Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 18 - a.s. 08/09
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 18/01/2009
raccontiscaffali

Sommario

SUL PIANETA

Piombo fuso di Tzipi Livni

di Giuseppe Aragno
Striscia di Gaza
di Claudia, Ilaria...
MnemoLabili
di Gigi Monello
Eppure ... il cielo è di tutti
di Marco Pagani & al

NEL PAESE

Qualche conto

di Francesco Masala
Noi insegnanti tra ministri e sindacalisti
di Libero Tassella
Facciamo finta che...
di Claudia Fanti
La nebbia agli irti colli
di Francesco Di Lorenzo

DALLE SCUOLE

L'evoluzione (e/o involuzione) del Tempo pieno

di Gianni Gandola e Federico Niccoli
Boicottiamo gli scrutini!
di Miha
Un futuro a più teste
di Agostino Del Buono
A Tivoli si privatizza
di Insegnante FP
Mobilitiamoci a favore dell'Educazione fisica
di Flavio Cucco


Consulta qui altre rassegne


Piombo fuso di Tzipi Livni
di Giuseppe Aragno

Non c'è da farsi illusioni. Il 77° Cavalleggeri non interverrà. Non ci sono winchester e giacche blu, non si ascoltano squilli di trombe finali e il bene non prenderà il posto del male che trionfa, tirandosi fuori da nuvole di polvere. Piombo fuso, firmato da Tzipi Livni, non è un film e non riserva colpi di scena: è un oltraggio al pudore, un'oscenità inaccettabile, un programma di annientamento dei diritti umani realizzato dal governo d'un popolo che per i diritti umani, primo e più di tutti, dovrebbe lottare.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Striscia di Gaza
di Claudia, Ilaria...


Non sapevi
Di dolore
Non sapevi
Di male
Sapevi di buono
Sapevi di pane
Fragrante
D'intelligenza
Di vita.



MnemoLabili
di Gigi Monello

Per quanto sgradevole possa suonare, la proposizione "Hitler ha vinto la guerra", non ha meno plausibilità logica del suo contrario. La storia non è fatta di assiomi e teoremi. Muovendo dall'idea di una presunta forza eguagliatrice del Tempo, un recente disegno di legge del centrodestra vorrebbe equiparare combattenti di Salò e partigiani, assegnando ai superstiti medesima onorificenza e vitalizio. Un messaggio di devastante confusione, mandato a già sufficientemente "devastati" adolescenti. Forse non sarebbe male ricordare che tra il cadavere di Anna Frank e quello di Himmler, c'è una differenza. Come c'è tra quelli di Mussolini e Matteotti.



Eppure ... il cielo è di tutti
di Marco Pagani & al

Ai lati opposti del palco ci sono due tavolini con due PC portatili, dove siedono un ragazzo e una ragazza che si sono incrociati casualmente in internet e si sono messi a chattare. Leggono ad alta voce le loro mail, mentre al centro del palco si alternano le scene delle varie classi che sviluppano i temi lanciati dai protagonisti. All'inizio c'è il narratore Modou che introduce la storia e presenta i due protagonisti.



Qualche conto
di Francesco Masala

... per salvare l'italianità dell'Alitalia, cioè per regalare dei soldi ad amici italiani (e chissà se i magistrati potranno un giorno seguire gli itinerari di quei soldi) , che poi coinvolgono i francesi, i soldi li sta pagando l'italianità dell'ignoranza, e 130.000 lavoratori della scuola a casa.
Qualunque governo, qualunque sondaggio, qualunque essere pensante, fra perdere 7.000 o 130.000 posti di lavoro avrebbe una risposta ...



Noi insegnanti tra ministri e sindacalisti
di Libero Tassella

L'11 dicembre 2008 con il ricordato accordo i concertativi hanno svenduto il più grande sciopero con una categoria ancora in mobilitazione e hanno confermato tale svendita la settimana dopo , sottoscrivendo ( CISL UIL SNALS FGU ex Gilda) con la sola eccezione della Flc CGIL un accordo contrattuale che definire infame è solo un eufemismo. Un contratto bidone che ora vorremmo che si ponesse almeno al vaglio della categoria , tanto mal rappresentata al tavolo della concertazione quanto a quello della contrattazione.
Sul precariato poi le OOSS si sono accontentate del solito tavolo tecnico, che in gergo politico, significa in pratica essersi accontentati di nulla.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Facciamo finta che...
di Claudia Fanti

Noi maestre vediamo bambine e bambini nell'oggi e, mentre li guardiamo, essi crescono senza possibilità di attendere un pensato e strategico modo di valutare falso, un modo" nuovo" di opporre resistenza alle corbellerie del ministero di turno! Essi e noi siamo di fronte alle scelte oggi, e l'oggi è importante per i nomi di chi ci sta dinanzi nel presente a sei, sette, otto, nove, dieci anni di età! Personalmente, ma ciò conta nulla al cospetto del tempo e del Paese: farò finta che questo ministero non sia mai esistito accettando tutte le conseguenze di tale mia posizione nella quotidianità che mi chiama, che esige da me capacità di scegliere, etica dell'azione educativa, morale della valutazione, intelligenza ed equilibrio nel cambiamento.



La nebbia agli irti colli
di Francesco Di Lorenzo

Ho un sentore, che ormai dovrebbe essere un convincimento, ma che mi trova comunque sempre spiazzato. Sono io che non mi adeguo. Alla scuola elementare di mio figlio, la maestra che già si sente unica, ha rispolverato Giosuè Carducci. Addio Pampini Bugiardi, il libro del 72' in cui si segnalava la realtà edulcorata presentata dai libri di testo e non corrispondente alla complessità e conflittualità di quei difficili anni '70. Figuratevi adesso.



L'evoluzione (e/o involuzione) del Tempo pieno
di Gianni Gandola e Federico Niccoli

Ritroviamo tutti l'entusiasmo del bel tempo che fu (in fondo, paradossalmente, la Moratti prima e la Gelmini poi ci hanno fatto l'enorme piacere di farci incontrare nuovamente migliaia di genitori ed insegnanti "di lotta e di governo") ed identifichiamoci nei piloti pazzi del "Comma 22" ("chi è pazzo può chiedere di essere esentato dalle missioni di guerra, ma chi chiede di essere esentato non è pazzo").
Torniamo ad essere quei pazzi-non pazzi che hanno rivoluzionato, a suo tempo, la vecchia scuola ossificata ed inventiamoci un modello più forte di Tempo pieno, in grado di resistere agli attacchi del "futuro ricco di passato" del modello Tremonti-Gelmini.



Boicottiamo gli scrutini!
di Miha

Chi ha ucciso il tempo pieno? Per rispondere credo sia bene contestualizzare le bizzarrie che stanno avvenendo nella scuola in un orizzonte più ampio.
Se consideriamo, ad esempio, che queste norme sono partorite da un governo sponsorizzato dai peggio interessi di mafia e massoneria, come Travaglio dimostra, e che tale governo se ne sta inzuppato come un babà in un contesto internazionale degenerato al punto di accettare supinamente un macello come quello di Gaza beh allora anche la follia di distruggere uno dei pochi settori pubblici ancora funzionanti in Italia, trova una sua ragione.
Può essere comunque istruttivo analizzare come questo sia avvenuto e prospettare, in tempi di scrutini, qualche forma di opposizione creativa.



Un futuro a più teste
di Agostino Del Buono

Un nuovo anno per la Scuola italiana. Un anno decisivo per la riforma delle "superiori". Intanto i docenti, preoccupati per il loro futuro avanzano proposte di riconversione universitaria. Ma sarà veramente così oppure si ricorrerà a licenziamenti o a trasferimenti in altri dicasteri? Vi presentiamo un intervento da parte del presidente nazionale dell'ASSODOLAB, prof. Agostino Del Buono, che puntualizza la situazione venutasi a creare con la riforma Gelmini.



A Tivoli si privatizza
di Insegnante FP

Il Comune di Tivoli gestisce un istituto pubblico di Formazione Professionale che si chiama CFP "A. Rosmini", dove circa 800 studenti tra i 14 e i 18 anni assolvono all'obbligo di istruzione. Tale struttura sta per essere trasformata in una Srl, avete capito bene, UNA SCUOLA TRASFORMATA IN UNA SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA per volontà della GIUNTA DI SINISTRA di questa cittadina che lo scorso 18 dicembre ha fatto approvare in consiglio una delibera in tal senso. Appena poche settimane prima, alcuni componenti di tale giunta hanno avuto l'ardire di presenziare ad una fiaccolata contro il decreto Gelmini, in difesa della scuola pubblica.



Mobilitiamoci a favore dell'Educazione fisica
di Flavio Cucco

Mai ci saremmo aspettati che proprio la nostra disciplina e la categoria, unica delle poche che ha discusso e scritto, in questi ultimi tre anni, con " L'Educazione fisica che vogliamo" un curricolo verticale lavorando culturalmente dentro e oltre le Riforme Moratti e Fioroni, potesse correre il rischio di essere fuori dal curricolo: perchè questo è il pericolo reale!
Ma, come sempre, è nei momenti più difficili che la categoria ha dato il meglio di se e ancora una volta..... raccogliamo la sfida e rilanciamo alla grande....

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


 

Sponde
Il popolo della scuola sull'acqua bollente
La Redazione - 17-01-2009
 osservascuola 
Ricordate la storiella delle rane che non si rendono conto di essere bollite? La citavamo lo scorso dicembre, poco prima dello sciopero del 12. Non sono passati neppure due mesi, ma pare che il sistema abbia funzionato. Una certa abulìa si diffonde nelle case, nelle scuole, nelle stazioni, nei supermercati ... e nelle opportune sedi politiche e sindacali.

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Bocciati col 5 in condotta
Virgilio notizie - 17-01-2009
Nella scuola italiana torna ufficialmente il voto in condotta valido per la bocciatura: gli studenti che prenderanno meno di 6 in condotta dovranno ripetere l'anno. Il ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca ha infatti pubblicato oggi il decreto ministeriale con cui, a partire da quest'anno anno scolastico 2008/2009, sono ridefiniti i criteri di valutazione del comportamento degli studenti delle scuole secondarie di I e di II grado.

[ leggi ][ commenta
Sulla scuola il buon senso è maggioritario
C.I.P. Associazione Nazionale - 16-01-2009
Sono le 20:47 di giovedì 15 gennaio. Qualche ora fa la Gelmini ha rilasciato al TG1 una dichiarazione sulla circolare ministeriale in materia di iscrizioni per il prossimo anno scolastico. Il comunicato conta 17 punti. Delle affermazioni del ministro, nove o sono false o non sono contenute nella circolare perché esulano dalla materia ... ma la novità non è questa ... sul sito della rete ammiraglia rai, un sondaggio sulle primarie chiede agli italiani dove iscriverebbero i figli.


[ leggi ][ commenta
L'impegno del Coordinamento per l'Istruzione Pubblica
Estense.com - 15-01-2009
Il Coordinamento per l'Istruzione Pubblica (CIP) di Ferrara, nato il 4 novembre scorso, è un coordinamento di genitori, studenti, docenti, personale A.T.A. e precari di tutti gli ordini di scuola e dell'Università. Nato con lo slogan "Siamo tutti coinvolti" il coordinamento si pone l'obiettivo di informare e sensibilizzare l'opinione pubblica ferrarese sulle conseguenze dei tagli economici e delle scelte programmatiche che questo governo ha già operato e prevede di realizzare a breve.

[ leggi ][ commenta
Grazie all'autonomia difendiamoci dalla Gelmini
Padova news - 14-01-2009
Il riferimento al DPR n.275 del 1999, Regolamento sull'autonomia scolastica, pur presente in premessa, di fatto è sostanzialmente ignorato e/o contraddetto. Il ministero non si limita ad assegnare alle scuole un organico docenti sulla base del tempo scuola che si intende effettuare, ma indica anche il modello didattico - organizzativo da adottare (il maestro prevalente). Questo rappresenta uno sconfinamento di campo evidente rispetto a quanto prevede il Regolamento sull'autonomia scolastica, secondo il quale è competenza esclusiva delle scuole stabilire le modalità di impiego dei docenti (organizzazione didattica, suddivisione degli insegnamenti e degli ambiti disciplinari, ecc.).

[ leggi ][ commenta
Terni: proposte disattese
Giocondo Talamonti - 13-01-2009
In riferimento agli articoli apparsi sui quotidiani locali con cui la Provincia giustifica il suo operato, i Dirigenti Scolastici (Talamonti Giocondo, Cuccuini Matilde, Proietti Carla, Scaramazza Ermanno e Biancifiori Giulio) e le RSU degli Istituti interessati (IPSIA, ITC, IPC, ITIS) ritengono opportuno rimarcare i punti oggetto di critica...

[ leggi ][ commenta
I lavori della Commissione Cultura della Camera
La Tecnica della scuola - 12-01-2009
Nella mattinata del 13 gennaio la Commissione Cultura della Camera riprende i lavori dopo la pausa natalizia con l'esame di alcune interrogazioni.
Fra quelle che interessano più direttamente il sistema scolastico, segnaliamo...

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Lo sapevate che...?
La voce.info - 17-01-2009
 curiosità 
I professori universitari italiani sono i più vecchi d'Europa e godono del privilegio di andare in pensione più tardi dei colleghi europei senza dover produrre risultati scientifici ... ?

[ leggi ][ commenta
Vivere il mare
Incontri VIM - 16-01-2009
 pianeta 

On line i bandi di concorso per le scuole superiori italiane

[ leggi ][ commenta
Bolivia: rotte le relazioni diplomatiche con Israele
Agenzia Asca - 15-01-2009
 NO WAR 
La Paz, 14 gen - Il presidente boliviano Evo Morales ha annunciato che il suo Paese ha rotto le relazioni diplomatiche con Israele per protestare contro la sanguinosa offensiva dello Stato ebraico nella Striscia di Gaza.

[ leggi ][ commenta
Contro la scuola di regime ...
Scuola della Repubblica - 14-01-2009
 proposta 

... per la scuola della Costituzione: convegno a Roma sabato 17 gennaio

[ leggi ][ commenta
Nasce la nuova federazione Scuola.Base
Sindacato Sab - 13-01-2009
 diritti 
Nella neonata "Scuola.Base" Federazione dei sindacati autonomi scuola c'è posto per tutte le sigle sindacali autonome e per tutti "tecnici" e "singoli" che vogliano lavorare con pari opportunità, dignità e responsabilità.

[ leggi ][ commenta
il forasacco numero ventitre
Ilaria Ricciotti - 12-01-2009
 ilforasacco 

Brunetta: «Tocca agli impiegati pubblici tirarci fuori dalla crisi» Il ministro: «Col bastone e la carota 40% di produttività in più». Cgil «grande nemico». Il sindacato: «Paranoia»

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Per la pace...
...gli italiani hanno il diritto di sapere quello che realmente sta accadendo alla gente di Gaza e di vedere tutte le immagini che da Gaza vanno regolarmente in onda sul circuito internazionale ma quasi mai arrivano sui nostri schermi...

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva