Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 32 - a.s. 07/08
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 25/05/2008
raccontiscaffali

Sommario

PAESE ITALIA

I rom: gli ebrei del XXI secolo

di Adriana Stazio
Verso il patibolo
di Monica Capezzuto
Non si chiudono in gabbia le idee
di Giuseppe Aragno
L'alba della terza repubblica
di Barbara Maffione
Il Governo Berlusconi dichiara guerra ai cittadini campani
di Lucio Garofalo

DENTRO LA SCUOLA

Istruzione. Interessa a qualcuno?

di Gianni Gandola
A proposito dei fannulloni
di Francesco Masala
Requiem per gli studenti
di Andrea Tornago
L'arte della discriminazione
di Emanuela Cerutti

MONDO PRECARIO

Scuola e Precariato storico

di Varie associazioni di precari
I precari di Milano alla Gelmini: no ai tagli selvaggi
di ADPM - L. Iorio

ORIZZONTI

Ma era tanto difficile?

di Giocondo Talamonti


Consulta qui altre rassegne


I rom: gli ebrei del XXI secolo
di Adriana Stazio

Sta accadendo di nuovo. E anche stavolta è sotto i nostri occhi e non ce ne accorgiamo; anche stavolta crediamo alla propaganda e non ci rendiamo conto dell'orrore; anche stavolta mentre in qualche modo, chi più chi meno, la gente si lascia convincere e trascinare nell'odio e nel pregiudizio razziale costruito ed alimentato ad arte, noi stiamo a guardare perché dopotutto - pensiamo - un certo limite non lo si potrà superare. Anche stavolta, quando tutto questo sarà finito, tra molti o pochi anni, diremo che non sapevamo, che non potevamo immaginare... e lo diranno anche i tanti "bravi cittadini" che oggi sono per la tolleranza zero in preda all'isteria securitaria. Ma sarà ammissibile pensare di cavarcela un'altra volta con la stessa scusa? Credo proprio di no.



Verso il patibolo
di Monica Capezzuto

Primo week-end del maggio dei monumenti a Napoli.
Il giornalista intervista i turisti presenti a Napoli,entusiasti e stupiti di non vedere i cumuli di spazzatura variopinta e indifferenziata che hanno fatto bella mostra di sé tutto l'inverno, tanto pubblicizzati dai media più dell'acqua della nazionale.
Pausa fisiologica invece: la pulizia era - ahimè - l'eccezione e non la regola in una regione che ama talmente tanto la propria munnezza da non volersene disfare, anzi trema all'idea di una fine orribile in un inceneritore, erede di altri forni.



Non si chiudono in gabbia le idee
di Giuseppe Aragno

Me ne sto zitto e se la salute non è quella d'un tempo, tutto sommato, è un bene e mi sento protetto. Passo il tempo tornando a Montesquieu, Locke, Kant e Spinelli, ai rari libri che amo, "perché cultor di pochi libri vivo", come insegnava Foscolo ai miei anni giovani e lontani, e mi piace pensare che il senso d'oppressione che mi inquieta, nasca da una febbre ostinata e dal filo d'asma che ne deriva stringendomi la gola.
E' però non inganniamo noi stessi.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


L'alba della terza repubblica
di Barbara Maffione

Napoli, 21 maggio 2008.
L'alba della terza repubblica ha rischiarato sotto un cielo plumbeo, in un'atmosfera surreale, dominata dal rombo dei camion Asìa, che per tutta la notte non hanno fatto altro che nascondere la "munnezza" sotto al tappeto rosso, da srotolare ai piedi del quarto Governo Berlusconi.
In città tutto è pronto, con un tempismo degno del film "Anni Ruggenti", il salotto buono è stato tirato a lucido, così come la pendola dei Borbone, nella Sala d'Ercole del Palazzo Reale.



Il Governo Berlusconi dichiara guerra ai cittadini campani
di Lucio Garofalo

Il primo Consiglio dei Ministri del quarto governo guidato dal neoduce Berlusconi, insediatosi "simbolicamente" (ossia demagogicamente) nella città di Napoli, ha varato una serie di decreti ministeriali di segno eccezionale, sotto la spinta e la "spada di Damocle" esercitata da alcune contraddizioni che sono state dipinte e raffigurate dalla propaganda di regime come "drammatiche emergenze" di natura sociale, sanitaria e di ordine pubblico, costruite ad arte dai mass-media e dalle forze politiche di governo.



Istruzione. Interessa a qualcuno?
di Gianni Gandola

I dati dell'Istat - scrive Curzio Maltese - certificano che il sistema scolastico italiano è fallimentare. Da qui allora bisognerebbe partire, da un'analisi seria dei punti di debolezza e di inefficienza. Certo, servono risorse e - soprattutto - volontà politica. Dubitiamo che questo governo abbia a cuore così tanto il destino della scuola pubblica. Almeno stando alle prime scelte compiute, alle nomine ministeriali. Ci auguriamo di sbagliare, nell'interesse del nostro sistema di istruzione e del Paese.

[ leggi (1 commento/i) ][ commenta ] [ sommario


A proposito dei fannulloni
di Francesco Masala

Se ne è parlato molto dei "fannulloni" nella PA. Un aspetto importante, secondo me, è il fatto che spesso ci sono, al di sopra, dei dirigenti incapaci di gestire il personale e l'organizzazione. Faccio l'esempio della scuola, visto che sono un insegnante.



Requiem per gli studenti
di Andrea Tornago

La pagella scolastica non mancherà a nessuno. Nel 1926 costava cinque lire ed era stampata dal Poligrafico di stato, Letizia Moratti l'ha aggiornata alla scuola dell'«autonomia» affidandola alle stampanti d'istituto. Ora il ministro Brunetta ha deciso che sarà solo un documento informatico e il senso di leggerezza è unanime: otto milioni di pezzi di carta in meno ogni anno, semplificazione, innovazione. Benvenuta tecnologia. Ma non sarà solo la pagella di fine anno a finire su internet: dalle prove scritte alle singole interrogazioni, dal registro di presenze e assenze alle note di condotta, l'intero sistema di valutazione verrà informatizzato.



L'arte della discriminazione
di Emanuela Cerutti

In un articolo apparso di recente sull'Espresso online, Umberto Eco mette in guardia dai pericoli di una rete senza rete, a cominciare da Wikipedia. L'enciclopedia libera è un'ottima iniziativa, ben fatta e precisa, ma occorre di continuo controllarla per essere certi che le notizie riportate non siano false o tendenziose. E poi controllare che le correzioni apportate non vengano di nuovo stravolte. Nuovi controlli: un lavoraccio.



Scuola e Precariato storico
di Varie associazioni di precari

Gentile Ministro Gelmini,

Le è stato affidato una poltrona non semplice. Infatti Lei eredita una situazione pesante, di enorme disagio della scuola pubblica italiana.
Come sicuramente avrà avuto modo di sapere, la scuola pubblica è stata fatto oggetto, negli ultimi anni, di tagli impietosi che poco hanno migliorato e tanto, troppo hanno tolto a tutti: genitori, alunni, insegnanti, alla vita stessa di tutta la società italiana.

Abbiamo assistito ad una recrudescenza del fenomeno "bullismo", un imbarbarimento del vero significato del rapporto docente-alunno, travisato il senso della conoscenza, del percorso culturale ed emotivo fondamentale per l'apprendimento. Ma tutto ciò non ha comunque intaccato l'entusiasmo di coloro che da anni portano sulle proprie spalle il fardello di questa scuola così martoriata: gli insegnanti precari.



I precari di Milano alla Gelmini: no ai tagli selvaggi
di ADPM - L. Iorio

L'attesa di eventuali decisioni del neo ministro e' elevata, essendo stata alimentata nelle scorse settimane anche da alcuni importanti editoriali, centrati quasi tutti sulla parola d'ordine "merito", (al centro della proposta di legge n. 3423 presentata nello scorso mese di febbraio dalla stessa Gelmini, proposta che non possiamo che considerare con una certa apprensione).



Ma era tanto difficile?
di Giocondo Talamonti

Quando è il buonsenso a prevalere, la soddisfazione individuale diventa collettiva, anzi universale, è una vittoria dell'intera umanità.
Pistorius ce l'ha fatta; potrà partecipare alle Olimpiadi di Pechino, sempre che faccia segnare il tempo minimo di accesso.
Si tratta di abbassare il suo di circa un secondo; compito arduo se non impossibile.
Ma era tanto difficile arrivare ad un conclusione del genere, senza apparire gretti e classisti?



 

Brevi di cronaca
Senza se e senza ma
AGI notizie - 24-05-2008
La mafia puo' e deve essere sconfitta. Lo ha detto il ministro della Pubblica Istruzione, Maria Stella Gelmini, accogliendo nel porto di Palermo la "nave della legalita'"

[ leggi ][ commenta
Sciopero di "liberazione" nelle scuole della Puglia
Coordinamento Precar-IUniScuola - 23-05-2008
per ottenere in tempo utile dai Ministri Gelmini e Brunetta un provvedimento di nomina di un Commissario "ad acta" per gli Uffici Scolastici Regionali, onde meglio tutelare il diritto degli studenti e dei disabili all'istruzione.

[ leggi ][ commenta
Insegnanti in ferie in base ai debiti?
La Tecnica della Scuola - 22-05-2008
L'O.M. n. 92/2007 stravolgerà le vacanze estive di moltissimi docenti. Calendario alla mano i prof impegnati su tutti i fronti non avranno modo di fruire di tutti i giorni di ferie previsti dal Ccnl. Peraltro, secondo un'indagine nazionale sembra che i lavoratori italiani utilizzino meno giorni di ferie rispetto ai colleghi europei e che sia in continua crescita la categoria dei "workaholic", quelli che lavorano anche in vacanza.

[ leggi ][ commenta
Regno Unito: i genitori potranno sollecitare ispezioni scolastiche
La Stampa.it - 21-05-2008
La responsabile del corpo ispettivo del Ministero della Pubblica Istruzione (Ofsted), Christine Gilbert, intende cambiare le attuali procedure per concentrare una maggiore attenzione sugli alunni in condizioni più disagiate.

[ leggi ][ commenta
Fuga dai banchi, ogni anno 47 mila studenti lasciano la scuola
Dire.it - 19-05-2008
In Italia c'è una quantità impressionante di ragazzi che abbandona i banchi decisamente troppo presto, oltre 47mila secondo l'ultima fotografia scattata dal ministero della Pubblica istruzione nel >Rapporto sulla dispersione scolastica pubblicato negli scorsi giorni.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Gli insegnanti, però...
magda indiveri per Voci del Verbo Insegnare - 24-05-2008
 incontri 
A Bologna il 26 maggio 2008: "Gli insegnanti, però...L'immagine dei docenti tra opinione pubblica e media"


[ leggi ][ commenta
La questua e l'insegnamento della religione cattolica
ScuolaOggi.org - 23-05-2008
 libri 
E' uscito in questi giorni il libro di Curzio Maltese "La questua", sottotitolo "quanto costa la Chiesa agli italiani": ... una cifra vicina ai 4 miliardi e mezzo di euro, mille miliardi di vecchie lire.

[ leggi ][ commenta
Una domenica pomeriggio per Elisa
Chiara Curinga e Andrea Guazzotto - 22-05-2008
 donne 
Elisa è stata uccisa in mezzo alla strada, alla luce del giorno sotto gli occhi di tutti, da una mano assassina che la tormentava da anni. Una esecuzione in piena regola che si vorrebbe quasi far strisciare via silenziosa, senza porsi troppe fastidiose e giuste domande. Un delitto bastardo, ma talmente comune da non fare quasi notizia. Non ci sono extracomunitari ubriachi, rom alla guida di fuoristrada rubati, spacciatori negri dal coltello e dalla pistola facile in questa storia.

[ leggi ][ commenta
Altro che casalinga!
Mauro Artibani - 20-05-2008
 consumo 
E' lei, generalmente donna, quasi sempre Maria, di media statura, non bellissima: casalinga.
Ha in carico redditi familiari insufficienti, risparmi allo stremo, debito e un compito di ruolo: avere cura.
Si, cura della casa, della famiglia, di sé.
Per fare questo, questo fa: la vita spesa a fare la spesa.

[ leggi ][ commenta
Numero nove
Ilaria Ricciotti - 19-05-2008
 ilforasacco 
Il forasacco cambierà veste, anzi funzione: anziché far uscire chicchi rinsecchiti, si riempirà di "buonepratiche" sociali e politiche, verso cui questa società sembra avviarsi.

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
AsoloArtFilmFestival
L'edizione 2008 si svolgerà ad Asolo (TV) dal 29 agosto al 7 settembre. AsoloArtFilmFestival si inserisce nella tradizione culturale del "Festival Internazionale del Film sull'Arte e di Biografie d'Artista", rappresentandone l'ideale continuità.


Tiscali
f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva