Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 1 - a.s. 16/17
fuoriregistro
newsletter n. 1 - a.s. 16/17

La newslestter riprende il suo invio
con cadenza variabile in relazione ai contributi
che ci perverranno
e che vi chiediamo di inserire preferenzialmente
nell'apposita pagina
La Redazione di Fuoriregistro
BACHECA
Il pane e i denti
Lucio Garofalo - 27-09-2016
Come recita un antico adagio popolare, "il padreterno regala il pane a chi è sprovvisto dei denti", l'Istituto Comprensivo di Lioni ha ricevuto il pane, ma non i denti per masticarlo. Nel senso che dispone di due edifici all'avanguardia, dotati di aule e spazi in quantità cospicua, attrezzati di numerosi laboratori e quant'altro ancora. Oltre a ciò è presente un museo etnografico-antropologico istituito in modo permanente. il problema è che un simile patrimonio di edilizia scolastica risulta valorizzato assai poco e male da chi dovrebbe averlo in cura e gestirlo in maniera più razionale e proficua.
Flip-me: Presente, imperfetto, futuro capovolto
Francesca Meini - 24-09-2016
Appuntamento a Roma, il 7 ottobre al Centro Congressi Auditorium del Massimo: quasi 1.000 insegnanti provenienti da scuole di ogni ordine e grado d'Italia si incontrano per presentare una scuola inaspettata fatta di nuovi scenari educativi, mediati dal digitale, vicini al flipped & cooperative learning.
Teatro Didattico
Francesca Perrone - 23-09-2016
Il Teatro delle Molliche di Corato ha stipulato con il Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione dell'Università di Bari una convenzione che porterà a identificare, nel panorama nazionale, un nuovo utilizzo della teatralità al servizio della Scuola, un teatro al servizio della didattica scolastica.
GALASSIA SCUOLA
Educazione: una parola polivalente
di Enrico Maranzana - 28-09-2016
La legge 107/2015 ha cassato il termine educazione. Non più Sistema educativo di istruzione e formazione ma Sistema nazionale di istruzione e formazione!
Vengo anch'io? No, tu no
di Alessandro Palmi - 24-09-2016
La questione dell'organico emerge come uno dei temi principali della "nuova scuola". Quali saranno i docenti nel "luminoso scenario" inaugurato dalla legge 107? Proviamo a passarli in rassegna.
Difendere la professionalità del docente
di Enricp Maranzana - 23-09-2016
Il direttore della Fondazione Agnelli ha inviato una lettera al Corriere della sera sugli esami di Stato [22/6/16] e ha dato avvio a un confronto a più voci.
GRANDANGOLO
La crisi, la gatta, il lardo e lo zampino
di Mauro Artibani - 28-09-2016
Secondo il ministro dell'Energia venezuelano, Eulogio Del Pino, il livello di produzione mondiale del petrolio risulta eccessivo e dovrebbe essere ridotto di almeno il 10% per tornare a stimolare i prezzi.
NOTIZIE DAL FRONTE
Come inizio c'è poco da rallegrarsi
Francesco Di Lorenzo - 24-09-2016
In generale sembra che nella scuola tutto stia andando nel peggiore dei modi. Si spera (ci si augura) che la sensazione sia solo il frutto di un momentaneo pessimismo, qualcosa di passeggero. Certo che un inizio di anno scolastico così disastroso non lo si vedeva da tempo (ma non è che sia una novità). Si diceva che con la Buonascuola le cose stessero marciando su un binario diverso. Non è così. Cattedre vuote, prof spostati (un tanto al chilo) di qua e di là, concorsi non finiti e contestati, ricorsi di tutti contro tutti, leggi sul bullismo e il cyberbullismo prive di efficacia, dito puntato dell'OCSE su triplici criticità, questo è lo scenario. Senza voler essere ripetitivi, la cronaca dice cose decisamente negative, con il risultato che chi ci rimette, alla fine, sono principalmente i ragazzi. I quali, intanto, passano ore in classe senza nessun docente, con grave rischio, grave spreco e grave danno.
leggi (1 commento/i) commenta
IN CLASSE
Diario di un maestro
Lucio Garofalo - 22-09-2016
All'inizio di ogni anno scolastico, si rinnova l'abitudine (quasi fosse un rito propiziatorio) di rivedere, con sommo diletto personale, lo sceneggiato televisivo "Diario di un maestro", prodotto nel 1972 da Mamma Rai, che all'epoca assolveva ad un'importante funzione pedagogico-culturale.
Al centro del racconto si staglia la contraddizione tra una scuola conservatrice, obsoleta, retrograda, gestita da ottusi ed antiquati burocrati ed una scuola viva, più aderente alla vita ed all'ambiente sociale dei ragazzi.

  Newsletter precedente Newsletter successiva