Esempio piano personaliz​zato 162 SARDEGNA

PER L’APPLICAZIONE DELL’ART. 14 L. 328/2000 E DELLA L.162/98 PER L’ATTUAZIONE DEI PIANI PERSONALIZZATI DI SOSTEGNO ALLE PERSONE CON DISABILITA’ GRAVE

Il Progetto Individuale (previsto dall’art. 14 della L. 328/00) rappresenta la definizione organica degli interventi e servizi che dovrebbero costituire la risposta complessiva ed unitaria che la rete dei servizi – a livello assistenziale, riabilitativo, scolastico e lavorativo – deve garantire alle persone con disabilità per il raggiungimento del loro progetto di vita. Il Progetto Individuale, nella sua definizione e realizzazione, è un processo dinamico che deve sapersi adattare alle necessità delle persone che mutano nelle diverse fasi della vita. Deve, quindi, garantire continuità nei processi, soprattutto in occasione di quelle fasi di passaggio avvertite come particolarmente critiche e spesso di abbandono. Una presa in carico globale richiede un approccio multidimensionale e, quindi, è necessaria un’équipe multi-professionale che sia integrata da figure professionali specifiche, relativamente agli ambiti di vita della persona con disabilità. Gli interventi ed i servizi previsti vengono raccolti in un Dossier Unico, curato dall’assistente sociale di riferimento, nel ruolo di case manager. Prerequisito per l’attivazione del percorso di presa in carico è l’accertamento della condizione di disabilità, attualmente disciplinato dalla Legge n. 104/1992.

Allegato 1

Allegato 2

Nessun commento



Lascia un tuo commento





<<<