Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 2 - a.s. 08/09
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 07/09/2008
raccontiscaffali

Sommario

PIAZZE E PALAZZI: TURBOLENZE

Uscite vacanziere, ovvero...

di Gianfranco Pignatelli
La linea sulla scuola la detta Tremonti
di Dedalus
Scuola Pubblica: un bene comune in grave pericolo
di Forum Insegnanti
Ministro Gelmini si fermi un attimo...
di Miha
Il Sessantotto e altre valanghe
di Giuseppe Aragno
Il ritorno del maestro unico
di Gianni Gandola
Senza sosta i no alle leggi vergogna sulla scuola
di Forum Insegnanti

SCUOLA E DINTORNI

C'era una volta la formazione degli insegnanti...

di Cinzia Ruozzi
Pulizie etniche
di Monica Capezzuto
Applicare la legge 508/99
di Mario Piatti
Questo concorso non s'ha da fare . . . né ora né mai!
di Salvo Bascone

ORIZZONTI ITALIANI

Cabina di regia: Mamme Madonne Figli Aereoporti, tutti sulla Macchina Santa

di Doriana Goracci
Napoli - Roma...e ritorno
di Antonio Monarca


Ricordate
quando si chiedeva ascolto
al tempo del Ministro Berlinguer
sulla questione della valutazione
di docenti e alunni?
Niente è cambiato?
Si riparte da zero?
Siamo punto e a capo?



A PROPOSITO DI VALUTAZIONE


Uscite vacanziere, ovvero...
di Gianfranco Pignatelli

Tra diffamazioni, illazioni e ritrattazioni è finita anche l'estate del ministro Gelmini. Tornando a Roma si è recata in "pellegrinaggio" a Rimini per il meeting di Comunione e Liberazione. Qui, da un decennio, è prassi che il ministro di turno illustri la scuola prossima ventura, o quello che ne resta. Dopo aver assicurato devozione ai ciellini e lauti finanziamenti alla CEI in cambio dello scontato placet, l'indomani, il ministro ha presentato in CdM il ddl con tagli, ritagli e frattaglie di istruzione pubblica, come imposti da Tremonti.



La linea sulla scuola la detta Tremonti
di Dedalus

E' ormai evidente che il vero ministro ombra dell'Istruzione, o meglio l'ombra di un ministro, è Mariastella Gelmini e che la politica scolastica di questo governo la decide Giulio Tremonti. Questa non è un'affermazione pleonastica.



Scuola Pubblica: un bene comune in grave pericolo
di Forum Insegnanti

Lo stato d'animo dei lavoratori della Scuola oscilla dallo sconforto alla rabbia nel rilevare la persistente inadeguatezza del sindacato e delle opposizioni nel contrastare il processo di privatizzazione dei beni comuni in generale e dell'istruzione in particolare, come se non esistesse da parte di tali soggetti la consapevolezza che ci si stia avviando precipitosamente ad un punto di non ritorno, ragion per cui occorre ora e subito senza alcun indugio una massiccia mobilitazione per contrastare un attacco senza precedenti ai principi della Costituzione, ai diritti dei lavoratori e al loro salario e all'etica stessa della convivenza civile.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Ministro Gelmini si fermi un attimo...
di Miha

...e povi a guardare la situazione dall'esterno: facendo un paragone tra scuola e calcio è come se il Presidente Berlusconi dopo un'annata disastrosa del Milan, scivolato da anni in serie B, dicesse:"Bene adesso per migliorare la situazione della squadra ho deciso di tagliarvi i fondi anzi dirò di più la squadra d'ora in poi la deciderà il commercialista". Rivolta a S.Siro.
Invece nella scuola funziona così...



Il Sessantotto e altre valanghe
di Giuseppe Aragno

Le piaccia o meno, Ministro Gelmini, a sentirla parlare è facile capirlo: lei s'è formata nella nostra scuola, ha respirato l'aria che abbiamo respirato, ha pregi e limiti dei nostri studenti e può capitare: lei sbaglia bersaglio. Dietro le sue ragioni, dietro la novità del maestro unico, la riscoperta delle miracolose virtù terapeutiche del grembiulino, dietro la favola della meritocrazia, non ci sono, come forse lei crede davvero, i quarant'anni che ci separano dal Sessantotto, ma i vent'anni che dalla sua adolescenza scivolano in malo modo sino a noi e ci precipitano addosso come una valanga.

[ leggi (3 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Il ritorno del maestro unico
di Gianni Gandola

Era ora! Finalmente, dopo anni di pedagogia cooperativa e collettivista, prodotto naturale e perverso del sessantotto, nella primaria si ritorna all'insegnamento tradizionale, alla scuola seria, quella basata sul maestro unico, unico dispensatore del sapere e autorità indiscussa nella classe. Al di là dei veli e delle veline ferragostane, tra grembiuli e voti di condotta, si comincia a intravedere quello che è il vero obiettivo di una corrente di pensiero che viene da lontano e che ha sempre riposto nel conservatorismo i propri valori.



Senza sosta i no alle leggi vergogna sulla scuola
di Forum Insegnanti

E' chiaro l'intento di trasformare la Scuola in un sistema aziendalistico-feudale mortificando così il principio della libertà d'insegnamento. I docenti , però, sono molto più svegli di quanto i governanti credano e non hanno avuto difficoltà a comprendere qual è la verità nascosta dietro l'ipocrita copertura dei proclami populisti della Gelmini: distruggere la scuola statale per svenderla ai privati, come del resto sta avvenendo per tutti i beni pubblici.



C'era una volta la formazione degli insegnanti...
di Cinzia Ruozzi

In una lettera pubblicata il 27 agosto dal quotidiano "La Repubblica", una studentessa neo laureata è intervenuta per denunciare la chiusura della SSIS ( scuola di formazione per i futuri insegnanti) e ha "ringraziato" il Ministro Gelmini per averla "salvata" decidendo, nel silenzio dell'estate, del futuro di tanti giovani laureati senza nemmeno interpellarli.
Come insegnante e come formatore mi sento in dovere di ringraziare Francesca Cappella per aver messo a fuoco lo scenario futuro che forse ancora non è chiaro ai tanti laureati come lei e al Paese stesso.


Pulizie etniche
di Monica Capezzuto

Si cambia registro. Già, quello che in classe è croce -per gli alunni - e delizia - per gli insegnanti.
Che stanno diventando una specie in via di estinzione. Perché sommando il ritorno del maestro unico, il blocco del turn-over e pochi pensionamenti , il risultato dell'operazione è presto che fatto: quest'anno l'ufficio scolastico provinciale di Napoli non darà alcun incarico annuale su posto comune alle elementari, pardon, scuola primaria.



Applicare la legge 508/99
di Mario Piatti

LETTERA APERTA AL MINISTRO GELMINI

Gentilissima Sig.ra Ministro,
siamo docenti che lavorano nei Conservatori di Musica.
Abbiamo letto, sul sito della Camera dei Deputati, il testo del Suo intervento alla VII Commissione del giorno 31 luglio, e vorremmo esprimerLe, in proposito, alcune nostre considerazioni.



Questo concorso non s'ha da fare . . . né ora né mai!
di Salvo Bascone

Si chiama: "Concorso pubblico, per esami, a centoquarantacinque posti di dirigente tecnico, da assegnare agli uffici dell'amministrazione centrale e periferica del Ministero della Pubblica Istruzione, al fine di concorrere alla realizzazione delle finalità di istruzione e di formazione, affidate alle istituzioni scolastiche ed educative, oltre all'attività di studio, di ricerca e di consulenza tecnica per il Ministro e i Direttori Generali."



Cabina di regia: Mamme Madonne Figli Aereoporti, tutti sulla Macchina Santa
di Doriana Goracci

Dove si apposterà oggi a Viterbo, Berlusconi, con la sua folta squadra e scorta, per assistere al trasporto della Macchina di Santa Rosa?
La decisione del Premier ci ricorda il sindaco Giulio Marini, "nasce dal desiderio di ricordare la madre ed è la prima volta che un Presidente del Consiglio partecipa alla manifestazione.


[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


Napoli - Roma...e ritorno
di Antonio Monarca

Un anno di trasferte proibite è stato inflitto ai supporters del Napoli per le vicende di Roma.
Una sanzione severa (e ne potrebbero arrivare altre) ed ingiusta, che umilia ed offende un'intera città.
Analizziamo come sono andati i fatti.



 

Brevi di cronaca

Consulta qui altre rassegne

Quando si taglia la spesa per l'Università
La Voce.info - 06-09-2008
La manovra economica del governo ha ridotto il Fondo di finanziamento ordinario delle università del 19,7 per cento in cinque anni. Le strategie che gli atenei potranno adottare per sopperire alla diminuzione delle risorse avranno ripercussioni sull'accesso agli studi universitari e sulla ricerca. Se l'obiettivo era limitare la spesa per il personale, si poteva intervenire solo sulle sedi che ne hanno in eccesso. Nel frattempo, l'annuncio dei tagli ha provocato una vera e propria corsa alla spesa.

[ leggi ][ commenta
... ai ragazzi serve autorità morale non 7 in condotta e grembiule inamidato...
Repubblica - 05-09-2008
Daniel Pennac è netto nel giudizio. Ha insegnato per venticinque anni in una scuola per studenti "difficili". Conosce la trincea, le sue paure, le sue contraddizioni. Scrive una «Fenomenologia del somaro», ma non è un elogio della scuola perfetta bensì una messa in discussione dei sistemi di insegnamento superati del disamore che a volte avvolge la professione dell´insegnante.

[ leggi ][ commenta
Tre Ministri per un unico maestro
IUniscuola - 04-09-2008
Leonardo Donofrio di IUniScuola non è disponibile ad unirsi alla scelta dei Ministri Brunetta-Gelmini-Tremonti del ritorno al maestro unico alle elementari solo per esigenze di cassa, e invita tutti coloro che lavorano per il bene e il futuro dei giovani a valutare ciò che sta accadendo nelle scuole del territorio nazionale ed in particolare sull'avvio del corrente anno scolastico.

[ leggi ][ commenta
L'arretratezza del dibattito sulla Scuola
ADi Associazione Docenti Italiani - 03-09-2008
Nei giorni 21 e 22 Agosto si è svolto sul Corriere della Sera un confronto a distanza fra il politologo Ernesto Galli della Loggia, il ministro Giulio Tremonti e la ministra Mariastella Gelmini. Lampi di mezza estate che hanno aperto nuovi squarci sulla lontananza che separa politica e intellettuali dalla scuola, dalle ragioni profonde della sua crisi e dei suoi fallimenti.

[ leggi ][ commenta
Altro che controriforma Moratti
Scuola oggi - 02-09-2008
La legge n.53, denominata da molti come "controriforma" Moratti - che aveva seguito peraltro un iter legislativo e un animato dibattito - era ben poca cosa rispetto a questa radicale "rottura". La legge 53 non modificava nella sostanza l'impianto modulare della scuola, si limitava ad introdurre il principio del docente prevalente. Certo, seguivano il tutor e le ore facoltative/aggiuntive, ma l'assetto di base rimaneva intatto. Qui siamo di fronte invece ad una vera e propria restaurazione del passato: si ripristina la figura del maestro unico e l'orario settimanale di 24 ore.

[ leggi ][ commenta
Bersaglio la scuola primaria. E non solo.
CIP Associazione Nazionale - 01-09-2008
Finita l'estate, il ministro torna a Roma, passando rigorosamente da Rimini. Qui, e mai a Montecitorio (!), illustra la scuola prossima ventura, o quello che ne resta. E, dopo aver assicurato devozione ai ciellini e lauti finanziamenti alla CEI, incassa il placet e se ne va. L'indomani, in CdM, è prontissima a presentare il decreto per la macellazione dell'istruzione pubblica.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam

Il Forasacco n° 16

Il fantasma dell'Africa coloniale
Cinemafrica - 06-09-2008
 cinema 
Il fantasma delle guerre coloniali è per molti memoria lontana scritta ormai nella storia ma, per coloro che hanno vissuto in prima persona quegli anni di tensioni e violenze, è una presenza incombente e tangibile. Su questo terreno si muove un lungometraggio di finzione...

[ leggi ][ commenta
Inizio del nuovo anno scolastico
Gianni Mereghetti - 05-09-2008
 espressioni 
E' bello ricominciare, perché è andare più a fondo di quella novità umana che è stata ridestata in me e che sola fa dell'educazione un'avventura per me. In questo affascinante ricominciare che bello ritrovare gli studenti!

[ leggi ][ commenta
Emergenza libertà in Italia
Carlo Ruta - 04-09-2008
 appelli 
E' necessaria una legge subito, che, distante da ogni possibilità di equivoco sul piano interpretativo, fermi in via definitiva le trame censorie e repressive dei poteri forti del paese, per vocazione illiberali e antidemocratici. E' altresì necessario che il legislatore prenda atto che l'informazione sul web non può recare limitazioni di principio.

[ leggi ][ commenta
Facce da palco
CigNews - 03-09-2008
 teatro 
Da giovedì 25 settembre a Lavagno (VR) avvio del laboratorio teatrale: un corso base rivolto a tutti coloro che vogliono avere un primo approccio con il teatro.


[ leggi ][ commenta
Libertà sul web e caso Ruta. Sentenza shock
accadeinsicilia@tiscali.it - 02-09-2008
 software libero 
Il testo della sentenza emessa dal giudice Patricia Di Marco, che per la prima volta in Italia e in Europa ha condannato per stampa clandestina il curatore di un blog, non solo legittima la preoccupazione e la protesta che si sono levati dalle rete e dal paese negli ultimi mesi, ma offre ulteriori motivi di allarme.


[ leggi ][ commenta
Si torna al lavoro...
Carlo Carzan - 01-09-2008
 messaggio 
Mi piacerebbe vivere un anno di ricerca, di riflessione e approfondimento rispetto a quello che per me è diventato un punto di riferimento, l'animazione alla lettura, il gioco e la didattica ludica.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Interdependence
Se gli altri esseri sono separati da me, sarà legittima la mia indifferenza per la loro sorte; ma se essi sono inseparabili da me come io da loro, allora ogni autentica cura verso me stesso coincide con l'agire responsabile nel contesto che mi comprende.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva