Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 2 - a.s. 16/17
fuoriregistro
newsletter n. 2 - a.s. 16/17
BACHECA
Gino Strada, Gherardo Colombo e Claudio Bisio per le scuole superiori
Maddalena Cassuoli - Unisona - 07-10-2016
Le prime 3 edizioni di questa maratona di sensibilizzazione - riconosciuta nel panorama nazionale ed europeo come il più importante evento live a scopo didattico mai realizzato - hanno raggiunto in tutto oltre 60.000 ragazzi. Le scuole che non hanno ancora aderito possono ancora provvedere scegliendo tra i posti e i cinema rimasti. Al centro dei 3 appuntamenti, in programma tra ottobre e dicembre, i diritti e i flussi migratori, la giustizia e il rapporto genitori-figli.
Marketing del marchio ANP e sondaggio apodittico
Vincenzo Pascuzzi - 06-10-2016
ANP è sicuramente rappresentativa dei DS, o presidi, come numero di iscritti (50% della categoria), forse un po' meno per la politica sindacale che persegue. Alcuni DS potrebbero aver aderito all'ANP solo in antitesi ad altre sigle. Sicuramente imbarazzante deve essere stato per ANP il recente comportamento - verso una docente contraria alla l. 107 - di un proprio esponente, membro del CNPI e presidente regionale ANP in E.R. Ma non entriamo in dettagli, per il momento.
Immaginario Scientifico
Micol Ascoli Marchetti - 05-10-2016
Inviamo un comunicato stampa sulla giornata che mercoledì 5 ottobre l'Immaginario Scientifico dedica agli insegnanti, proprio in occasione della Giornata Mondiale degli Insegnanti, istituita dall'UNESCO.
Le sedi di Trieste e di Pordenone saranno aperte gratuitamente per tutti gli insegnanti, per permettere loro di visitare i percorsi espositivi, confrontarsi con i responsabili delle attività didattiche e richiedere tutte le informazioni utili per pianificare le visite con le classi.
GALASSIA SCUOLA
Davide Faraone: e le violenze sugli insegnanti?
di Gianfranco Scialpi - 07-10-2016
Quello che voglio ricordare al Ministro e a D. Faraone è che la scuola la fanno i docenti e se questi ritirano il loro entusiasmo, diventa incerto il futuro di quest'istituzione.
Leadership meritocratica ovvero ... l'abominevole preside delle nevi
di Vincenzo Pascuzzi - 06-10-2016
Il merito e la meritocrazia vengono accreditati come novità, ma in realtà non è affatto vero che siano stati inventati o scoperti di recente o magari importati dell'estero (i soliti paesi anglofoni e del nord Europa).
Un'elefantessa in cristalleria
di Enrico Maranzana - 05-10-2016
I dirigenti scolastici saranno valutati in base ai criteri elaborati dal Miur con parametri confezionati in spregio al sistema di regole scolastiche e scientifiche.
GRANDANGOLO
Uccisa la scuola, possono ammazzare Cucchi quante volte gli pare
di Giuseppe Aragno - 08-10-2016
Leggo con amarezza le considerazioni di Ilaria Cucchi, la sorella del povero ragazzo ucciso dalla polizia, dopo che i giudici hanno nuovamente assolto gli imputati per la morte del fratello.
Scrivere è come viaggiare senza la seccatura dei bagagli
di Lucio Garofalo - 06-10-2016
A proposito del rapporto che si instaura, inestricabilmente, tra militanza politica e scrittura, mi sorge una riflessione. Scrivo anche e soprattutto per un bisogno esistenziale: per una sorta di "legittima difesa".
Contratto e Costituzione
di Gianfranco Scialpi - 05-10-2016
Se aumenti salariali riguarderanno solo i meritevoli oppure chi è sotto un certo reddito imponibile annuo lordo è difficile pensare che questo orientamento, sia rispettoso della Carta Costituzionale.
NOTIZIE DAL FRONTE
Qualcosa qui non va!
Francesco Di Lorenzo - 08-10-2016
A un anno esatto dalla sua entrata in scena, ormai sappiamo per certo che la 'buonascuola' non ha fatto breccia nel cuore degli insegnanti italiani. Smascherato l'inghippo, il sorriso della ministra Giannini si scontra con il malcontento generale. Di buono nella 'buonascuola' non c'è niente, quindi non si può stare allegri. Il mantra della stabilizzazione di migliaia di precari non ha sortito, come sperava Renzi, l'apertura verso la sua riforma, non ha donato uno sguardo benevolo su un'idea di scuola impresentabile, in fondo, un qualcosa senza radici né futuro. E mentre i giovani tra i 15 e i 29 anni che non hanno lavoro e non vanno a scuola sono arrivati al 27%, la multinazionale Apple investe in un centro di ricerca a Napoli, nel sud dell'Italia, dove la crisi economica è più acuta. E dove l'abbandono scolastico e la percentuale di neet sono da primato. Un modo o un aiuto per uscirne?
IN CLASSE
Kafka davanti alla porta dell'Invalsi
Matteo Vescovi - 08-10-2016
Recentemente, la presidente dell'Invalsi intervistata da una giornalista del Sole 24 ore, nota rivista pedagogica, ha lamentato il fatto che i docenti italiani non abbiano ancora sufficientemente modificato la propria didattica per adeguarsi alle richieste dell'Ente Valutatore. Lamentazione che suonava quasi come un'ordine (ma i test Invalsi non dovevano essere uno strumento neutro, "un termometro della scuola"?). In ogni caso, vorrei rassicurare la presidente sul fatto che, già da qualche anno, questi test hanno ottenuto una certa influenza. C'è, infatti, chi con più o meno convinzione ha cominciato ad allenare i propri alunni con batterie di test e c'è chi si è fatto influenzare in modo opposto, adottando questo semplice principio: fare ciò che l'Invalsi non potrebbe mai fare.

  Newsletter precedente Newsletter successiva