Al Don Gnocchi di Roma un nuovo reparto di neuropsicomotricitą per bambini

Di Rolando Alberto Borzetti - News - 22.09.2022

Redattore Sociale del 22/09/2022

ROMA. E` stato inaugurato oggi presso il Centro Don Gnocchi S. Maria della Pace di Roma il nuovo reparto di neuropsicomotricitą dell’etą evolutiva (NPI) che riunisce tutti i servizi pediatrici in un unico edificio immerso nel verde, dotato di ambienti rinnovati e a misura di bambino. Il reparto, pensato proprio per accogliere i piccoli pazienti e le loro famiglie, oltre che per valorizzare al meglio le competenze dei professionisti che vi operano, prevede un’ampia offerta di prestazioni, in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale o in forma di privato sociale. Ai servizi pił tradizionali di neuropsicomotricitą, logopedia e psicomotricitą si affiancano attivitą innovative, come ad esempio il progetto “Le.Pre.Leggimi Presto, Leggimi Con”. Il progetto, vincitore del bando “Leggimi 0-6” del Ministero per i Beni e le Attivitą Culturali (MiBAC), č frutto della collaborazione tra Fondazione Don Gnocchi (capofila) e altre realtą tra cui ASL Roma 1 e l’Ospedale Fatebenefratelli, ed č finalizzato a promuovere l’esposizione alla lettura ad alta voce sin dalla nascita, con una particolare attenzione alle situazioni di rischio neuro-evolutivo e con percorsi personalizzati rivolti anche a bambini con sorditą, tramite il supporto di un interprete di lingua dei segni.

“Il servizio – dichiara Laura Iuvone, neuropsichiatra infantile, responsabile del nuovo reparto di NPI - rappresenta gią un punto di riferimento, oltre che per le famiglie che hanno un bambino con disabilitą, anche per le scuole del territorio che trovano nel Centro di Ponte Milvio della Fondazione Don Gnocchi un supporto per favorire l’integrazione scolastica e valorizzare al massimo le possibilitą di apprendimento”.

Il servizio  della Fondazione a Roma, attivo dagli anni Novanta e oggi guidato dalla professoressa Laura Iuvone, segue all’anno circa 300 bambini con gravi disabilitą in maniera continuativa, dei quali il 75% di etą prescolare, tra 0 e 6 anni. Quasi tutti i pazienti risiedono a Roma e nei comuni limitrofi, ma alcuni provengono anche da altri capoluoghi di Regione. Nel reparto lavorano 33 operatori tra medici specialisti in neuropsichiatria infantile e un consulente ortopedico, terapisti della neuropsicomotricitą dell’etą evolutiva, tra cui un’osteopata, logopedisti, terapisti specializzati in trattamenti cognitivi, psicologi dell’etą evolutiva e un tecnico EEG.

Nessun commento



Lascia un tuo commento





<<<