Cosa prevede esattamente quella Legge?

Superando.it


BOLOGNA. «Cosa prevede esattamente quella legge?», «cosa sono le polizze assicurative per il “Dopo di Noi”?», «come funzione il trust?», «chi si preoccuperà dei bisogni di mia figlia?»: sono queste le principali domande che arrivano dai familiari di persone con disabilità intellettiva alla Fondazione Dopo di Noi di Bologna, riguardando segnatamente la Legge 112/16, meglio nota come Legge sul “Dopo di Noi”.
Per cercare di dare le risposte più esaurienti, la stessa Fondazione bolognese ha promosso un ciclo di incontri presso la Sala Conferenze del Baraccano (Via Santo Stefano, 119, Bologna), realizzati in collaborazione con l’Azienda USL di Bologna e il Quartiere Santo Stefano, oltreché con il patrocinio del Comune di Bologna e il contributo di Cavarretta Assicurazioni, Polizza Unica del Volontariato.
«Sarà un percorso – spiegano i promotori – che servirà a riflettere sul futuro di un “adulto fragile” a partire dai contenuti della Legge 112/16, per giungere però anche a quello che nella Legge non c’è, sempre attraverso storie ed esempi concreti».

Il primo incontro è in programma per mercoledì 15 novembre (ore 17), sul tema La legge 112 “Dopo di Noi”, conosciamola meglio e sarà condotto da Rosa Maria Amorevole, presidente del Quartiere Santo Stefano di Bologna, insieme a Luca Marchi, direttore della Fondazione Dopo di Noi Bologna.
Si proseguirà quindi martedi 28 novembre (Il trust: Capiamo di cosa si tratta), insieme a Francesca Vitulo, avvocato, esperta in diritto dei soggetti deboli; mercoledì 13 dicembre (Il monitoraggio, a garanzia della qualità di vita), con Laura Belloni ed Elisabetta Malagnini, monitori della Fondazione Idea Vita di Milano; mercoledì 10 gennaio 2018 (Strumenti assicurativi e “Dopo di noi”), con la già citata Francesca Vitulo e Gaetano Cavarretta di Cattolica Assicurazioni; mercoledì 24 gennaio 2018 (Noi! Abitiamo “fuori casa”), con i protagonisti dei progetti abitativi della Fondazione Dopo di Noi, coordinati da Elisa Biondi, Andrea Ciani e Tiziana Roppoli, coordinatori pedagogici della Fondazione, Mara Grigoli dell’AUSL Distretto Bologna Città e Sabrina Ziosi dell’AUSL di Bologna Distretto Pianura Ovest. (S.B.)

Gli incontri promossi dalla Fondazione Dopo di Noi di Bologna saranno sottotitolati in diretta a cura del Coordinamento FIADDA Emilia Romagna (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi), nell’àmbito di un progetto finanziato dalla Regione Emilia Romagna. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@dopodinoi.org (Lucia Alvisi).

Nessun commento



Lascia un tuo commento





<<<