Newsletter precedente Newsletter successiva  

Fuoriregistro n. 30 - a.s. 14/15
fuoriregistro
newsletter n. 30 - a.s. 14/15
BACHECA
Fuori i quiz invalsi dall'esame di terza media
Cobas scuola Bologna - 19-06-2015
Oggi, giorno delle prive invalsi nell'esame di terza media, il Cesp Bologna, i Cobas Bologna e il Coordinamento precari di Bologna fanno un comunicato stampa particolare: un video per chiedere la cancellazione dei test!
Scuola del gratuito, secondo atto
Riccardo Ghinelli - 18-06-2015
Mentre il Governo si arrabatta per approvare la sua "buona scuola" c'è chi pensa a vivere in modo diverso le istituzioni scolastiche. Se ne parlerà al secondo Convegno "La scuola del gratuito" che si terrà a San marino il 5 e 6 settembre prossimo.
Niente scrutini di domenica
Cub Scuola Torino - 15-06-2015
Consideriamo questo passo indietro come un successo della mobilitazione.
GALASSIA SCUOLA
DDL scuola: quanta superficialità!
di Enrico Maranzana - 20-06-2015
La conferenza nazionale sulla ddl scuola, indetta per i primi di luglio "con sindacati, studenti, famiglie, quelli che vogliono essere assunti", riporta alla mente quanto è avvenuto al tempo della contestazione studentesca del '68.
Gli errori di Renzi (e non solo)
di Gianfranco Scialpi - 18-06-2015
Pare che la Riforma della scuola sarà accantonata per lasciare spazio a una consultazione dalla quale partire per delineare la nuova versione della "Buona Scuola".
Sillogismi per il RITIRO del DdL 1934
di Bianca Maria Cartella - 15-06-2015
Mi spiace dover convintamente controbattere i sillogismi del Galimberti, che pervengono a discutibili conclusioni. Secondo i suoi teoremi, infatti: Gli insegnanti non hanno bisogno della riforma.
GRANDANGOLO
Siamo noi il Grande Fratello: Renzi, ti stiamo osservando
di Bianca Maria Cartella - 16-06-2015
Troppo tempo ho atteso per dirti che avrei potuto e dovuto capire prima chi tu fossi.
NOTIZIE DAL FRONTE
Qualcosa in cui credere
Francesco di Lorenzo - 20-06-2015
Con il prossimo anno scolastico, il caos è assicurato. È questo uno dei titoli più gettonati nell'ultima settimana. Lo si ritrova più o meno uguale, o con poche variazioni, in tutte le informazioni riguardanti la scuola. Tutti sono sul piede di guerra con tutti. Minacce e sensazioni non ben definite si aggirano e si notano con sempre più evidenza. Qualche associazione di dirigenti scrive al ministro che continuando così si mette a rischio l'anno scolastico. E se fosse proprio questa la soluzione? Chiudere per un anno la scuola? Naturalmente è uno scherzo e un paradosso, ma stiamo attenti, ormai tra annunci e smentite, il paradosso non solo è incombente, ma è diventato una costante.
IN CLASSE
Maturità, la traccia su Calvino: Scelta positiva, se a scuola è stato davvero studiato
Claudio Perrella - 20-06-2015
Quello che sarebbe importante è che noi italiani incominciassimo a raccontarci una storia un po' più veridica e condivisa su questi temi. Non si dovrebbe semplicemente dare queste tracce all'esame di maturità ma bisognerebbe lavorare tutti insieme, a cominciare da chi è in posizioni di potere, fino ad arrivare ai normali cittadini, per dotarsi di quelle armi di conoscenza che permettano al nostro Paese di formarsi una coscienza condivisa. Purtroppo questo per ora non l'abbiamo fatto ed è difficile poi pretendere che i ragazzi possano dire qualcosa che si rifaccia a una coscienza critica e condivisa quando scrivono temi di questo genere. C'è una discrasia troppo forte in Italia tra il mondo dell'ufficialità e il mondo dell'ufficiosità.

  Newsletter precedente Newsletter successiva