Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 31 - a.s. 15/16
fuoriregistro
newsletter n. 31 - a.s. 15/16
BACHECA
Siamo tutti migranti, ieri come oggi
IC Settimo Torinese - 21-05-2016
Con le nostre "Storie di vita" abbiamo raccolto le interviste ai nostri nonni sulle loro esperienze di migranti. Molti di loro ci hanno riferito che, a causa di forti discriminazioni, avevano faticato molto a trovare casa e lavoro. Un obiettivo del nostro lavoro è stato imparare a non aver paura degli stranieri, perché sono persone che fuggono dai loro Paesi in cerca di condizioni migliori per loro e per la loro famiglia.
Continuano ad offenderci!
Gianfranco Scialpi - 19-05-2016
Continua la farsa dei compensi ai commissari del concorso-scuola. Il Decreto-scuola appena approvato al Senato, presenta l'ennesima offesa alla nostra dignità professionale. Il compenso sostanzialmente raddoppia da 1.30 a 2.50 euro all'ora lordi!
Mafie e criminalità organizzata nella bergamasca
Centro La Porta - 17-05-2016
Presso la sala Viterbi del palazzo della Provincia in via Tasso a Bergamo, un incontro per presentare il dossier "Mafie e criminalità organizzata nella bergamasca"
Suggerimento ...
Lorenzo M. - 16-05-2016
Vi mando un prospetto da far firmare per tutti i docenti che si rifiutano di partecipare all'ignobile mancia che la legge 107 propone e che mira in realtà a creare una burocrazia autoreferenziale e stracciona che si esalta a termini quali: misurazioni oggettive, programmazione per aree, per contenuti, e ai sofismi che differenziano la programmazione interdisciplinare da quella multidisciplinare a sigle quali BES, POF,CIC et similia.
GALASSIA SCUOLA
Il pensatore
di Bianca Maria Cartella - 21-05-2016
La scuola vera è libera e pensante. Ma non nel solitario silenzio di un decisore unico che assegnerà un bonus premiale insignificante ad una ristretta minoranza di soggetti presenti nei pensieri del DS pensatore.
Emergenza scuola (e non solo)
di Francesco Masala - 20-05-2016
C'è una scuola dove si fanno seminari sui feste fasciste, una dove si puniscono insegnanti che a scuola fanno il loro lavoro, una in cui non si può arrivare prima o uscire dopo l'orario di lavoro...
Perché i test Invalsi sono contestati? Perché sono figli di una realtà remota
di Enrico Maranzana - 17-05-2016
Le presunte motivazioni dei docenti sono il principale oggetto dell'indagine che interpreta il rifiuto dei test Invalsi. I madornali errori commessi dai massimi organi dello Stato sono fuori scena.
Senza demerito
di Franco Buccino - 16-05-2016
Reduci del Sessantotto, entrammo spavaldi nella scuola, giovani insegnanti, all'inizio degli anni settanta, con l'idea di abbattere ogni forma di meritocrazia. L'applicammo, per la verità, più a noi che agli alunni.
GRANDANGOLO
Riflessioni sulla campagna elettorale in corso
di Lucio Garofalo - 20-05-2016
Una comunità che non riesce a sviluppare una normale dialettica democratica, in nessun luogo o piazza, reale o virtuale, temo sia avvilente.
A Tommaso morto per caso con i suoi sogni
di Claudia Pepe - 19-05-2016
Siamo stanchi di diventare giovani seri, o contenti per forza, o criminali, o nevrotici: vogliamo ridere, essere innocenti, aspettare qualcosa dalla vita, chiedere, ignorare.
L'invincibile tristezza di Gian Antonio Stella
di Giuseppe Aragno - 18-05-2016
Gian Antonio Stella è triste. Una di quelle malinconie inattese e improvvise, come la demenza senile, che sono disgrazie della vecchiaia.
NOTIZIE DAL FRONTE
Salvagenti per scuola a rischio cercasi
Francesco di Lorenzo - 21-05-2016
Le notizie sulla scuola si accavallano. Sono tante. Spesso sono ripetitive, cioè ritornano a intervalli regolari. Si parla di tutto. C'è in evidenza la questione della chiamata diretta degli insegnanti, che è parte importante della legge sulla Buonascuola, che deve essere ancora definita e che, sembra sia diventata un nodo da sciogliere non indifferente. Si legge che proprio tale questione abbia inciso sul blocco delle trattative tra Miur e sindacati. C'è poi tutta una sfilza, enorme, di articoli sulla lotta al Bullismo e al Cyberbullismo con convegni, tavole rotonde, mozioni, proposte e norme che andranno applicate. O che si spera vengano applicate e che, soprattutto, tutti si auspicano abbiano successo. Una semplice domanda: tutto quello che sta avvenendo con questa riforma è un modo per restituire alla scuola una dimensione autorevole e un'immagine che invogli alla partecipazione?
IN CLASSE
Alcune note sull'estetica crociana e la critica attuale
Gennaro Tedesco - 21-05-2016
Spunti per un dibattito preliminare tra i docenti sui fondamenti trasversali e interdisciplinari di una didattica del linguaggio. Vale la pena di avvicinarci da una nuova prospettiva all'estetica crociana per constatare se possiamo ricavarne ancora oggi qualcosa. L'estetica crociana, dipendendo dallo 'Spirito', rimane inequivocabilmente una estetica metafisica. E oggi l' 'opera d'arte, proprio perché fa uso di un linguaggio a cui ogni uomo in ogni parte del mondo può dare 'il significato' che vuole, può quindi anche essere universale. L'oera d'arte è segno di se stessa, concepibile solo all'interno di altre - e Croce, questo, anche se per vie traverse e a volte opposte, l'aveva compreso - ma non spiegabile e comunicabile.

  Newsletter precedente Newsletter successiva