Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 33 - a.s. 15/16
fuoriregistro
newsletter n. 33 - a.s. 15/16
BACHECA
Premiarne uno per educarne 800 mila
Cesp Bologna - 04-06-2016
La coppa del nonno, famoso gelato, è entrata nel gergo sportivo, specialmente calcistico, ad indicare la vittoria in un trofeo di poco valore. Questo abbiamo pensato alla notizia che il primo teacher prize italiano (ed europeo) della storia inizia ufficialmente il suo cammino.
I balletti Russi - Opéra di Parigi
Rosella Gioffré - 03-06-2016
Il 9 giugno nelle 36 sale The Space Cinema e il 7 giugno nel Cinema Troisi di San Donato Milanese quattro opere fondamentali che riuniscono l'élite artistica del tempo - coreografi, pittori e musicisti - riproposte ora nelle ineguagliabili coreografie originali.
Un due giugno di lotta agli eserciti e alle frontiere
Fai Torino - 02-06-2016
L'Italia è in guerra. Ma il silenzio è assordante. La retorica sulla sicurezza alimenta l'identificazione del nemico con il povero, mira a spezzare la solidarietà tra gli oppressi, perché non si alleino contro chi li opprime e, a destra come a sinistra, sembra aver paralizzato l'opposizione alla guerra, al militarismo, alla solidarietà a chi fugge persecuzioni e bombe.
Festival internazionale del cinema di animazione poetico
Lo staff - 31-05-2016
ANIMAVI' si propone di fare chiarezza, prendendo le distanze in maniera netta dall'animazione commerciale e di massa e vuole essere una vetrina sulla corrente più interessante del ge­nere, riferendosi esclusivamente a lavori che si rivolgano all'anima dello spettatore.
GALASSIA SCUOLA
E se le scuole, d'estate, al posto di aprirle, non le chiudessimo?
di Franco Buccino - 04-06-2016
Dovrebbero ricordarselo i nuovi eroi che con sforzi titanici cercano di aprire d'estate le scuole che essi stessi decidono di chiudere. Hanno le "chiavi" per aprirle: edifici, docenti e personale. Non hanno bisogno di risorse aggiuntive.
Il Miur conosce la sua mission?
di Enrico Maranzana - 01-06-2016
L'Indire ha fatto il rendiconto sull'impiego dei fondi europei destinati al contrasto alla dispersione scolastica. Un'azione che ha coinvolto 828 scuole e 51.116 studenti. Gli esiti sono contrastanti.
L'alato paradigma
di Gigi Monello - 30-05-2016
Lo scorso Dicembre il capo-segreteria tecnica della ministra, emette seguente cogitativo, "Stiamo facendo una follia, una lucida follia (...). Il momento per fare il cambio di paradigma è questo: ora o mai più. Non si parte mai quando si è pronti al 100%...". Pare D'Annunzio in partenza per Vienna...
GRANDANGOLO
Lo sport non è fuori...dall'inquinamento
di Giocondo Talamonti - 03-06-2016
Lo sport è strettamente interdipendente dall'inquinamento e dai problemi ambientali; utilizziamolo per creare una coscienza collettiva sul tema.
La lotta di classe in Francia
di Lucio Garofalo - 02-06-2016
L'aspro conflitto sociale in atto in Francia avrà una rilevanza cruciale per le sorti dell'Europa sociale e per le condizioni di vita delle categorie più deboli ed indifese tra i cittadini, per il futuro dei servizi pubblici e dei beni comuni.
Nel teatro della crisi si recita a soggetto
di Mauro Artibani - 31-05-2016
Nel Teatro della crisi ci sono personaggi che interpretano le Imprese che fanno merci, profitti, creano lavoro, remunerano chi lavora e la Gente, che con l'acquisto, trasforma quelle merci in ricchezza.
NOTIZIE DAL FRONTE
Chissà chi lo sa!
Francesco di Lorenzo - 04-06-2016
Dite voi se questo è il modo. Per dare credibilità e rilanciare il ruolo, sempre più screditato, degli insegnanti in Italia, il ministro Giannini ha lanciato una specie di concorso. O, per dirla tutta, una versione aggiornata (e loro pensano culturalmente corretta) di un 'talent show', ovvero il premio per il miglior insegnante in assoluto. Presentato a Roma in pompa magna dalla ministra dell'Istruzione, anche noi avremo in Italia la versione del 'Global Teacher Prize', praticamente il Nobel dei professori. Dopo una prima scrematura si arriverà ad isolare una lista di 50 finalisti, da cui una Giuria Nazionale individuerà 5 ultra finalisti a cui andranno i premi: 50mila euro al primo e 30mila euro agli altri quattro. I premi saranno assegnati alle scuole di appartenenza dei vincitori e serviranno per realizzare attività e progetti coordinati dagli insegnanti premiati. La professione docente da noi è screditata e non si capisce perché l'insegnante italiano, partecipando alla gara, acquisterebbe l'autorevolezza perduta.
IN CLASSE
La scuola secondo Meirieu
Maria Clara Pascolini - 04-06-2016
Tra uno scoramento istituzionale per la fatica di confrontarsi con la macchina burocratica e un provvido entusiasmo per un episodio di buona pratica didattica, un collega mi ha parlato di un libro di pedagogia che ricomincia a parlare della scuola come istituzione (instituere significa "metter su, porre come norma, regolare) non come impresa. Un libro che abbandona l'aziendalmediatese (offerta, skateholders, animatore digitale, piano di miglioramento, rapporto di autovalutazione, gruppi di livello...) e rispolvera un lessico inattuale (scuola della Repubblica, mondo solidale, emancipazione e promozione dell'umanità, speranza). Un libro con una linea di condotta chiara e lucida: tornare a cimentarsi con le teorie pedagogiche; tenersi lontani dai dogmatismi; essere contemporaneamente operativi e aperti agli imprevisti; coniugare strumenti teorici e consapevolezze didattiche.

  Newsletter precedente Newsletter successiva