Inserimento alunno con problemi caratteriali

Domanda

Mia figlia frequenta la classe PRIMA elementare: 22 alunni di cui uno mi pare definito caratteriale con H grave (sostegno, assistente ad personam, riduzione orario, terapia farmacologia – ultima circostanza precisata dalla madre).La classe dopo un lungo periodo di difficoltà era avviata a continui miglioramenti nel processo di integrazione dell’alunno H che si poneva ormai in termini assolutamente positivi nei confronti dei compagni e viceversa.Da circa un mese l’inserimento di un nuovo alunno con problemi caratteriali che rischia di vanificare tutti gli sforzi (dell’alunno, dei genitori, dell’insegnante e dei nostri figli) finora compiuti per la formazione di un gruppo classe.Preciso che nella scuola sono presenti altre due classi prime di 22 e 24 componenti senza alunni in difficoltà, ma il D.S. rifiuta l’assegnazione del nuovo arrivo ad altre classi (pare esista una norma per cui l’alunno deve essere affidato all’insegnante con più anni di servizio). E’ accettabile che due alunni con le stesse difficoltà (peraltro non di apprendimento ma relazionali) vengano messi assieme o è auspicabile vengano separati? Esiste una normativa di riferimento? A chi ci possiamo rivolgere?   

Risposta

RivolgeteVi subito all'ufficio scolast5ico mretgionale perchè intervenga secondo buon senso; chiamate per telefono la d.ssa Gentile 06/77392536.

    Cordiali saluti.

    Salvatore Nocera




Nessun commento



Lascia un tuo commento





<<<