimolare un dibattito che, come sottolinea un comunicato
diffuso oggi, «le veda finalmente soggetti e protagoniste e non più
oggetti». (Rex/Zn/Adnkronos) 30-NOV-06 18:07 NNN

http://www.ilcircolo.net/lia/


[ commenta


Copyright © 2001-2005 DIDAweb, liste di discussione - Tutti i diritti riservati - È una iniziativa DIDAweb