il progetto   |   la lista / iscrizione  |   DIDAweb   

Il computer, opportunità per i disabili
Nicoletta Cottone - 27.04.2004



L'avvento del computer facilita l'inserimento lavorativo dei disabili. L'Isfol ha presentato nel volume "Società dell'informazione e persone disabili" i risultati di uno studio sulle opportunità di integrazione sociale ed economica offerte per chi ha abilità diverse.

Secondo l'indagine nel prossimo triennio aumenteranno le possibilità di integrazione dei disabili nel mondo del lavoro, puntando per lo più ai settori della comunicazione e dei servizi. Il terziario avanzato, data l'immaterialità dei prodotti e dei servizi, sarà il settore che assorbirà di più disabili adeguatamente professionalizzati. La tecnologie deve, però essere inserita in un contesto organizzativo in grado di adattarsi a situazioni diverse, con un ruolo fondamentale per chi sviluppa software.

Ambienti di lavoro, dunque, sempre più dipendenti dall'informatizzazione, dove l'incontro fra domanda e offerta di occupazione viaggeranno sempre più in rete. La creazione di "uffici virtuali" richiederà una nuova organizzazione dell'impresa, che non si potrà realizzare certamente nel breve periodo.
"I disabili - sottolineano, però, gli autori del volume Antonello Scialdone, Pietro Checcucci e Franco Deriu - continueranno ad arrampicarsi in edifici storici, nel centro cittadino caotico e asfissiante, poiché non si realizzeranno edifici belli e intelligenti. Gli spazi continueranno a non essere adeguati sia alle esigenze dei disabili sia dei normodotati. Faranno eccezione gli ambienti di lavoro del terziario e del terziario avanzato che saranno sempre più interessati da una maggiore richiesta di comfort e di rispetto dei principi ergonomici".

Nei prossimi tre anni la progressiva destrutturazione dei vincoli temporali a favore degli obiettivi di business delle aziende agevolerà le persona disabili, come già avviene nel modello svedese e nordico. L'interesse crescerà anche in funzione degli incentivi che faciliteranno il loro ingresso nel mondo del lavoro.

Le conoscenze richieste ai disabili riguarderanno, per il futuro, soprattutto, nozioni informatiche di base, conoscenza dei pacchetti Office, gestione di programmi tecnici di ragioneria e progettazione. Occorre anche conoscenza della lingua inglese, buona capacità relazionale e di comunicazione per quelle mansioni che richiedono un contatto diretto con la clientela.


 




Persone di 15 anni e più: presenza di disabilità e condizione professionale



http://www.ilsole24ore.com/SoleOnLine3/Scuola%20e%20lavoro/isfol_disabili.doc?cmd=art&codid=22.0.1745754152




Copyright © 2001-2005 DIDAweb, liste di discussione - Tutti i diritti riservati - È una iniziativa DIDAweb