Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 23 - a.s. 15/16
fuoriregistro
newsletter n. 23 - a.s. 15/16
BACHECA
Lo strano appello di alcuni DS
Vincenzo Pascuzzi - 12-03-2016
La "scuola" si riduce solo a loro stessi, ai loro problemi, alle loro richieste? NULLA da segnalare o richiedere per didattica, alunni, docenti, ata?
Su Facebook hanno creato un sito, una pagina e un gruppo, ma sono ambienti chiusi, forse perché non amano intrusioni e critiche e temono i confronti con coloro che dovessero risultare .... contrastivi?
A proposito di contributo ... volontario
Malpassi Duvergel Stefano - 09-03-2016
Uno studente all'atto dell'iscrizione si rifiuta di versare la somma richiesta dall'istituto che frequenta - indicata come contributo volontario - e indirizza una lettera al dirigente scolastico formalizzando le motivazioni. Un esempio da seguire, socializzare e diffondere.
La storia dell'architettura in Sicilia
Edizioni di Storia - 08-03-2016
Si tratta di un'opera in divenire, aperta, che spinge a cercare ulteriormente e sollecita, quando non suggerisce esplicitamente, nuovi percorsi da esplorare. L'eredità di Calandra, di studioso e docente, può essere riassunta in questa costante tensione alla ricerca, condotta con rigore filologico e profonda intelligenza critica, oltre che nella generosa, non comune, capacità di condivisione.
Una giornata nel segno No TAV
No Tav - 07-03-2016
Il Movimento NO TAV c'è sempre, anche l'8 marzo. A Venezia, per ricordare ai governanti che non sarà il loro centunesimo accordo balneare a rendere credibile il progetto della Torino-Lione. E in contemporanea a Roma al Senato della Repubblica gli Amministratori e i tecnici della Valle Susa spiegheranno le ragioni No TAV in audizione presso la 8ª Commissione Lavori Pubblici.
GALASSIA SCUOLA
Il Miur non si ferma più
di Gianfranco Scialpi - 11-03-2016
Personalmente sono convinto della necessità di diffondere la formazione 2.0 (non mi piace l'espressione "cultura digitale"). Il problema però è il compenso.
La scuola che vorrei
di Claudia Pepe - 11-03-2016
Ai miei studenti vorrei insegnare a non guardare dietro le tende della loro vita, ma a scostarle e guardare fuori, aprirle e sognare di volare.
Educazione ed Ibridazione
di Gennaro Tedesco - 09-03-2016
Ho l'impressione che anche tra i migliori dei nostri docenti continui ad imperversare un fraintendimento educativo ed interculturale nei confronti degli allievi extracomunitari e dei curricoli.
Valutazione docenti: il Miur sovverte l'ordinamento nell'indifferenza generale
di Enrico Maranzana - 07-03-2016
Il Comitato di valutazione individua autonomamente i criteri per la valorizzazione dei docenti, sulla base di indicatori esplicitati dalla legge stessa. operando senza vincoli di sorta.
GRANDANGOLO
Un ragazzo, un cromosoma in più
di Claudia Pepe - 11-03-2016
Un ragazzo in giacca e cravatta di 23 anni con gli occhi a mandorla ha discusso con i suoi relatori, sulla riscrittura pasoliniana di Medea di Euripide. E il mondo ha parlato di lui.
La crisi, l'incastro perfetto e i forconi
di Mauro Artibani - 08-03-2016
Se gli attori economici si sono inzeppati di debiti ben oltre il lecito per fare la crescita, ci si ritrova in mezzo ad un guaio...
NOTIZIE DAL FRONTE
Che i Palazzi abbiano troppi ascensori?
Francesco di Lorenzo - 13-03-2016
Quando si dice la tempestività. Mentre si parla di 'pulizia e decoro' nelle scuole, contemporaneamente si cerca di tagliare altri duemila posti di personale Ata. Con il risultato di trovarsi con ancora meno collaboratori scolastici e personale amministrativo. In commissione Cultura, da quanto si legge, sono stati i deputati del Movimento 5 Stelle a fermare questo possibile ennesimo scempio. Nel frattempo gli scienziati hanno capito che il cervello di chi quotidianamente sale piani di scale si mantiene più giovane. Il cervello ha bisogno di salire scale, come slogan è un po' improprio. Ma una tale ginnastica farebbe bene a molti.
IN CLASSE
Storie in movimento
Adriano Bettini - 13-03-2016
Ai bambini piace sentir raccontare delle storie. Ai bambini piace giocare con il proprio corpo, fare movimenti, rotolare, correre, saltare... Se è vera questa equazione, allora è altrettanto vero che se attraverso il racconto di storie si riesce a fare dell'attività motoria o psicomotoria con i bambini, questi ne saranno entusiasti... Lo spunto di partenza di questo libro è proprio questo: utilizzare il racconto di storie per aiutare i bambini in età prescolare (e anche quelli che frequentano il primo ciclo della scuola primaria) a percorrere la strada che li porta ad un equilibrato sviluppo psicomotorio.

  Newsletter precedente Newsletter successiva