Anno scolastico 2010-2011 - mese di maggio
Francesco Di Lorenzo - 28-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte




Sì, siamo proprio alle solite. È stato proposto dal PDL un disegno di legge che - a parole - è a favore degli alunni disabili, mentre all'interno contiene la consueta magagna. In breve, per assicurare continuità didattica agli alunni, il dirigente scolastico, se trova i soldi, può stipulare contratti di tipo privatistico con qualsiasi docente. Insomma, sceglie autonomamente gli insegnanti che sono disposti a restare per più anni nello stesso luogo di lavoro. Così, sembra una soluzione accettabile. Ma spunta la domanda quasi inutile: e le scuole che non trovano soldi?

Di tutt'altro tenore la notizia che il progetto Federica@, lanciato appena pochi mesi fa dall'Università Federico II di Napoli, sta avendo un grande successo.
Poiché Federica@ è qualcosa di estremamente interessante, viene il sospetto che al ministero stiano pensando di tagliare i fondi se non proprio di abolire il progetto. Ma solo per evitare le solite sovrapposizioni e la diffusione di modelli virtuosi.
Assemblea Genitori e Scuole - 27-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



Il Ginko e il suo popolo ringraziano di cuore...tutti coloro che hanno partecipato, parteggiato, digiunato, ascoltato, solidarizzato...
Quello che conta è che abbiamo tenuto fede ai nostri propositi e lo abbiamo fatto bene.
L'aver condiviso un'esperienza così forte e al tempo stesso così gioiosa e intensa e fresca lascerà tracce permanenti.
In questo sta il frutto dolce della nostra iniziativa.
Siamo diventati una forza al cui capezzale corrono i politici per rassicurare, per impegnarsi per promettere e i media per sapere, per registrare per rilanciare...
Francesco Di Lorenzo - 25-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



Onore al movimento degli 'Indignados' spagnoli. Sono i giovani scesi in strada perché sentono il loro futuro in pericolo. Lo hanno fatto i maniera corretta, pacifica e intelligente. Hanno semplicemente sfilato e occupato le piazze.
Intanto a Palermo migliaia di giovani studenti - provenienti da tutta Italia,-hanno sfilato per le strade della città, commemorando il 19esimo anniversario della strage di Capaci.
Segni e segnali da considerare e mettere nel giusto rilievo.
E altrettanto doveroso è soffermarsi sui dati delle iscrizioni scolastiche per l'anno prossimo, che riconfermano la tendenza paventata. In maggioranza i ragazzi scelgono di iscriversi ai licei (3% in più).
Francesco Di Lorenzo - 21-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



L'assemblea regionale siciliana, non avendo altro da fare, ha stabilito che dal prossimo anno il dialetto dovrà essere inserito nei programmi di studio delle scuole primarie e secondarie. Sembra che anche l'opposizione abbia dato il suo contributo ...
E mentre nelle scuole continua il carosello dei ricorsi, in Parlamento fioccano proposte idee geniali a favore del pubblico affossamento...
Non ci resta che attendere ?!?
Francesco Di Lorenzo - 18-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



La sfiducia avanza inesorabile. Alla domanda - "Ritieni che l'istruzione universitaria sia un'opzione attraente per i giovani nel tuo paese?" - ha risposto di sì il 57 % degli intervistati italiani. Per capire se è poco o molto, dobbiamo confrontare i dati con le risposte che si sono avute negli altri paesi europei. Facendo così il confronto, si capirà la china su cui ci siamo incamminati.

Da premettere che la ricerca è stata condotta da un organismo della Commissione europea, per analizzare le tendenze dell'opinione pubblica in merito all'istruzione. La domanda ( insieme ad altre) è stata posta ai giovani dai 15 ai 34 anni.
Francesco Di Lorenzo - 14-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



Sarà pure un segno dei tempi, ma è qualcosa che dovrebbe far riflettere. La difesa più semplice, normale, chiara e sostanziale della scuola pubblica l'ha fatta, in queste ore, un partito di centro legato alla chiesa, l'Udc, attraverso il suo leader, Casini. Agli attacchi quasi quotidiani che la maggioranza e il presidente del consiglio sferrano contro la nostra scuola, quella vera, quella di tutti, quella pubblica, Casini, ribadendo di non essere contro la scuola privata, ha pronunciato queste parole: "Credo che gli italiani debbano essere orgogliosi della scuola pubblica italiana". E poi: "Noi abbiamo realizzato in questa scuola pubblica delle cose splendide: pensiamo agli inserimenti dei ragazzi diversamente abili. E' una cosa bella per i nostri figli, che così vengono a contatto con delle realtà più complesse, e per questi ragazzi, che si inseriscono in una comunità viva che li coinvolge".
Francesco Di Lorenzo - 11-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



È veramente singolare quello che succede. La Confindustria si lamenta che la tanto attesa - ed epocale (per il ministro) - riforma degli istituti tecnici e professionali, non ha dato neanche uno dei frutti sperati. Infatti, dice Gianfelice Rocca, responsabile degli industriali per l'educazione, che il 'made in Italy' sta miseramente fallendo e non si vede all'orizzonte una nuova cultura del lavoro e dell'industria. Allora, sapete cosa propone? Di liberare il merito. Che non si capisce bene cosa sia. (Solo al ministero sembra che sappiano di cosa si parla. Tuttavia anche loro, alla fine, oltre a qualche discorso buttato lì, non hanno le idee così chiare).
Francesco Di Lorenzo - 07-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



Gli specchietti, si sa, attirano molto di più se le allodole sono affamate.
Ma, speculare sulle disgrazie altrui, o anche solo sulle debolezze (sulle deficienze) degli insegnanti, è offensivo oltreché stupido. Ad ogni modo, il buon senso suggerisce di andar cauti con le notizie che in apparenza sembrerebbero buone. Allora, lo sconvolgimento delle graduatorie degli insegnanti abilitati che tra poco avverrà, viene contestualmente presentato con il piano di assunzione di 65mila precari in tre anni. Meglio di niente (quando si ha fame si sorvola su una cifra così insignificante). Ma la fame (continuando con il gioco) non dovrebbe farci dimenticare che le persone di cui si parla sono inserite nella scuola da anni e vengono già pagate. Ergo, non si elargisce e non si concede alcunché. Invece, non si dice che dal 2012 al 2014 ci saranno ulteriori riduzioni di spesa ogni anno, per complessivi quattro miliardi e 561 milioni. Non dimenticando che dal 2009 al 2011 sono state già tolte risorse all'istruzione per 8 miliardi e 13 milioni, nonché abolite 87mila cattedre e svaniti 42 mila posti di personale amministrativo, tecnico e ausiliario.
Il sospetto, legittimo, è che questo piano di assunzioni sia solo una manovra elettorale. Che ne dite?
Francesco Di Lorenzo - 03-05-2011
Dallo Speciale Notizie dal fronte



Più che cercare soluzioni al problema dei precari, il ministero dell'Istruzione trova espedienti per fregarli. Ultima, in ordine di tempo, la notizia che al Miur hanno predisposto un decreto legge per aggirare la norma europea che impone l'assunzione a chi è confermato per tre anni (sempre da precario) sullo stesso posto di lavoro.
Intanto, sui libri di testo comunisti o progressisti o di sinistra, la polemica non si placa.
Infine e sempre di più, lo sbandierato buono-scuola proposto da Berlusconi, fa breccia presso le amministrazioni regionali di centro-destra...
voci dal fronte
Il notiziario settimanale che esplora il mondo della scuola per aiutarci a disegnare un quadro il più possibile chiaro degli eventi e dei processi che lo attraversano.
Informazioni ad ampio raggio, corredate da commenti puntuali sui quali sviluppare riflessioni e immaginare azioni di cambiamento contro un degrado che appare sempre più difficile arginare. E però non impossibile, ne siamo convinti.
La redazione
Tag correlati


Anno scolastico / Mese
2009-2010 / 8
2010-2011 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2011-2012 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2012-2013 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2013-2014 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2014-2015 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2015-2016 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2016-2017 / 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 7 8
2017-2018 / 9 10 11
Autori