Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 18 - a.s. 07/08
Newsletter fuoriregistro
racconti
f u o r i r e g i s t r o
newsletter del 03/02/2008
raccontiscaffali

Sommario

PIAZZE E PALAZZI

Dopo Prodi. Il vero fascismo e quindi il vero antifascismo

di Giuseppe Aragno
Oltre la Destra, oltre la Sinistra. È tempo.
di Alberto Biuso
Viva l'Italia godereccia (satira politica)
di Giocondo Talamonti
Un Posto al sole non ce lo toglie nessuno
di Doriana Goracci

CONTROCULTURE

Napoli: una battaglia di civiltà politica

di Giuseppe Aragno
Indiani d'America e briganti meridionali
di Lucio Garofalo
Sul valore formativo dello sport
di Giocondo Talamonti

DENTRO LA SCUOLA

A ciascuno il suo (se è permesso)

di Cosimo De Nitto
Subito 100000 immissioni in ruolo
di Varie associazioni di precari


Consulta qui altre rassegne


Dopo Prodi. Il vero fascismo e quindi il vero antifascismo
di Giuseppe Aragno

Sarebbe un'amara e inutile soddisfazione stare qui a rivendicare oggi ciò che è sotto gli occhi di tutti: la facile profezia s'è avverata. Il governo Prodi apre la via a un sistema autoritario di cui non è possibile prevedere i connotati o la durata, ma che ha la sua ragione d'essere nella convergenza d'interessi tra quelle forze politiche eversive che, sia pure secondo stili diversi, dal 1994, si sono dimostrate il braccio armato del capitale nel nostro paese. Dietro - si potrebbe obiettare - non c'è una dottrina politica. Ed è probabilmente vero. Non è meno vero però che nei primi anni Venti c'erano i fascisti benché non ci fosse il fascismo.



Oltre la Destra, oltre la Sinistra. È tempo.
di Alberto Biuso

Una delle condizioni di ogni totalitarismo è il controllo capillare dei media. Anche nelle democrazie televisive contemporanee è diventato questo, ormai, l'obiettivo primario di chi intende guidare governi e società. È quindi drammatica la prospettiva che alla Presidenza del nostro Esecutivo vada per l'ennesima volta il padrone della tv commerciale italiana, che della televisione -oltre che di molta stampa e della tv pubblica- fa da sempre un uso spregiudicato e personalistico. Una situazione che non ha confronti in Europa.

Evitarlo non sarà facile...



Viva l'Italia godereccia (satira politica)
di Giocondo Talamonti

Mors tua, vita mea. Caduto il governo Prodi, la Casa delle Libertà è risorta.
Come la fenice, Forza Italia è rinata dalle sue ceneri. Chi ha pensato che avesse tirato le cuoia a Piazza San Babila, sostituito dal Partito delle Libertà, creato lì per lì per far fuori gli alleati, è rimasto spiazzato. E' viva e vegeta, tanto che vista l'opportunità di tornare al governo del Paese, ha ricompattato tutti i vecchi soci.
"Piatto ricco, mi ci ficco", hanno pensato tutti e via di corsa coi piedi sotto il tavolo, tovagliolo allacciato dietro al collo e posate in mano, pronti al grande banchetto. Il menu prevede...



Un Posto al sole non ce lo toglie nessuno
di Doriana Goracci

In questi giorni di consultazioni febbrili al Palazzo, io lo ammetto, mi rifugio sempre più spesso dalle 20, 30 in un altro Palazzo, dove "Un posto al sole" non me lo toglie nessuno e godo di certe Miserie e Nobiltà... E' una malattia televisiva che mi prese nel 1982, quando me la giustificai con la nascita del primo figlio e lo stare lontana dal lavoro all'ora di pranzo: eh già allora erano i giorni di Dancing Days con Sonia Braga, invece oggi è un'accattivante fiction italiana di Rai Tre a produzione napoletana, che dal primo pomeriggio è passata alla prima serata, a catturarmi.



Napoli: una battaglia di civiltà politica
di Giuseppe Aragno

La città ha in mano la piazza, in un delirio di lazzi e bandiere festose e sventolanti. Il resto sarà storia: in piazza del Plebiscito, dov'è trincerato Bassolino, il "nuovo" di Veltroni qui in Campania, la gente recita composta la sua parte e la raccolta differenziata, che non sa, si maligna, o non vuole fare, si compie rapida e ordinata: lentamente, ma inesorabilmente cumuli di bottiglie di vetro affiancano montagne di cartone e mentre una montagna di bottiglie di plastica si leva fino al cielo, squadre di celerini mortificati fronteggiano interdette la spazzatura che sale. E non ci sono dubbi, non basta manganellare: in quella spazzatura va affondando il Palazzo.



Indiani d'America e briganti meridionali
di Lucio Garofalo

In classe non bisogna mai cercare di plagiare o manipolare le fragili menti (sempre aperte e ricettive) dei ragazzi, ma occorre assumere una posizione il più possibile lucida, serena e distaccata, per abituare le nuove generazioni ad esercitare l'arte benefica del dubbio e della critica. Una dote che in genere manca alle menti già formate, quindi chiuse e poco ricettive, degli adulti.

Questo è il compito precipuo delle istituzioni educative che concorrono alla formazione del libero cittadino, per mettere l'individuo in condizione di esprimere autonomamente i propri giudizi e compiere le proprie scelte. La scuola assume un ruolo che è ancora centrale e privilegiato in questa opera educativa, malgrado le enormi pressioni e la spietata concorrenza esercitata dai mezzi di comunicazione di massa, a cominciare dalla televisione e da Internet. Le cui potenzialità espressive, comunicative ed informative devono essere abilmente e sapientemente sfruttate dagli insegnanti.



Sul valore formativo dello sport
di Giocondo Talamonti

La cronaca di ogni giorno riferisce di scorciatoie prese da atleti per ottenere alte performance, perché solo le prestazioni eccezionali fanno notizia e richiamano le attenzioni degli sponsor.
Peccato che nessuno voglia adottare l'unica soluzione capace di stroncare il fenomeno...



A ciascuno il suo (se è permesso)
di Cosimo De Nitto

...cosa fare se non prendere realisticamente atto dell'isolamento in cui versa la scuola e appellarsi alle forze sane, che in essa ci sono, e sono tante, come sono tante nel Paese, affinché non perdano di vista il "leggere, scrivere, far di conto in modo significativo", l'essenziale cioè dell'apprendere e dell'insegnare in una situazione in cui l'accessorio rischia di sostituire l'essenziale.
E l'essenziale rischia di perdersi irrimediabilmente.



Subito 100000 immissioni in ruolo
di Varie associazioni di precari

Nella Finanziaria 2006 era previsto un piano triennale di 150000 immissioni in ruolo che avrebbe attenuato in modo decisivo la piaga del precariato della scuola, unico settore della Pubblica amministrazione con lavoratori precari di 40, 45 anni con più di 15 anni di servizio. Di questo piano triennale è stata effettuata la prima tranche di 50000 assunzioni.
Molti precari temono che a causa della caduta del governo e delle turbolenze politiche svaniscano definitivamente le altre due previste tranche di 100000 immissioni in ruolo.



 

Sponde
Afghanistan, rinforzi italiani per combattere
La Redazione - 02-02-2008
 mappamondo 
La notizia fa pensare e non solo per il solito mancato rispetto costituzionale, che ormai pare interessare pochi, ma soprattutto per la denuncia finale. Italiani brava gente o Italiani pericolosi, verrebbe da chiedersi?

[ leggi ][ commenta


Brevi di cronaca
Riuscita l'assemblea dei lavoratori precari all'ateneo di Torino
Cub scuola Piemonte - 02-02-2008
Nel caso particolare delle biblioteche il 2008 rappresenta ben il 18° anno di appalto e quindi di precarietà. Il contratto in corso scadrà nel dicembre del 2008 e fino ad ora nessun segnale è giunto da parte dell'amministrazione sul futuro del lavoro per ben 70 persone.

[ leggi ][ commenta
Scuola privata: quei compagni nelle aule più esclusive
Panorama - 01-01-2008
Dagli scranni del Parlamento o dalle poltrone dei talk-show esaltano la scuola pubblica, la celebrano come unica fonte del sapere democratico e chiedono di tagliare (e tagliano) i finanziamenti statali alla scuola privata. Poi, però dove mandano i loro figli? Nelle più prestigiose scuole a pagamento, con rette non certo accessibili a tutti.

[ leggi ][ commenta
La scuola in mezzo al guado
Tottoscuola - 30-01-2008
Quali ricadute potra' avere la crisi politica sul mondo dell'istruzione, e in particolare sulle riforme scolastiche e sui provvedimenti ministeriali in atto?

[ leggi ][ commenta
L'ultimo atto del ministro Fioroni Piazzare esperti della sinistra
IlGiornale.it - 29-01-2008
Ripristino degli esami di riparazione, campagna anti-bullismo e un po' di nomine. Questo, in sintesi, ciò che rimarrà del ministero della Pubblica istruzione guidato dal cattolico Beppe Fioroni. E proprio in tema di nomine l'esponente democratico ha voluto lasciare un ultimo segno.

[ leggi ][ commenta
Corsi recupero senza soldi e prof
TG com - 28-01-2008
La scuola italiana produce molti somari ma quando si tratta di recuperarli non ci sono i soldi. E neppure gli insegnanti a cui affidare la nobile missione. Il piano per saldare i debiti scolastici, che dovrà partire ufficialmente a febbraio, così come prevede l'ordinanza firmata il 6 novembre scorso dal ministro della Pubblica Istruzione Fioroni, è diventato un caso in tutta Italia. Ma, problema nel problema, è aperta una vera e propria caccia a docenti disposti ad accontentarsi di 50 euro lordi l'ora per mettere la loro professionalità al servizio dei "somari" da recuperare.

[ leggi ][ commenta


Tam Tam
Una scuola statale, laica, democratica per tutte e tutti in una società in trasformazione
Ass. Per la scuola della Repubblica - 01-02-2008
 incontri 
Roma 9 febbraio 2008
ore 10 - 17 Sala Kirner, via Ippolito Nievo, 35

[ leggi ][ commenta
Il Darwin Day al Liceo Scientifico E. Balzan di Badia Polesine ( RO)
Carla Andreolini - 02-02-2008
 quaderni 
Oltre a tutti gli insegnanti del "Balzan", e agli studenti delle due classi quinte dello Scientifico Tecnologico, sono invitati a partecipare a questo confronto i docenti di Scienza (Biologia, Fisica, Chimica ...), storia e filosofia degli altri Istituti dell'Alto Polesine, con quali il " Balzan" costituisce una efficace rete per l' orientamento.

[ leggi ][ commenta
Sono finite le riforme epocali?
Paolo Citran - 30-01-2008
 proposta 
LA SCUOLA RIPENSATA ATTRAVERSO IL CURRICOLO.
Competenze di cittadinanza, indicazioni per il curricolo, linee guida per il biennio unitario.

[ leggi ][ commenta
Essere giovani oggi
Vilma Bonezzi - 29-01-2008
 libri 
... essere giovani oggi, essere migranti in un mondo difficile da capire e da incontrare... essere giovani in paesi diversi del mondo ed essere allo stesso tempo così uguali, nella solitudine, nelle attese, nelle speranze di trovare il proprio spazio tra quello degli altri....

[ leggi ][ commenta
La P.Or.T.A. - Progetto Orientato alle Tematiche di Accoglienza
M.Cristina Mazzola - 28-01-2008
 comunicato 
Gli alunni sono stati portati a conoscenza di situazioni reali sulle tematiche portanti della convivenza civile. Si sono avvicinati alle problematiche che ruotano attorno ad una struttura di accoglienza, sono stati formati sulle conoscenze necessarie alla sua gestione da parte di formatori ed informatori che vi svolgono la loro attività.
I ragazzi coinvolti nel progetto hanno avuto l'opportunità di essere informati in relazione ai servizi offerti dallo sportello

[ leggi ][ commenta


 Siti consigliati 
Pigreco
Per trovare convegni, congressi, mostre, attività per la scuola, in Regione Campania e non solo.

f u o r i r e g i s t r o
FuoriRegistro si richiama al titolo di un bel libro di Domenico Starnone edito da Feltrinelli. Un romanzo gustoso e divertente sulla scuola vista dall'interno, attraverso l'agire concreto di chi ogni giorno si scontra con le sue mille contraddizioni. La rivista intende essere uno spazio aperto al racconto delle personali esperienze quotidiane, siano esse episodi di cronaca che muovono al riso o allo sdegno o riflessioni intorno ai più vasti temi di ordine politico-culturale che attraversano le nostre aule così come le nostre piazze. Questo il Progetto.
La newsletter, che ha una cadenza settimanale, è a disposizione di chiunque voglia partecipare; il modulo on-line permette di inviare contributi sotto forma di testi o di file, evitando i rischi di infezioni ai quali la posta elettronica, e particolarmente gli allegati, è purtroppo esposta.
Rimane comunque possibile comunicare con la redazione all'indirizzo redazione_fuoriregistro@yahoo.it e consultare tutti i precedenti interventi alla pagina http://www.didaweb.net/fuoriregistro/. I materiali pubblicati sono esportabili con citazione della fonte.
Puoi cancellarti dalla newsletter utilizzando il seguente indirizzo: http://www.didaweb.net/fuoriregistro/newsletter.php.

Direttore responsabile: Luciano Scateni
Ideatore: Marino Bocchi
In redazione: Emanuela Cerutti (coordinamento), Giuseppe Aragno, Grazia Perrone
Collaborano: Ilaria Ricciotti, Pierangelo Indolfi
Sviluppo e manutenzione del sito: Maurizio Guercio

Registrazione Tribunale di Frosinone n. 324 del 08.07.2005
Fuoriregistro non è responsabile della pubblicità che Domeus inserisce sulla newsletter, offrendoci un servizio di distribuzione gratuita.

  Newsletter precedente Newsletter successiva