Anno scolastico 2015-2016 - mese di giugno
Francesco di Lorenzo - 25-06-2016
Man mano che si vanno ad applicare parti ed elementi della legge sulla 'Buonascuola', si scoprono sempre di più le magagne. Adesso è il momento dell'applicazione del comma 70, il quale prevede la costituzione di reti di scuole. A detta di molti tale comma limiterebbe di fatto l'autonomia scolastica. Così come adesso prevede il comma 70, l'autonomia invece di essere rafforzata viene depotenziata. Un becero tentativo di tornare al centralismo burocratico, fatto passare per libertà. Le solite manfrine che non ci portano da nessuna parte. Intanto in questi giorni la ministra Giannini ha inviato al Consiglio superiore della Pubblica Istruzione il regolamento nuovo di zecca che servirà a reclutare altrettanto nuovi (anzi nuovissimi) dirigenti scolastici.
Francesco Masala - 18-06-2016
Al Miur e all'Invalsi (Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione) non ne possono più di leggere ancora sulla libertà di non somministrare o addirittura di non svolgere i test Invalsi. Ecco cosa ancora si legge in Internet, su queste presunte libertà impunite, e a cosa si ispirano in quegli alti istituti culturali per attivare contromisure definitive per sottoporre tutti ai test. E' ora di fare un salto di qualità, i tempi sono maturi e favorevoli. "La valutazione è parte integrante del percorso formativo, non è il fine. Per questo proponiamo modelli di valutazione narrativa, ossia una descrizione che motivi il voto per aiutarci a comprendere cosa migliorare nelle singole materie, ed una nuova valutazione di sistema campionaria, indipendente e partecipata".
Francesco di Lorenzo - 11-06-2016
Nella retorica di fine anno scolastico non poteva mancare la ministra dell'Istruzione. In un'intervista rilasciata a Radio 24 ha detto che se dovesse dare un voto all'anno appena trascorso darebbe 'un 7, è andata bene, si può migliorare'. Darsi dei voti alti autoassolvendosi è un po' la regola di questo governo, salvo poi incappare in dei veri e propri incidenti di percorso che però vanno subito minimizzati, se non nascosti. Che ci siano in corso raccolte di firme per abrogare parti della legge di riforma, che ci sia un contenzioso enorme sugli ultimi concorsi, che i concorsi stessi siano un obbrobrio perché sottopongono ad esame docenti che per anni hanno insegnato, che il balletto delle supplenze nelle scuole continui come sempre più di sempre, che i comitati di valutazione, il merito e i bonus siano da tutti messi in discussione, tutto ciò non fa testo, è cosa che va considerata normale.
Francesco di Lorenzo - 04-06-2016
Dite voi se questo è il modo. Per dare credibilità e rilanciare il ruolo, sempre più screditato, degli insegnanti in Italia, il ministro Giannini ha lanciato una specie di concorso. O, per dirla tutta, una versione aggiornata (e loro pensano culturalmente corretta) di un 'talent show', ovvero il premio per il miglior insegnante in assoluto. Presentato a Roma in pompa magna dalla ministra dell'Istruzione, anche noi avremo in Italia la versione del 'Global Teacher Prize', praticamente il Nobel dei professori. Dopo una prima scrematura si arriverà ad isolare una lista di 50 finalisti, da cui una Giuria Nazionale individuerà 5 ultra finalisti a cui andranno i premi: 50mila euro al primo e 30mila euro agli altri quattro. I premi saranno assegnati alle scuole di appartenenza dei vincitori e serviranno per realizzare attività e progetti coordinati dagli insegnanti premiati. La professione docente da noi è screditata e non si capisce perché l'insegnante italiano, partecipando alla gara, acquisterebbe l'autorevolezza perduta.
voci dal fronte
Il notiziario settimanale che esplora il mondo della scuola per aiutarci a disegnare un quadro il più possibile chiaro degli eventi e dei processi che lo attraversano.
Informazioni ad ampio raggio, corredate da commenti puntuali sui quali sviluppare riflessioni e immaginare azioni di cambiamento contro un degrado che appare sempre più difficile arginare. E però non impossibile, ne siamo convinti.
La redazione
Tag correlati


Anno scolastico / Mese
2009-2010 / 8
2010-2011 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2011-2012 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2012-2013 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2013-2014 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2014-2015 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2015-2016 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2016-2017 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2017-2018 / 9 10 11
Autori